Come scaldare gli ambienti di casa: idee geniali

Con l'arrivo del freddo, bisogna cercare di tenere la casa calda e accogliente: scopri come

Foto di Mara Locatelli

Mara Locatelli

Giornalista e Seo content creator

Giornalista, scrittrice, Seo copy. Collaboro con aziende per migliorarne la visibilità on line. L’arredamento è uno dei miei temi: in cantiere una newsletter su interior design.

Quando la temperatura inizia a scendere, cresce la necessità di capire come riscaldare casa senza fare lievitare i costi. Certo, la cosa migliore sarebbe controllare l’isolamento dell’abitazione e sostituire i vecchi serramenti. Sono interventi fondamentali per evitare inutili sprechi energetici e permettono di risparmiare parecchi soldi in bolletta.

Fortunatamente ci sono poi tanti altri piccoli trucchi efficaci che puoi imparare, insieme a buone abitudini e partici metodi per riscaldare casa senza sobbarcarsi impegnativi lavori di ristrutturazione.

Per rendere confortevole un’abitazione durante i mesi più freddi dell’anno è importante capire subito come scaldare casa in maniera intelligente. Scegliere tra un impianto di riscaldamento e un altro può fare una grande differenza in termini di efficienza e anche di risparmio economico. Ma non basta. Conviene anche fare attenzione a ottimizzare il calore diffuso dagli impianti domestici in funzione degli spazi e delle reali necessità abitative.

Ecco alcuni utili accorgimenti per riscaldare ogni stanza in  modo economico, alleggerire la bolletta, e ridurre le emissioni di anidride carbonica che avvelenano l’aria e fanno ammalare il pianeta.

Come scaldare casa senza sprechi

Di recente è stata stilata una ricerca con conseguente classifica dei metodi più economici e green per riscaldare casa. Il sistema di riscaldamento più vantaggioso, tenuto conto anche dei lavori di installazione e del costo dell’energia, è risultato essere quello fornito dalle pompe di calore elettriche. Un impianto utile anche quando serve ottenere il risultato opposto, ovvero rinfrescare casa per sopravvivere al calore dell’estate. Chi ha questo tipi di impianti è già a cavallo, ma può comunque trovare utile imparare come riscaldare casa senza incappare in inutili sprechi di energia.

Alcune persone credono che impostare periodicamente il termostato su una temperatura più bassa non faccia risparmiare alcun denaro. Sostengono che la caldaia debba lavorare e consumare molto di più, ogni volta che si decide di alzare di qualche grado la regolazione del termostato per scaldare casa. Non vero.

Al contrario è vero che abbassare il termostato quando sei fuori casa, quando ti assenti per periodi prolungati e quando dormi la notte, ti fa effettivamente ridurre le spese nella bolletta e riduce anche le emissioni ambientali.

Come liberare l’aria intrappolata dai radiatori

A volte si crea il problema di capire come riscaldare una stanza che è sempre più fredda. Certo, puoi aggiungere una stufa elettrica oppure puoi controllare lo stato dei tuoi radiatori. Anzi, sarebbe bene ripetere questa opera di manutenzione ogni anno, prima di riavviare l’impianto.

Se ti accorgi che un calorifero non sta scaldando, la causa di solito è dell’aria che è rimasta intrappolata all’interno. Per risolvere questo problema basta sfiatare i radiatori, così non avrai più bisogno di riscaldare la stanza in modo economico. Nella parte superiore del radiatore, dalla parte opposta alla manopola di apertura e chiusura dell’acqua, c’è una piccola valvola di sfiato.

Devi ruotarla lentamente in senso antiorario fino a quando non vedi l’acqua che comincia a gocciolare all’esterno. Questo è il segnale che l’aria intrappolata è uscita e che l’acqua potrà tornare a circolare nei tubi freddi del radiatore.

Tre buone abitudini per riscaldare casa

Per assicurare una temperatura ottimale e riscaldare la casa in modo economico, è necessario agevolare la diffusione dell’aria calda nella stanza. Ecco perché di solito è buona abitudine tendere una distanza di almeno 20 centimetri tra il radiatore e gli arredi.

  • Quando davanti al termosifone c’è un divano, una poltrona o un mobile l’aria calda fugge subito verso l’alto. Allontana quindi tutti gli arredi che schermano i caloriferi e lascia che il calore circoli meglio: vedrai che sarà più facile riscaldare la stanza in fretta. Il trucco è posizionare i mobili più importanti come il letto, il divano e le scrivanie accanto ai termosifoni per percepire il calore, ma senza impedire all’aria di circolare.
  • Hai qualche centimetro libero sulla parete sopra il calorifero? Fissa una mensolina: questo è un ottimo sistema per migliorare il riscaldamento della stanza. Così infatti, l’aria calda non sale più troppo rapidamente verso l’alto ma si allarga verso il centro. E quando vuoi preparare la pizza o il pane fatti in casa hai una comoda mensola dove appoggiare il tuo impasto a lievitare.
  • Se il termosifone è contro una parete perimetrale della casa, devi evitare che il muro assorba calore disperdendolo verso l’esterno. In questo caso, uno dei migliori metodi per riscaldare casa è super economico e facilissimo. Devi solo applicare sulla parete dietro al termosifone un paio di fogli di alluminio così da rivestire tutta l’area critica. La sottile lamina è sufficiente per isolare, impedire la dispersione e per dirigere il tepore verso la stanza da scaldare. Questa è una versione casalinga degli appositi pannelli termoriflettenti che si possono acquistare proprio per spingere il calore del calorifero a centro stanza.
  • Anche coprire il pavimento con tappeti soffici è un ottimo sistema per non fare abbassare velocemente la temperatura e mantenere calda una camera senza spese aggiuntive. Se poi il tuo obiettivo è riscaldare una stanza in modo economico come la camera da letto, ricorda che è più salutare avere il caldo sotto le coperte e non fuori. Tenere a portata di mano coperte extra morbide può fare la differenza quando non sai come scaldare casa ma sai che vuoi risparmiare sulle bollette.
  • Se hai abbastanza plaid, coperte e trapunte, tutta la tua famiglia potrà dormire al caldo nelle notti fredde senza aumenti in bolletta. Per non sentire i piedi gelati, basta il tocco vintage di una borsa dell’acqua calda colorata.

Ferma le perdite d’aria sotto la porta

Quando si fatica a scaldare casa, la colpa di solito è degli spifferi e di chi sottovaluta il loro peso. Se riesci a sentire la corrente sui piedi e a vedere la luce filtrare sotto la porta d’ingresso, non sono buoni segni. Un semplice paraspifferi può impedire all’aria fredda di passare dalla porta o dalla vetrata affacciata sul balcone.

Tra i più efficaci per non vanificare il riscaldamento della stanza ci sono le guarnizioni in poliuretano espanso da collocare sotto le porte, senza bisogni di viti. Si possono tagliare per adattarli a ogni dimensione e sono ideali come isolante termico e acustico: proteggono la tua casa da correnti d’aria e rumori.

Lo sai che circa un quarto del riscaldamento di casa se ne va in dispersioni causate dai vetri e dai serramenti delle finestre? Per riuscire a scaldare casa bene in modo economico devi ridurre ogni spreco. Trattenere il calore prodotto dal tuo impianto è fondamentale.

Fai un test: prova a toccare il vetro di una finestra di casa. In autunno e in inverno sarà freddo. Questo ti dice quanto gli infissi pesino sull’isolamento e sui sistemi per riscaldare casa. Per migliorare il comfort e riscaldare una stanza senza aumentare le spese, puoi applicare ai vetri le pellicole termiche.

Sono dei fogli adesivi sottilissimi e trasparenti che impediscono al freddo di entrare e ti permettono di riscaldare casa senza dispersioni. Il vantaggio può anche essere doppio visto che alcune tipologie di pellicole isolanti per vetro riescono ad agire anche in estate: mantengono gli interni freschi perché riflettono i raggi del sole.

Come riscaldare casa con stile

Spesso si sottovaluta il potere che hanno le tende, invece sono ottime alleate per attuare una strategia antispifferi diversificata. Vediamo come possono aiutare a ridurre le dispersioni attraverso le finestre e a riscaldare casa in modo economico.

  • In inverno, è bene chiudere le imposte o le tapparelle appena il sole tramonta. Fare lo stesso con le tende può abbassare la perdita di calore anche del 25 per cento.
  • Soprattutto in camera da letto, si possono mettere le doppie tende o le tende termiche che con il loro spessore creano una barriera importante tra il freddo esterno e il caldo interno.
  • Nelle giornate di sole è giusto aprire le tende e fare entrare il tepore dei raggi che aiutano a riscaldare casa. L’importante è intrappolare il calore incamerato in quelle ore, grazie anche alle tende che creano un’intercapedine di aria tra il vetro e la stanza.
  • Le classiche tende leggere però non riescono ad avere lo stesso effetto protettivo delle tende termiche. L’alternativa, per conciliare l’estetica all’esigenza di capire come riscaldare casa al meglio, è scegliere tende lunghe fino a toccare il pavimento. In questo modo bloccano il flusso d’aria che corre a terra.
  • Geniale poi la soluzione di installare una mantovana. La mantovana è una cornice di tessuto, coordinata o a contrasto con le tende, che copre la parte superiore del binario: può essere fissata al muro, immediatamente sopra una finestra, a cassonetto oppure può allungarsi dal soffitto per coprire la fascia superiore della tenda.

Piccoli trucchi per riscaldare la stanza in fretta

Impostare la temperatura delle singole stanze in base alle necessità è fondamentale per riscaldare la casa in modo economico. Un ambiente come la cucina, dove si cucina, o il soggiorno dove si trascorre la maggior parte del tempo, dovranno avere temperature interne diverse dalle altre zone come la camera da letto o il bagno. Ma poi ci sono piccoli trucchi per scaldare una stanza di casa senza alzare il termostato.

  • Lasciare la porta del forno aperta – Hai deciso di preparare una torta, vuoi cuocere il pollo o infornare le lasagne? Sono tutte buone idee per il menu e ottimi metodi per riscaldare casa rapidamente. Quando hai finito di cucinare, spegni il forno e lascia però lo sportello aperto: in questo modo il calore continuerà a diffondersi.
  • Sfruttare il vapore della doccia – Quando fai la doccia, lascia aperta la porta del bagno, il vapore potrà espandersi, scaldare casa in maniera economica e inumidire l’aria che invece i termosifoni seccano.
  • Prepararsi un tè – Quando nel pomeriggio davanti al pc senti freddo non alzare il termostato: fatti un tè. La sera sorseggia una tisana mentre guardi un film. Stare fermi ci fa avvertire freddo anche quando la temperatura è alta. Ma almeno l’acqua messa a bollire sul fuoco aiuta a riscaldare la stanza, e la bevanda ci scalda da dentro.