Lady Diana, l’eclissi solare che la condannò alla tragica fine

Un'eclissi di Sole si verificò nel weekend della morte di Diana. La sua astrologa e amica Debbie Frank l'aveva predetta

La tragica morte di Lady Diana, avvenuta 25 anni fa il 31 agosto 1997, è stata segnata da un’eclissi solare nel ciclo di Saros, considerato dagli astrologi portatore di eventi nefasti, da malattie a incidenti e spesso presagio di preoccupazioni ossessive. Anche l’amica astrologa della Principessa, Debbie Frank, confesso di averle predetto che le sarebbe accaduto qualcosa di straordinario nel weekend in cui morì e questo perché aveva previsto la maligna eclissi solare che avvenne un paio di giorni prima della sua dipartita.

Lady Diana, l’eclissi solare che segnò la sua morte

Non solo la morte ma anche la vita di Lady Diana è stata segnata da eclissi solare nel ciclo di Saros, che si ripetono ogni 18,5 anni. Questo fenomeno celeste è stato il più vicino alla data di nascita della Principessa, il primo luglio 1961. E si verificò anche in occasione del suo matrimonio con Carlo, il 29 luglio 1981.

Le eclissi solari, la più recente per noi cade il 25 ottobre 2022, hanno segnato dunque tutta l’esistenza di Diana e non le hanno portato fortuna. A cominciare da quella che si è verificata nel giorno del suo matrimonio e questo perché, stando agli astrologi, il ciclo di Saros porta tensioni familiari, mette sotto pressione le relazioni e spinge a decisioni affrettate sulla base di informazioni false e distorte.

Allo stesso modo, l’eclissi solare che è avvenuta nel weekend della sua morte. Secondo il racconto di Debbie Frank, Diana pensava che questo fenomeno le avrebbe portato fortuna. Era un periodo positivo per lei. Con Dodi al Fayed stava bene, vedeva più spesso i figli William e Harry ed era molto impegnata con le sue attività benefiche. E invece, le stelle, se ci vogliamo credere, avevano per lei altri piani, strappandola alla vita a soli 35 anni.

Lady Diana, le previsioni di morte della sua astrologa

Quando Diana è morta, spiegano gli astrologi, Plutone stava esercitando la sua influenza sulla casa natale della Principessa. I pianeti non erano benevoli con lei in quel momento. Anche Nettuno era congiunto con Saturno e questo le dava grande incertezza. Mentre Urano incline agli incidenti si opponeva a Marte e al Sole. Insomma, la Principessa aveva gli astri contro e nelle peggiori congiunzioni dove gli influssi benigni erano del tutto offuscati da quelli maligni. E il Sole indebolito dall’eclissi ha dato il suo contributo nefasto che avrebbe segnato il tragico destino di Diana, in pratica spacciata per volere delle stelle, ammesso che si possa dare credito agli astrologi e che la nostra esistenza sia davvero determinata dagli influssi astrali.

Di sicuro, Debbie Frank, cui la Principessa era molto legata, è convinta che gli astrologi possono predire il futuro ma non hanno alcun potere sulla morte: “Non avevo idea che sarebbe morta e non avrei potuto impedire l’evento. Mettiamo in chiaro una cosa: gli astrologi non possono prevedere la morte”.

Solo un’eclissi solare portò fortuna a Diana, quella che avvenne in concomitanza della nascita di suo figlio William, il 21 giugno 1982, anche se la profezia di Nostradamus dice che non diventerà mai Re e che al suo posto salirà al trono suo fratello Harry.