Massaggi al viso: storia, benefici e tecniche

Il massaggio al viso vanta radici millenarie. Praticato originariamente in Oriente per benefici spirituali approda nelle pratiche moderne per i benefici fisici

Le ricerche storiche ed archeologiche fanno risalire le prime tecniche di massaggio facciale all’antico oriente. Va comunque segnalato un cambiamento profondo del significato del massaggio al viso, almeno in riferimento ai suoi benefici. Nell’antica Cina il massaggio contribuiva alla liberazione dell’energia custodita nel corpo, mentre nei centri estetici moderni il massaggio al viso è finalizzato al benessere fisico locale, a carico della micro-circolazione facciale, al fine di generare una serie di benefit alla pelle. In passato, quindi, il beneficio spirituale era l’obiettivo principale mentre ad oggi il beneficio materiale lo ha soppiantato.

Tuttavia, nel massimo rispetto per le idee altrui, ci piace perorare una posizione che media entrambi gli approcci, ossia il massaggio facciale inteso come beneficio fisico accompagnato dai benefici del rilassamento con evidenti benefici interiori. Però, i benefici spirituali sono soggettivi e percepibili solo dai soggetti che li vivono mentre i benefici materiali sono oggettivi e visibili da tutti. Ci concentreremo quindi su questi ultimi che donano luminosità e beltà alla fisionomia di tutti coloro che regolarmente praticano il massaggio al volto

Il primo effetto derivante dalla sollecitazione meccanica è la riattivazione ed accelerazione della micro-circolazione locale della aree facciali tanto del derma quanto dei tessuti muscolari. L’efficienza della micro-circolazione genera, nel tempo, una maggiore luminosità della pelle che risulterà molto liscia al tatto.

Tali effetti sono accompagnati da effetti secondari che si realizzano nel lungo periodo e tendono a contrastare l’azione di invecchiamento prodotta dai radicali liberi. Infatti è indiscutibile il rallentamento della formazione e aumento della profondità delle rughe del viso, dovute alla stimolazione della produzione di elastina e collagene che svolgono un decisivo compito anti-invecchiamento.

Si sottolinea, però, che i massaggi al viso possono produrre i benefici desiderati solo se eseguiti correttamente. In primo luogo si consiglia l’utilizzo di creme al fine di esaltare gli effetti del massaggio stesso. Le creme vanno scelte a seconda delle caratteristiche della pelle come: pelle grassa, pelle secca, pelle stressata da fattori esterni o carenze organiche, etc. Infine per quanto riguarda i movimenti del massaggio essi devono essere effettuati partendo dal centro del viso per poi spostarsi verso l’esterno, ossia stirando dolcemente la pelle. Unica eccezione l’area orbitale degli occhi che richiedono movimenti circolari.

Immagini: Depositphotos

Massaggi al viso: storia, benefici e tecniche