Prolattina alta: quali sono i sintomi, le cause e le cure?

La prolattina è un ormone prodotto dall’ipofisi coinvolto nella produzione del latte durante la gravidanza. Ecco cosa vuol dire quando il suo livello è alto.

Le analisi del sangue hanno evidenziato un parametro di prolattina più alto del normale? Se non siete incinta o non state allattando è bene fare ulteriori controlli.

Il livello normale di prolattina è indicativamente nelle donne non in gravidanza inferiore a 25 ng/mL; nelle donne incinte compreso nel range 34-386 ng/mL, negli uomini (non si tratta infatti di un ormone esclusivamente femminile, anche gli uomini lo hanno) non supera i 15 ng/mL.

Prolattina alta: cause
Le cause di un livello alto di prolattina nelle donne sono principalmente il fatto di essere incinta o di allattare, ma anche un forte stress, stanchezza, un eccesso di sport, lesioni toraciche, sindrome dell’ovaio policistico, ipotiroidismo, disturbi all’ipofisi, potrebbero influenzare questo parametro. Per questo motivo è bene ripetere più volte le analisi del sangue per essere certi di un’anomalia. Se le analisi ripetute confermano l’iperprolattinemia, è bene fare un test di gravidanza e se è negativo, bisogna rivolgersi a un medico per valutare le altre possibilità, fra cui anche che ci sia un adenoma (tumore benigno) ipofisario, che può essere rilevato solo con una risonanza magnetica del cranio.

Prolattina alta: sintomi
I sintomi tipici dell’iperprolattinemia sono l’assenza di mestruazioni per più di 6 mesi (amenorrea) e la secrezione di latte dai capezzoli (galattorrea). Dal momento che l’amenorrea blocca l’ovulazione la donna perde momentaneamente la sua fertilità. Si verificano talvolta anche calo del desiderio sessuale, seno turgido, ipogonadismo e disfunzione erettile nell’uomo.

Prolattina alta: cure
La prolattina alta si cura a seconda della causa che l’ha generata e dopo attenta valutazione del medico curante dell’entità del problema, con una terapia farmacologica, chirurgica o radioterapica. Generalmente la prima è l’opzione più consueta.

Prolattina alta: quali sono i sintomi, le cause e le cure?