In viaggio con i bambini: dall’Auto allo Zaino, l’ABC del viaggiare sereni

Cosa mettere nello zaino, come preparare la pappa, come far passare il tempo ma soprattutto le regole per affrontare un viaggio sicuro in auto. Il seggiolino è d’obbligo! Ecco i consigli utili  se devi viaggiare con i bambini.
COSA METTERE NELLO ZAINETTO PER IL BAMBINO

Se viaggiamo con i bambini, può essere una buona idea preparare una borsa o uno zainetto solo per loro, per avere a portata di mano tutto quello che può servire ai piccoli viaggiatori. Aprire le valigie in viaggio perché ci serve qualcosa al loro interno non è il massimo. Quindi pensiamo bene a cosa mettere nello zainetto per il nostro bimbo.

Neonato: Se viaggiamo con un neonato, si renderanno necessari diversi cambi di pannolino. Quindi nella borsa ricordiamoci di mettere:

3-4 pannolini (ovviamente il numero dipende dalla durata del tragitto);
salviettine umidificate;
una crema lenitiva per prevenire gli arrossamenti del sederino;
– se ce l’abbiamo, può essere molto utile un fasciatoio portatile, che permette di cambiare il bebè ovunque, persino in macchina;
– in più portiamoci un cambio di tutto nel caso il cucciolo si dovesse sporcare.

Se viaggiamo con l’aria condizionata dobbiamo portare con noi una crema per il corpo perché la pelle dei neonati si secca molto facilmente e ricordiamoci un golfino nel caso faccia troppo freddo.

Dall’anno in su: Quando i bimbi crescono viaggiare diventa più complicato: infatti, se i neonati probabilmente dormiranno per buona parte del tempo, per i più grandicelli c’è il rischio che subentri il fattore noia. Può essere una buona idea far scegliere al bambino un gioco o un libro per il viaggio, oppure comprare un giocattolino nuovo apposta per l’occasione. Ovviamente puntiamo su cose poco ingombranti! 
LA PAPPA
IN VIAGGIO

In viaggio, per quanto possibile, è consigliabile cercare di non stravolgere orari e abitudini alimentari del bambino. Le necessità, ovviamente, variano con l’età.

Allattamento: I neonati allattati al seno sono i più facili da gestire: la mamma è una praticissima fonte di nutrimento! Per quelli allattati artificialmente, invece, ricordiamoci di preparare una borsa con tutto il necessario: latte in polvere, acqua minerale, biberon sterilizzato (se il viaggio è lungo portiamone più di uno, perché può non essere facile sterilizzarlo in viaggio), eventualmente anche un disinfettante per pulire la superficie dove appoggeremo tutta la nostra “attrezzatura”.

Svezzamento: Con i bimbi svezzati la questione si complica. Se il viaggio non è troppo lungo, sarebbe consigliabile rimandare il pasto fino all’arrivo. In alternativa, per il pasto affidiamoci agli omogeneizzati che garantiscono una chiusura ermetica. L’ideale è conservarli in un borsa termica. Con gli omogeneizzati eliminiamo anche il problema di doverci portare piattini, scodelline e ciotoline. Ricordiamoci solo i cucchiaini e i bavaglini (ne esistono anche di carta usa e getta, comodissimi per i viaggi!).

Quando si cresce: Per i bimbi più grandi non serve portarsi tutto da casa: mangeranno le stesse cose che mangiamo noi nelle aree di sosta o al ristorante. Ricordiamoci però che in auto spesso si mangia per noia, quindi teniamo pronto qualche pacchetto di cracker e uno di caramelle o di gomme da masticare. Attenzione: il cibo va dispensato con parsimonia, il piccolo non deve passare tutto il tempo a mangiare!
I GIOCHI DA FARE IN AUTO

“Siamo arrivati?” Quante volte sentiamo questa domanda? Andare in vacanza è uno spasso ma, se le ore che si passano in macchina sono tante, i bimbi finiscono per annoiarsi. Ecco alcuni giochi da fare in auto per trascorrere il tempo in modo divertente e rendere il viaggio parte della vacanza.

Un gioco per i più piccoli: Un giocatore pensa a un animale e gli altri devono indovinare qual è l’animale facendo a turno una domanda.

Un gioco con le parole: “È arrivato un carico pieno di…” Questo è un gioco classico, che probabilmente avrete fatto anche voi da bambini. Si dice questa frase seguita da una lettera dell’alfabeto, e gli altri giocatori devono dire a turno una parola che inizi con quella lettera.

Un gioco con i numeri: Ciascun giocatore sceglie una cifra, che dovrà poi ritrovare nelle targhe, nei cartelli, e nelle altre cose che si vedranno durante il viaggio. Vince chi ritrova la cifra più volte.

Un gioco di memoria: Si inizia con una parola. Il giocatore successivo la ripete e ne aggiunge un’altra. Il terzo giocatore (o di nuovo il primo se si gioca in due) ripete le prime due parole e ne aggiunge una terza. E si va avanti così aggiungendo sempre una parola nuova e formando una catena di parole che vanno ripetute tutte nello stesso ordine.

Un gioco con carta e penna: Bastano un foglio e una matita per un gioco che tutti conoscono: battaglia navale. Si gioca in due: stando attenti che l’avversario non possa vedere il nostro foglio, disegniamo una tabella suddivisa in riquadri dove andremo a inserire le nostre navi (disegnandole ovviamente), nell’ordine che più ci piace. Numero di navi e grandezza della tabella vanno decise prima di iniziare. Poi, a turno, si “spara” scegliendo una casella e cercando di “colpire” o “affondare” le navi dell’avversario.

LA SICUREZZA IN AUTO

Quando si parte per andare in vacanza, ma anche nei brevi tratti di strada che percorriamo quotidianamente, la sicurezza dei nostri bambini deve avere la precedenza su tutto. In auto, il seggiolino è d’obbligo. E non solo perché lo dice la legge, ma soprattutto perché la nostra coscienza di genitori dovrebbe spingerci a fare tutto il necessario per garantire ai nostri bimbi un viaggio sicuro.

Le regole per un viaggio in tutta sicurezza:

non lasciate il bambino libero in macchina, cioè non legato al seggiolino, neppure per brevi tratti;
non fissate il seggiolino sul sedile anteriore se l’auto è provvista di airbag;
seguite attentamente le istruzioni per montare il seggiolino sull’auto;
– se la macchina è rimasta al sole, verificate che il seggiolino non sia bollente prima di metterci il bambino; – dopo un incidente il seggiolino va sostituito perché la struttura potrebbe essersi danneggiata.

Consigli per l’acquisto del seggiolino:controllate l’etichetta per verificare che il seggiolino sia omologato con le ultime normative europee (deve riportare la sigla ECE-R44/04);
evitate di acquistare seggiolini usati se non ne conoscete la provenienza o se sono troppo vecchi;
controllate che le cinture siano regolabili sia in altezza che in lunghezza, per poterle adattare alla crescita del bambino;
meglio scegliere delle cinture piuttosto larghe: quelle sottili tendono ad arricciarsi e a complicare ogni salita in macchina;
– l’aggancio delle cinture deve essere facile da slacciare per un adulto, così da poter estrarre facilmente il bambino dalla macchina in caso di emergenza, ma la chiusura deve essere abbastanza dura perché il piccolo non si liberi da solo; – provate il seggiolino prima di comprarlo: i sedili delle macchine non sono tutti uguali e il seggiolino potrebbe non andar bene; – se pensate di spostare spesso il seggiolino da un’auto a un’altra, verificate che l’operazione sia semplice.

Fonte:

In viaggio con i bambini: dall’Auto allo Zaino, l’ABC del viaggiar...