Topi in casa, come liberarsene velocemente

I più sgradevoli tra gli ospiti, i topi si avvicinano alle nostre case in cerca di cibo, ecco come stanarli e allontanarli per evitare danni e malattie

Tra gli ospiti indesiderati in casa, i topi sono certamente i peggiori, e spesso ci sono dei campanelli d’allarme per capire la loro presenza. I rimedi per liberarsene velocemente sono numerosi, da quelli più classici ai metodi più alternativi, anche per impedire il loro ritorno. Un vero fastidio e un rischio per la nostra salute, ecco come agire.

Perché dobbiamo cacciare i topi dalle nostre case

Nelle nostre abitazioni, specie se abitiamo in campagna, ai piani bassi o nei pressi di grandi distese verdi, possono esserci degli ospiti che si insinuano alla ricerca di cibo. Stiamo parlando dei topi che, specie nei mesi più freddi, non trovando di che mangiare all’aperto, cercano di avvicinarsi alle case. Non stiamo parlando di un problema da nulla, i topi possono creare diversi problemi alle strutture, lasciare sporcizia e cattivi odori, mangiano il nostro cibo e sono portatori sani di gravi malattie. Non solo, si riproducono in fretta, quindi potreste trovare la casa invasa in poco tempo: infatti, una femmina può avere dalle 5 alle 10 cucciolate all’anno, e fino a 10 topi per cucciolata.

Come capire che abbiamo i topi in casa

Spesso è difficile stanarli, si nascondono in posti poco accessibili, ma ci sono dei campanelli d’allarme per capire se abbiamo questi animali in casa.

I fili dei nostri elettrodomestici rosicchiati, il cibo aperto e mangiato (pericoloso anche per le formiche) anche se non siamo stati noi a farlo, piccole tracce nere dei loro escrementi, sono questi i primi segnali che non siamo più soli. E ancora piccoli fori sulle scatole di cartone degli alimenti, dalla pasta ai cereali, rumori di graffi provenienti dalle pareti, e uno spiacevole odore di muffa che ristagna in tutta la casa. Se avvertite anche solo alcuni di questi segnali è l’ora di intervenire.

Come evitare l’invasione

La pulizia è il criterio fondamentale per tenere lontani tutti gli animali indesiderati da casa nostra, topi e non solo. Assicuratevi sempre di non lasciare residui di cibo nei mobili o negli angoli, spazzate e lavate sempre bene a terra. Non lasciate i piatti sporchi nel lavello, e utilizzate dei contenitori di alluminio sigillati per i vostri rifiuti.

Se temete l’arrivo dei topi per i pacchi di alimenti aperti (pasta, biscotti, fette biscottate), scegliete barattoli con la chiusura ermetica, niente buste che si aprono facilmente. Se possedete una compostiera e sospettate l’intrusione dei roditori, è arrivato il momento di sostituirla.

Sappiamo bene poi che questi animali si insinuano nelle fessure dei muri, e in tutte le vie d’accesso delle nostre case. Armatevi di pazienza e sigillatele tutte, e non trascurate un controllino ai cassoni delle tapparelle, persino da questi spazi può arrivare l’invasore inaspettato.

Rimedi naturali per allontanarli

I metodi più classici per allontanare i topi sino quelli naturali, l’utilizzo di alcune piante il cui odore è sgradevole per i roditori. La menta peperita è la più indicata contro questi animali (come per le vespe): infatti, tenendo una piantina sul vostro terrazzo o in giardino, state pur certi che non avrete ospiti indesiderati.

Chi non ha il pollice verde o lo spazio adatto, può ricorrere all’olio di menta peperita: imbevete dei batuffoli di cotone con questa essenza, e posizionateli in punti strategici della casa. Il risultato è assicurato. In alternativa potete optare per l’olio essenziale di eucalipto, ricordandovi di sostituire i batuffoli al massimo ogni tre settimane.

Che dire poi delle foglie di alloro, utilissime in queste circostanze. Posizionatele negli armadi, nella dispensa, negli angoli della cucina e sul davanzale delle finestre. Anche questo odore non piace affatto ai topi.

Altra pianta utile in questa battaglia è la ruta comune, splendida pianta ornamentale, che può essere sistemata in prossimità delle aperture. O ancora potete spruzzare nelle tubature una soluzione a base di olio, aglio, pepe e rafano.

Il metodo per eccellenza? Avere un gatto in casa, l’acerrimo nemico dei roditori, è un ottimo deterrente: è un cacciatore nato, e la sua presenza farà cambiare idea a ogni aspirante inquilino della vostra dimora. Non solo, la lettiera del nostro amico a quattro zampe, che emana l’odore di ammoniaca dell’urina, fa subito scappare i topi, che si rendono conto di non essere soli in casa.

Metodi alternativi contro i topi

Se i rimedi naturali non sono serviti (o non fanno per voi) sappiate che ci sono altri innumerevoli modi per combattere i topi. Iniziamo con il bicarbonato di sodio, che scaccia questi animali, e vi basterà cospargere la casa con questa sostanza, senza esagerare, non arrecando danni agli uomini e agli eventuali animali domestici.

La lana d’acciaio, messa davanti ai buchi nel muro, vicino alle porte o persino nelle tubature, non farà passare i topi, che non riusciranno a rosicchiarla. Ci sono poi i dispositivi repellenti a ultrasuoni, che disorientano il nostro nemico, con un rumore assai sgradevole per le loro orecchie, senza però nuocere. I suoni sono variabili, quindi non si possono adattare ad essi, e scapperanno.

Nessuno vorrebbe ricorrere a questi rimedi, ma sono ad oggi ancora (purtroppo) tra i più usati: stiamo parlando delle trappole a scatto e dei veleni (decisamente sconsigliati se avete bambini e animali domestici). Ora sono in commercio anche le trappole adesive, che ci sentiamo di sconsigliare, perché causano la morte del topo per stress o per fame, e possono intrappolare anche altri animali.

L’ultima risorsa: chiama un disinfestatore

Ci sono dei casi in cui nessun rimedio dei precedenti è efficace, e stiamo parlando, ad esempio, di case abbandonate o di campagna piene di topi, che si riproducono di continuo e che non riuscirete mai a cacciare da soli.

In questo caso è giusto chiedere l’intervento di un professionista: il disinfestatore saprà cosa fare, è inutile e rischioso provare a sconfiggere da soli una colonia di roditori tra le mura domestiche.

Ricordate, la derattizzazione fai da te è possibile solo nei casi più semplici, come ad esempio di un paio di esemplari, non abbiate remore ad affidarvi a mani esperte nel caso si tratti di numerosi topi, o i rimedi precedenti non facciano al caso vostro, e fatelo sempre in tempi brevi.