Tradescantia

Perenne a portamento prostrato, coltivata per il fogliame molto ornamentale. Ha infatti foglie ovali e carnose, portate da corti piccioli, con striature color bianco crema e la pagina inferiore color porpora (T.fluminensis) o con striature bianche e porpora (T.albiflora tricolor). Ideale per la coltivazione in vasi o cesti appesi al soffitto o alle pareti.

Descrizione

  • Famiglia – Commelinaceae
  • Genere – Tradescantia raggruppa 60 specie perenni
  • Nome botanico – Tradescantia spp. (specie varie)
  • Provenienza – America del sud
  • Sviluppo – Rapido
  • Altezza – 30-60 cm
  • Difficoltà – Bassa
  • Periodo fioritura – Nessuno

La manutenzione

  • Esposizione: Luminosa per conservare le striature delle foglie, evitate il sole diretto
  • Temperatura: Ideale 18 °C, minima 15 °C, massima 22 °C
  • Umidità: Media, nebulizzate le foglie nei mesi più caldi
  • Terriccio: Sciolto con aggiunta di torba e sabbia
  • Acqua: Regolare e moderata, mantenete sempre umido il terriccio; nei mesi invernali, è sufficiente tenere la terra appena umida
  • Concimazione: Da maggio a settembre, 2 volte al mese, con un fertilizzante liquido aggiunto all’acqua di annaffiatura
  • Rinvasatura: Non si esegue, le piante vecchie perdono le foglie basali e si svuotano
  • Potatura: Cimate gli apici vegetativi delle piante giovani per stimolare la ramificazione, tagliate i rami con foglie secche; asportate i rami con foglie verdi nelle varietà a foglia striata
  • Moltiplicazione: Da aprile a settembre, prelevate talee di 7-8 cm e mettetele in acqua o nel terriccio

Il rimedio

Foglie scolorite: ragnetto rosso favorito da temperature basse. Scegliete una posizione calda e riparata dalle correnti d’aria, o trattate con acaricida specifico.
Scomparsa delle striature delle foglie: poca luce. Scegliete una posizione più luminosa evitando il sole diretto
Foglie ingiallite e deformate: afidi verdi, insetti che si nutrono della linfa provocando il deperimento della pianta. Trattate con insetticida specifico
Pianta deperita: marciume radicale, malattia favorita da ristagni idrici. Lasciate asciugare il terriccio prima di riprendere le annaffiature

Il consiglio

Pulite le foglie nebulizzandole con acqua tiepida nelle prime ore del mattino, per evitare scottature; non usate lucidanti fogliari

Lascia un commento

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tradescantia