The Crown 5 è polemica: ricreato l’incidente fatale di Diana

Diana sarà la vera protagonista di "The Crown 5" ma tutti già pensano alla sesta stagione. Sarà spettacolarizzata la sua morte?

The Crown 5 affronterà uno dei periodi più delicati del regno della Regina Elisabetta II. Gli anni Novanta sono stati un incubo a occhi aperti per la Corona a causa del divorzio tra Carlo e Diana, ma soprattutto le tante indiscrezioni. Un ricco calderone da sfruttare per la celebre serie TV in arrivo su Netflix. Nonostante non sia ancora giunta in streaming, però, le polemiche non mancano. Tutto ruota intorno alla scena dell’incidente di Lady D. a Parigi.

The Crown 5: la morte di Diana

The Crown è una serie TV che genera amore e odio all’interno della Famiglia Reale. È indubbio che lo show abbia gettato nuova luce sulla Corona, offrendo uno sguardo differente su determinati personaggi alle nuove generazioni.

Non tutto corrisponde però a realtà, anche se il pubblico pare ignorare la componente romanzata. A poco sono serviti gli appelli di Buckingham Palace, indicando lo show come opera di fantasia ispirata alla realtà e non un documentario storico.

Svariati gli episodi che hanno fatto sollevare più di un sopracciglio a Palazzo. Si va dalla presunta relazione clandestina tra il Principe Filippo e Penny Knatchbull al tentato complotto di Carlo con il Premier John Major, al fine di far abdicare sua madre Elisabetta.

Nella quarta stagione gli occhi erano stati tutti per Diana e in The Crown 5 lo sarà ancora di più. Gli anni Novanta hanno infatti rappresentato un punto di svolta nella drammatica vita della donna. Deceduta a Parigi il 31 agosto 1997, il suo personaggio dirà addio allo show nella sesta stagione. Sarà mostrata la scena dell’incidente?

La domanda che tutti si pongono è proprio questa. Membri della troupe di The Crown hanno spiegato al Sun d’essersi sentiti enormemente a disagio nel dover trasformare in fiction gli ultimi giorni di Lady D., così come la sua morte tragica.

Sapevamo che questo momento sarebbe giunto e che affrontare temi ancora così vicini temporalmente avrebbe riaperto ferite. Si è davvero superato il limite? Il Regno se lo chiede e la polemica è servita. Nessuno ha intenzione di boicottare la serie ma potrebbero esserci conseguenze per l’ultima stagione se la questione dovesse sfuggire di mano.

Tentare di spettacolarizzare la morte di Diana sarebbe un gravoso errore, oltre che una caduta di stile madornale per la serie. Persone vicine al Principe William sostengono come potrebbe reagire in maniera molto dura. Il portavoce di Re Carlo non commenta, per ora, ma il biografo ufficiale della Regina Madre, William Shawcross, parla di serie odiosa e colma di bugie. Di un oltraggio alla Monarchia.

Netflix risponde alle critiche

Le polemiche intorno a The Crown non nascono con la quinta stagione. Netflix ha già ribadito pubblicamente come si tratti di una fiction, ovvero opera di fantasia, ispirata a eventi reali. Ha però rigettato la proposta di inserire un disclaimer che sottolinei proprio questo aspetto prima di ogni episodio. È innegabile, infatti, come l’impatto devastante sul pubblico derivi proprio dalla sensazione che gli eventi siano verità nascoste e non invenzioni.

Considerando il clima venutosi a creare già soltanto in attesa della sesta e ultima stagione, al momento senza una data d’uscita, si è deciso di non girare “quella scena”. L’incidente in sé, l’impatto dell’auto, non saranno mostrati. Gli episodi in questione si concentreranno sugli eventi che hanno condotto alla tragedia, così come su tutto ciò che è seguito.

The Crown 5 sarà disponibile in streaming su Netflix da mercoledì 9 novembre. Così come per le passate stagioni, anche stavolta gli episodi saranno 10. Lo sguardo sarà puntato quasi interamente sul matrimonio tra Lady Diana e il Principe Carlo. I contrasti, i tradimenti e il definitivo addio. Senza dubbio, questa rischia d’essere la stagione più vista di tutte e una delle più apprezzate sulla piattaforma.