Pulire casa con i bimbi piccoli: 4 dritte imperdibili

Pulire la casa avendo bimbi piccoli sembra un’impresa titanica. Ecco dei consigli per alleggerirne il peso e coinvolgere l’intera famiglia

Quando si hanno bimbi piccoli, pulire la casa diventa una fatica che ci risparmieremmo volentieri. Eppure sappiamo bene che l’igiene in cui si muovono i nostri cuccioli è fondamentale per la loro crescita e la loro salute. Per affrontare al meglio e con positività questa “impresa” di pulizie casalinghe, soprattutto in periodi di stanchezza e di forte stress come sono i primi anni di vita dei figli, non resta che rimboccarsi le maniche e usare l’ingegno, cercando di coinvolgere tutta la famiglia e alleggerendo, con qualche piccolo e simpatico stratagemma, il peso di questi obblighi.

La prima cosa da fare è collaborare. In molti casi si dovrà iniziare facendo capire al coniuge più pigro, spesso il marito, che le faccende domestiche vanno condivise. Questo aspetto, oltre ad essere giusto, è molto educativo poiché instilla sin da subito la coscienza della parità fra i generi. In casi estremi, se cioè il partner si rifiuta di aiutare, ci si può rivolgere a uno psicologo della coppia o adottare un metodo più pragmatico: smettere di occuparsi di tutta la gestione familiare, vivendo nel disordine finché il compagno inizierà a fare qualcosa.

Un trucco per intrattenere i più piccoli è l’aspirapolvere che si può usare, ad esempio, quando un bimbo piange per capricci o perché non riesce a dormire. Il rumore improvviso e prolungato nella maggior parte dei casi riesce a stregare il bambino che, quindi, si calma. Lo stesso effetto, solitamente, è attribuito alle lavatrici. L’effetto rilassante, comunque, non dura a lungo, perciò è bene approfittarne quotidianamente, ma per poco tempo. Per pulire casa, se i bimbi piccoli non sono proprio dei neonati, si può coinvolgerli come se fosse un gioco, poiché fino all’adolescenza, ai bambini piace molto aiutare i genitori.

Ai piccoli si possono delegare alcune incombenze come stendere il bucato con mollette colorate, giocare a pulire con gli attrezzi baby mentre le mamme e i papà fanno i casalinghi occupandosi di pulizie vere, innaffiare le piante, passare ai grandi le stoviglie da asciugare. Le pulizie possono diventare un gioco per la famiglia, a cui dedicare qualche ora a settimana: musica allegra, abbigliamento comodo e stimolante, come i fazzoletti colorati in testa, e la suddivisione dei compiti. Ai piccoli, ovviamente, quello di riassettare al meglio la propria cameretta.

Pulire casa con i bimbi piccoli: 4 dritte imperdibili