Michelle Yeoh agli Oscar 2023: “Donne non permettete a nessuno di dirvi che avete passato l’età”

L'attrice di "Everything Everywhere All at Once" conquista la statuetta e trionfa con un messaggio importantissimo: le parole di Michelle Yeoh

Foto di Martina Dessì

Martina Dessì

Web Content Editor

Content editor di tv, musica e spettacolo. Appassionata di televisione da sempre, designer di gioielli a tempo perso: ama i particolari, le storie e tutto quello che brilla.

Cosa significa riscrivere la storia? Forse arrivare dove nessuno era giunto prima. La carriera di Michelle Yeoh non ha però il sapore del riscatto ma quello del sogno, del desiderio mai abbandonato di raggiungere il traguardo che ha inseguito per una vita intera. Ed è così che, a 61 anni, la protagonista di Everything Everywhere All at Once, ha stretto il suo primo Premio Oscar che ha voluto dedicare alla sua mamma e a tutte le donne, con un importante messaggio per loro.

Michelle Yeoh, il messaggio per tutte le donne

Non è mai troppo tardi per realizzare i propri sogni. Michelle Yeoh ha lavorato duramente per raggiungere i suoi obiettivi, costruendo la sua Evelyn Wang – in Everything Everywhere All at Once – pezzo dopo pezzo. Non sorprende, quindi, che il suo personaggio sia stato premiato dall’Academy, che in lei ha individuato la miglior attrice protagonista (la pellicola ha fatto incetta di statuette, sette in totale, sei delle quali assegnate nelle categorie principali).

E così, a quasi 61 anni, è salita sul palco per ritirare la sua statuetta ma non ha dimenticato di avvertire le donne, quelle presenti in sala e le milioni che hanno seguito la sua premiazione: “Signore, non permettete a nessuno di dirvi che non siete più nel fiore degli anni“. Un massimo riconoscimento che lei ha ricevuto in una fase relativamente avanzata della sua carriera, particolare che ha voluto sottolineare con grande coraggio.

La dedica alla mamma: “Porterò la statuetta a casa”

“Per tutti i bambini e le bambine che mi assomigliano e che ci stanno seguendo questa sera, questo premio rappresenta una luce di speranza e di opportunità”, ha dichiarato l’attrice sul palco degli Oscar 2023, da prima artista asiatica a conquistare il premio più importante per il cinema internazionale.

Merito del suo talento, certo, ma anche di tutti quelli che hanno creduto in lei e in quella luce che ha sprigionato dedicando tutto alla sua mamma 84enne: “Devo dedicare questo premio a mia madre, a tutte le mamme del mondo, perché loro sono le vere super-eroine. Senza di loro, nessuno di noi sarebbe qui stasera. Lei ha 84 anni, e io le porterò questa statuetta a casa, in Malesia, da dove ci sta guardando proprio ora, con la mia famiglia e i miei amici. Vi voglio bene, ragazzi, questo premio è dedicato a voi”.

E infine, le sue parole per la famiglia, quella che le ha permesso di diventare quella che è oggi: “Voglio dedicarlo anche alla mia famiglia allargata di Hong Kong, dove ho iniziato la mia carriera: grazie per avermi sostenuto, dandomi una mano affinché potessi essere qui oggi”.

Il Premio Oscar conferito a Michelle Yeoh come miglior attrice protagonista in Everything Everywhere All at Once è il primo, dopo 20 anni, a essere assegnato a un attore non caucasico. Era infatti il 2002 quando Halle Berry ha conquistato il trofeo per Monster’s Ball – L’ombra della vita. Non è quindi un caso che la statuetta sia stata consegnata proprio da lei, meravigliosa 56enne per la quale il tempo sembra essersi letteralmente fermato.

Il legame con Jamie Lee Curtis

La rivincita dei perdenti, verrebbe da dire, anche se dei perdenti hanno ben poco. Tra loro, tra i riscattati di quest’edizione degli Oscar c’è anche lei, Jamie Lee Curtis, considerata una privilegiata per il suo nome e raramente ritenuta all’altezza delle prove con le quali si misurava. Everything Everywhere All at Once ha rappresentato un nuovo banco di prova, l’ennesimo, con il quale ha dimostrato di essere un’attrice grandissima, libera dal cliché della bellezza che non ha valore.

Michelle Yeoh e Jamie Lee Curtis
Fonte: IPA
Michelle Yeoh e Jamie Lee Curtis

Su quel palco è salita anche lei, finalmente, per ritirare il suo primo Premio Oscar. Una gioia che ha condiviso proprio con Michelle Yeoh, ex Miss Malesia e prima asiatica a ottenere il premio, sua compagna di set e grande amica. Le immagini che le ritraggono abbracciate, dopotutto, parlano chiaro. L’amicizia tra donne esiste, esiste davvero. Soprattutto se si ha qualcosa da condividere.