La gravidanza: trentacinquesima settimana

Nella trentacinquesima settimana di gravidanza il bambino è più paffuto e respira autonomamente. Per la mamma è tempo di preparare il corredino

Giunte alla trentacinquesima settimana di gravidanza si è ormai entrate nel nono mese. D’ora in poi, il ginecologo monitorerà anche il collo dell’utero per constatare quando, più o meno, il bambino dovrebbe venire alla luce. In questo periodo bisogna prestare molta attenzione alla bilancia per tenere sotto controllo il proprio peso, che nelle ultime settimane tende ad aumentare. Pertanto, è consigliato evitare di mangiare cibi grassi o fritti o con troppi zuccheri, preferendo invece alimenti ricchi di fibre, vitamine e ferro. E’ giunto, inoltre, il tempo di preparare il corredino per il neonato: approfittate di questa settimana per controllare se c’è tutto ciò che occorre quando il piccolo nascerà.

I sintomi della trentacinquesima settimana di gravidanza

Mal di schiena e sciatica sono sintomi molto comuni durante la trentacinquesima settimana di gravidanza. Questo perché i legamenti diventano sempre più lassi, causando fastidi al pavimento pelvico. Anche il mal di stomaco e il reflusso gastrico sono disturbi frequenti, nelle ultime settimane di gravidanza, per cui è bene evitare cibi grassi e iper conditi e provare a masticare lentamente. Lo stimolo ad urinare continuerà ad ostacolare il sonno, facendo aumentare il senso di stanchezza ed affaticamento: per riuscire ad accumulare le energie necessarie al momento del parto è importante schiacciare dei pisolini durante la giornata ed evitare di lavorare troppo. Se si ha la sensazione di avere il fiato corto, dipende dall’ingrossamento dell’utero che va a schiacciare il diaframma, rendendo i respiri meno profondi.

Com’è il bambino nella trentacinquesima settimana di gravidanza

Gravidanza trentacinquesima settimanaIl bambino sta diventando sempre più paffuto, grazie ai depositi di grasso che si sono formati su braccia e gambe: ora pesa all’incirca 2,5 kg ed è lungo tra i 45 e i 47 centimetri. Nella trentacinquesima settimana di gravidanza, il corpo del bambino è completamente proporzionato. I polmoni sono ormai formati e il bambino è in grado di respirare in modo autonomo anche in ambiente extra uterino, mentre la placenta comincia ad invecchiarsi. Anche il sistema nervoso centrale sta giungendo a maturazione, per cui il feto resta cosciente più a lungo. Oramai il bambino occupa gran parte dell’utero e lo spazio per i suoi movimenti si riduce sempre di più.

 

Per altre informazioni sulla gravidanza leggi anche:
La gravidanza: trentaseiesima settimana
La gravidanza: trentasettesima settimana
La gravidanza: trentottesima settimana
La gravidanza: trentanovesima settimana
La gravidanza: quarantesima settimana

La gravidanza: trentacinquesima settimana