Conosci il doomscrolling? Ecco cos’è e come evitarlo

Leggere (troppe) brutte notizie fa male: ecco perché devi liberarti del doomscrolling e i consigli per farlo

Andrea Carubia Psicologo e sessuologo Si occupa di promozione del benessere psicologico e sessuale dell'individuo e della coppia al fine di migliorare il rapporto con sé stessi e gli altri.

Tanti anni fa per leggere notizie di cronaca era necessario recarsi in edicola e comprare l’ultimo numero del giornale. Tuttavia, con l’avvento di Internet, cercare e leggere notizie di cronaca è diventato sempre più semplice, portando a conseguenze positive ma anche negative come, ad esempio, il doomscrolling.

Il doomscrolling, infatti, è la pratica di cercare compulsivamente cattive notizie online, trascorrendo ore o persino intere giornate su social network o giornali online.

Ma perché questo fenomeno è così diffuso? Di seguito esamineremo le cause principali.

Il doomscrolling e le sue cause

Le cause di questo fenomeno spiacevole sono principalmente tre:

  • La curiosità dei lettori, la quale li spinge a cercare sempre più informazioni, per soddisfare la loro sete di conoscenza.
  • La paura di perdersi notizie importanti, che spinge la gente a trascorrere intere giornate su internet e sui social network per assimilare il maggior numero possibile di notizie.
  • Gli algoritmi dei social network, i quali favoriscono la diffusione di notizie negative rispetto a quelle positive, poiché tutti noi prestiamo più attenzione agli avvenimenti negativi, così da sentirci più preparati ad affrontare le difficoltà future.

Doomscrolling: 5 consigli per evitarlo

Il fenomeno del doomscrolling può coinvolgere ognuno di noi, sia uomini che donne e sia adulti che ragazzi, tuttavia, seguendo dei semplici accorgimenti eviteremo di cadere in questa brutta trappola.

  • Essere consapevoli dei pericoli nascosti dietro il doomscrolling. Solo se capiremo l’importanza di evitare questo tipo di atteggiamento riusciremo a fronteggiarlo nel modo giusto.
  • Dai a te stessa dei limiti. Per evitare di perdere tempo prezioso, stabilisci in anticipo il tempo da dedicare alla ricerca e lettura delle informazioni di cronaca e poi rispetta il limite scelto. Per rendere tutto ciò più semplice, puoi organizzarti per svolgere altre attività piacevoli quando sarà arrivato il momento di mettere da parte le notizie di cronaca.
  • Scegli fonti attendibili. Se vuoi informarti sulla situazione non c’è nulla di sbagliato, ma assicurati di scegliere una fonte attendibile, che dia non solo notizie negative ma anche positive. Così facendo, alimenterai la tua mente non solo di pensieri negativi ma anche di notizie edificanti e ti sentirai più sicura.
  • Leggi le notizie da un solo sito. Dopo aver individuato il giornale online più affidabile e piacevole da leggere, resisti alla tentazione di passare al sito successivo. Così facendo non solo le notizie negative saranno certamente meno, ma soprattutto quando avrai finito di leggerlo dovrai aspettare i post successivi e, di conseguenza, non trascorrerai l’intera giornata leggendo altre notizie.
  • Blocca le notifiche delle pagine social che diffondono notizie negative. Oggi più che mai i social network non vengono utilizzati solo per divertirsi, ma al suo interno è possibile trovare qualsiasi tipo di informazione. Le notizie diffuse vengono scritte con lo scopo di ottenere il maggior numero possibile di click, realizzando titoli sensazionalistici che molto spesso ingannano il lettore.  Se dopo aver visto i loro articoli non riesci a smettere di fare ricerche su Internet, smetti di seguire quella pagina o blocca le notifiche.

Se seguirai questi piccoli accorgimenti riuscirai a soddisfare la tua sete di conoscenza ma, allo stesso tempo, non cadrai nella trappola del doomscrolling, rendendo piacevole ed edificante informarsi sulle notizie di cronaca.

Andrea Carubia

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conosci il doomscrolling? Ecco cos’è e come evitarlo