Plastic Free July: cos’è?

Un mese per sensibilizzare ed educare ad un minore consumo di plastica: ecco cos'è il Plastic Free July

Angela Inferrera Fashion blogger

Il Plastic Free July è un movimento globale nato per dare spunti concreti per evitare di utilizzare la plastica nella nostra vita quotidiana in modo da avvicinarci il più possibile ad un ambiente libero dalla plastica. E noi nel nostro piccolo come possiamo partecipare?

Plastic Free July: perché è importante

Ormai è di dominio pubblico: la plastica e le microplastiche stanno avvelenando i nostri mari, uccidendo e danneggiando la fauna marina e sono entrate praticamente all’interno della catena alimentare. A parte la Great Pacific Garbage Patch, ossia l’isolotto di spazzatura al largo dell’Oceano Pacifico, grande come la Groenlandia, anche le microplastiche hanno un ruolo cruciale nell’inquinamento da plastica: si stima infatti che siano circa il 30% del totale della plastica presente negli oceani. E quel che è peggio, è che non sono destinate a smaltirsi in tempi brevi.

Plastic Free July: cos'è?

A questo si aggiunge che molta della plastica che viene prodotta non viene riciclata o perché non viene conferita correttamente (e quindi finisce in mare) oppure perché si tratta di materiali che non possono essere smaltiti, come i poliaccoppiati (i tubetti del dentifricio, ad esempio, o le confezioni di caffè.  Per questo, in attesa di trovare una soluzione industriale che permetta un maggiore riciclo della plastica, sarebbe bene trovare delle alternative che ci permettano di ridurne al massimo l’utilizzo.

Plastic Free July: applichiamolo alla nostra vita

Quasi in ogni ambito della nostra vita possiamo trovare delle alternative alla plastica usa e getta: dall’utilizzo di una borraccia, a quello delle caraffe filtranti, al riuso delle buste della spesa, alla scelta prodotti sfusi dovunque possibile. Ogni volta che vado al supermercato resto sempre impressionata dalla corsia degli shampoo e bagnoschiuma: solo una piccolissima porzione è dedicata alle saponette, mentre metri e metri di scaffali sono pieni di flaconi di plastica di prodotti liquidi. Cominciare a cambiare qualche piccola abitudine, come lavarsi con una saponetta invece che con un bagnoschiuma liquido, è un modo come un altro per fare la differenza.

Plastic Free July: cos'è?

Plastic Free July: spargiamo la voce

In bagno, in cucina, mentre facciamo il bucato, in viaggio, nel nostro armadio, è possibile ridurre l’uso di plastica e avere atteggiamenti più virtuosi. Se siamo noi i primi a dare l’esempio, anche le nostre amiche saranno contagiate dalla spinta al cambiamento. On line, da Instagram a Pinterest, ci sono tantissimi profili che danno quotidianamente consigli pratici per vivere in modo plastic free e non è poi così difficile: si tratta semplicemente di cominciare! Perché questo luglio, non ci provi anche tu?

Plastic Free July: cos'è?

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Plastic Free July: cos’è?