Il coraggio di Francesca Fioretti: “Ho reso felice Davide. Ora la mia vita deve ricominciare”

Francesca Fioretti ricorda il suo Davide Astori e torna a sorridere per Vittoria, mostrandosi coraggiosa di fronte ad un destino ingiusto

Fragile, piccola eppure incredibilmente forte: Francesca Fioretti si racconta a quasi otto mesi dalla morte di Davide Astori.

Il 4 marzo scorso la sua vita è cambiata per sempre. Si è fermata, distrutta da un destino tragico e crudele, che le ha strappato via il compagno, l’amico, l’amante, ma soprattutto il padre di sua figlia. Da allora i giorni hanno iniziato a scorrere in modo diverso, segnati da un dolore che non passa, costante e sempre presente, ma che Francesca ha saputo trasformare e domare. L’ha fatto per Vittoria, la bambina nata nel 2016 e frutto di una relazione piena di promesse e di sogni.

Il successo al Grande Fratello, il lavoro di modella e l’arrivo a Milano, l’esistenza di Francesca Fioretti aveva subito una svolta inaspettata quando, nel 2013, aveva incontrato Davide Astori. Lui calciatore bello e promettente, lei ex gieffina appassionata di recitazione: ad unirli la passione per i viaggi, che aveva fatto la scintilla di un amore che sembrava una favola. India, Nepal, Perù, Giappone, selfie e giri per il mondo erano stati interrotti dalla scoperta che Francesca era incinta.

Vittoria era arrivata a coronare un’esistenza straordinariamente perfetta, completata dal trasferimento a Firenze, in una grande casa in cui progettavano il futuro. Ma il destino a volte sa essere spietato e oggi Francesca ha scelto di lasciare quell’appartamento che Davide tanto amava per continuare la sua esistenza altrove.

Non l’ha dimenticato, non ha cancellato tutto il tempo passato insieme, il dolore non è mai passato e probabilmente non lo farà mai. Ora però è arrivato il momento di guardare avanti, per Vittoria e ancora per lei, perché a 33 anni Francesca Fioretti ha ancora diritto di sperare di sorridere e amare di nuovo. Nei giorni dopo la tragedia, quando le hanno detto che il suo Davide non c’era più, si è chiusa nel silenzio, poi, passato lo shock iniziale, è riuscita a trovare quella forza che solo le donne (e le mamme) hanno.

Per Vittoria ha ricostruito una normalità fatta di giornate a scuola, di giochi, di gite al parco, senza farle pesare l’assenza del padre e la sofferenza che la divorava. E ora, sempre per lei, ha scelto di fare gli scatoloni e abbandonare Firenze per Milano. Lì la attendono nuove sfide: un lavoro a teatro e una casa nuova, in cui troveranno spazio anche i ricordi di Davide Astori, di un amore vissuto intensamente e durato troppo poco.

“Ora la mia vita deve ricominciare – ha spiegato al Corriere della Sera -. Ce la metterò tutta. Di una cosa sola sono certa. Di avere reso felice Davide nel tempo che abbiamo vissuto insieme. Nei momenti di sconforto penso che il destino con noi sia stato davvero ingiusto – ha confessato -, ma sono disposta a sostenere il peso del dolore perché se non avessi incontrato Davide non ci sarebbe stata la gioia del nostro amore che ha reso possibile che lui si realizzasse e completasse come uomo e come padre. Se ne è andato, ma era nel momento più pieno e felice della sua vita, e se il mio dolore deve essere il pegno da pagare per questo, lo potrò sopportare per sempre”.

Morte Davide Astori, il loro amore raccontato su Instagram dalla compagna Francesca Fioretti

Il coraggio di Francesca Fioretti: “Ho reso felice Davide. Ora l...