Funghi: calorie, proprietà ed effetti sulla dieta

Proprietà benefiche e calorie dell'alimento più gustoso dell'autunno

Con l’arrivo dell’autunno, ritornano in cucina anche i funghi, un alimento non solo gustoso ma anche ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo.

Raccolti tra i mesi di settembre e novembre, quando le piogge stagionali ne favoriscono la crescita ai piedi degli alberi in boschi e prati, i funghi possono essere consumati in cucina secondo una molteplice varietà di modi. Trattandosi inoltre di un cibo poco calorico, si adattano perfettamente a qualunque tipo di dieta.

Stando a quanto riferito da una ricerca effettuata dal Dipartimento dell’Agricoltura degli USA, 100 grammi di champignon conterrebbero, ad esempio, appena 22 kcal. Più energetici, invece, i funghi shiitake che vantano ben 34 kcal ogni 100 grammi. I più calorici sarebbero invece i gallinacci, con un massimo di 39 kcal per ogni 100 grammi.

Posto che si tratta di un alimento povero di grassi e calorie, i funghi sono fondamentali nella nostra dieta soprattutto per le numerose proprietà benefiche che possiedono. Anzitutto, sono in grado di contribuire al rafforzamento del nostro sistema immunitario, perché ricchi di polisaccaridi e selenio, che stimola la produzione di citochine da parte dei leucociti, particolarmente importanti nella risposta del nostro organismo alle infezioni. Non è certo un caso che gli specialisti suggeriscano il consumo di funghi durante il cambio di stagione tra estate e autunno, così da poter rafforzare il nostro sistema immunitario e affrontare i mesi freddi senza malanni di alcun genere.

Molto ricchi di nutrienti – seppur poco calorici -, i funghi si dimostrano un vero toccasana per chi soffre di anemia: l’alto contenuto di vitamine del gruppo B (B2 e B3 soprattutto) permette infatti di prevenirne e contrastarne sintomi fastidiosi come la debolezza fisica e il mal di testa. E non è tutto.

Poiché ricchi di ferro e di calcio, si dimostrano anche alimenti ideali per migliorare la circolazione sanguigna, contrastando l’innalzamento dei livelli di colesterolo cattivo, e per proteggere le ossa dall’insorgere di malattie degenerative quali l’osteoporosi. Infine, vantando anche un alto contenuto di potassio, i funghi svolgono una funzione protettrice non solo sul cuore e sul sistema circolatorio generale, ma anche sulla memoria e sulle nostre funzioni cognitive.

Non sembra quindi trattarsi soltanto di un alimento gustoso adatto ad arricchire ed insaporire i nostri piatti autunnali, quanto piuttosto di un vero e proprio sostegno alla nostra salute, che può aiutarci ad affrontare al meglio non solo la stagione fredda, ma proprio l’anno intero.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Funghi: calorie, proprietà ed effetti sulla dieta