Lavatrice, come sbiancare il bucato senza candeggina

Vestiti bianchi senza l'utilizzo della candeggina: il trucco più efficace per il bucato senza macchie

Tra i rimedi casalinghi, solitamente la candeggina è il miglior alleato per ottenere il nostro bucato bianco e senza macchie, ma non è l’unico metodo efficace per sbiancare i vestiti e renderli luminosi: ci sono alternative, anche naturali, che potrebbero diventare fondamentali per una buona riuscita.

Lavatrice, bucato da smacchiare: i motivi

Esiste più di un motivo per il quale i vestiti a un certo punto necessitano di essere sbiancati; che sia una maglietta o una camicia bianca, all’acquisto perfettamente candida, prima o poi potrebbe ingiallirsi o presentare delle macchie che ovviamente rendono i nostri capi preferiti non indossabili. Solitamente ricorriamo subito all’utilizzo della candeggina per far tornare i vestiti super brillanti e bianchi esattamente come quando li abbiamo scelti in negozio, ma qualora non volessimo ricorrere a soluzioni chimiche, dobbiamo sapere che esistono altri rimedi efficaci e naturali. Ma perché all’improvviso i tessuti ingialliscono o perdono in qualche modo il loro bianco splendido?

Innanzitutto, potrebbe esserci stato un errore durante il lavaggio: se inseriamo nel cestello della lavatrice più capi, senza fare attenzione al loro colore, ci potrebbe essere un trasferimento di esso tra i vari tessuti; anche il detersivo stesso o l’ammorbidente possono provocare cambiamenti sul bucato, infatti i loro residui potrebbero insidiarsi nel tessuto e modificarlo.
Un’altra causa riguarda l’ambiente che ci circonda: l’inquinamento atmosferico, così come la nicotina, possono provocare ingiallimenti nei nostri capi preferiti; infine, ma non per importanza, bisognerebbe sempre fare attenzione ai cibi o alle bevande che si consumano, e anche a creme e oli che si utilizzano per il corpo che potrebbero creare macchie difficili da eliminare se non si agisce subito in qualche modo.

Bucato da smacchiare senza candeggina

La candeggina è ovviamente la soluzione perfetta per eliminare le brutte macchie, ma bisogna anche utilizzarla con la giusta attenzione perché potrebbe creare danni irreversibili; in ogni caso conviene non effettuare azioni di sbiancamento su capi d’abbigliamento che abbiano stampe colorate, perché si finirebbe per rovinarli definitivamente.

La prima alternativa alla candeggina è l’aceto bianco distillato: tutto ciò che bisogna fare è unire un bicchiere di aceto bianco a un litro di acqua calda e immergere il capo all’interno lasciando agire la miscela per una notte intera prima di procedere con un normale lavaggio.

Tra i rimedi più naturali c’è senza dubbio il limone! Anche in questo caso basterà unire mezzo bicchiere di succo di limone a una bacinella piena d’acqua calda lasciando agire il tutto per almeno un’ora prima del risciacquo; l’acido citrico del frutto riesce a sbiancare i tessuti e agisce meglio su cotone, lino e poliestere. Lo stesso procedimento funziona anche con il bicarbonato di sodio, che nel mondo casalingo è un grandissimo alleato sotto vari aspetti.

Sembrerà strano, ma anche lasciare i propri vestiti al sole può essere la soluzione giusta; è risaputo, infatti, che stendere per troppo tempo sotto i raggi del sole un vestito colorato (nero, soprattutto) non è una grande mossa perché i raggi UV sbiancano i tessuti. Proprio per questo, quindi, è un ottimo trucchetto per rendere più luminoso il bucato bianco che tende all’ingiallimento.