Vacanza in montagna con i bambini: i consigli per i genitori

In montagna con i bambini? Per un'esperienza unica ed indimenticabile ecco alcuni consigli utili per far divertire al meglio anche i più piccoli

Montagna e bambini: fare una gita rilassante o scegliere di trascorrere un’intera giornata praticando trekking con tutta la famiglia prevede numerose accortezze per la propria sicurezza, soprattutto quella dei più piccoli. Sono molti infatti i fattori da dover considerare se si decide di affrontare questo tipo di esperienza con la presenza dei bambini. Ecco dunque alcuni consigli utili per prepararsi al meglio ad una vacanza in montagna. Arriva il momento per mamma e papà di concedersi qualche giorno di relax.

Soprattutto nei periodi di abbondanti nevicate, i bambini sono impazienti di partire per poter giocare con i pupazzi di neve. Innanzitutto se i bambini hanno meno di un anno è sconsigliabile salire oltre i 1200 metri di altitudine, soprattutto se i piccoli soffrono di anemia o soffio al cuore. E’ inoltre fondamentale abituare i bambini all’approccio con la montagna in maniera graduale in modo tale che l’organismo possa abituarsi lentamente. Proprio per questo durante il viaggio è indispensabile fare delle pause, preferibilmente a mezza altitudine.

Onde evitare che l’organismo dei bimbi subisca numerosi sbalzi e stress, prediligere un soggiorno di circa una settimana, evitando continui spostamenti. E’ risaputo che i cambi di altitudine possono causare svariati fastidi all’orecchio, soprattutto le prime volte. Per prevenire questi disagi è consigliabile far succhiare il ciuccio o un biberon con del latte al bambino in modo tale che viva l’esperienza con la dovuta tranquillità. In aggiunta, bisogna fare attenzione per quanto riguarda le seggiovie, le quali sono sconsigliate ai bambini di età inferiore ai 3 anni, poiché potrebbero comportare la lesione del timpano a causa dell’aumento costante di altitudine.

Per stare tranquilli e sicuri è indispensabile avere sempre con sé un kit di farmaci, utili soprattutto nel caso in cui il bambino tende a soffrire di stati febbrili e naturalmente un buon caschetto di protezione. Non può assolutamente mancare anche una buona crema solare da applicare sempre prima di avventurarsi lungo le piste, poiché i raggi del sole in montagna possono essere molto forti. Infine, una corretta alimentazione ed una buona attività fisica renderanno l’esperienza della montagna indimenticabile anche per i più piccoli.

Vacanza in montagna con i bambini: i consigli per i genitori