Carlo d’Inghilterra, le manie segrete del Principe del Galles

Un'autobiografia non autorizzata racconta il lato oscuro di Carlo d'Inghilterra, svelando i segreti (imbarazzanti) dell'erede al trono

Manie segrete e modi da despota: Carlo d’Inghilterra è al centro di un nuovo scandalo che ha coinvolto Buckingham Palace.

A scatenarlo una biografia non autorizzata, scritta dal giornalista Tom Bower, che ha deciso di svelare il lato oscuro del Principe Carlo. Sorridente e affabile in pubblico, in privato, e soprattutto con i suoi dipendenti, Carlo sarebbe tutt’altro che gentile. Tutto a causa delle sue numerose manie e di fissazioni piuttosto bizzarre che potrebbero mettere a rischio la sua (ormai annunciata) successione al trono.

Secondo quanto rivelato dagli amici dell’ex marito di Lady Diana, Carlo si comporta con loro come un despota. Quando ha ospiti a Sandringham, spesso fa proiettare il suo film preferito, Gosford Park, e il più delle volte si addormenta nel corso della sua visione. Non solo: se invita gli amici a cena di solito si siede a tavola con mezz’ora di ritardo, magari perché non ha voglia di mangiare una portata.

Alle sue dipendenze ha un centinaio di persone, divise fra le sue 6 residenze, che temono le sue reazioni esagerate. A quanto pare Carlo è capace di urlare a squarcia gola se la temperatura del suo studio non è abbastanza confortevole e durante i numerosi viaggi in giro per il mondo non ammette che ci siano errori di nessun tipo.

Non solo: nelle sue immense tenute si rifiuta di utilizzare diserbanti e pesticidi, per questo costringe quattro giardinieri a percorrere quotidianamente i prati per staccare le erbacce a mano, mentre durante la notte alcuni servitori indiani si avventurano con le torce per catturare le lumache.

Organizzare un viaggio per Carlo (e per Camilla Parker Bowles) è tutt’altro che semplice. Il Principe infatti pretende di portare con sè alcuni oggetti personali che lo “fanno sentire a casa”, costringendo ben due tir a seguirlo. Il papà di William e Harry è tutt’altro che “frugale”, come viene spesso descritto da Buckingham Palace, ma durante i viaggi pretende di portarsi dietro il proprio materassa, il whisky preferito da 1200 dollari al litro, la tavoletta del WC, l’esclusiva carta igienica Kleenex Premium Comfort e dei quadri da appendere alle pareti. Quando è invitato a cena da qualche parte non mangia mai, ma preferisce far preparare i suoi pasti dal cuoco personale, utilizzando il cibo biologico proveniente dalle sue coltivazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carlo d’Inghilterra, le manie segrete del Principe del Galles