La gravidanza: trentottesima settimana

Nella trentottesima settimana di gravidanza il parto si avvicina e non bisogna ignorare alcuni segnali importanti

Nella trentottesima settimana di gravidanza il bambino termina il suo sviluppo e la sua crescita. Solitamente la data presunta del parto viene fissata dai medici 40 settimane dall’ultima mestruazione, in realtà però la formazione del bambino dopo 38 settimane è completa.

I sintomi della trentottesima settimana di gravidanza

Nella trentottesima settimana la gravidanza ormai sta volgendo al termine. In questo periodo la stanchezza e la nausea possono rendere molto difficile la vita della mamma. Il bambino inizia a farsi sentire di meno, il suo corpo si sposta tutto da una parte e spesso si può avvertire una sensazione strana causata dalla testa che si muove sui muscoli del pavimento pelvico. Le articolazioni del corpo si rilassano ulteriormente sotto il peso del pancione e del bambino. Compare anche qualche piccolo doloretto e contrazione, che preparano la mamma al parto. Questo è il periodo in cui potrebbe perdere il tappo del muco, che indica l’arrivo del travaglio. Si tratta di una sostanza che si trova all’inizio della cervice e serve per proteggere il feto dalle infezioni.

Quando andare in ospedale? Sono molte le future mamme che se lo chiedono in questo periodo della gravidanza. I sintomi da non ignorare sono le contrazioni ravvicinate (come per esempio una contrazione che dura 40-45 secondi ogni 5 minuti), ma anche una perdita copiosa di liquido amniotico, in particolare se il colore del liquido è scuro e ha tracce di sangue. Altri sintomi da non ignorare sono dei forti dolori all’addome oppure nella regione lombare, delle perdite di sangue particolarmente abbondanti non riconducibili al tappo del muco.

Com’è il bambino nella trentottesima settimana di gravidanza

Gravidanza trentottesima settimanaNella trentottesima settimana di gravidanza il bambino pesa 2,800 grammi ed è lungo 48 cm. Il midollo osseo inizia a produrre i globuli bianchi, il fegato funziona e i riflessi sono ben coordinati. In questo periodo il bambino aumenta circa 30 grammi ogni giorno. Nell’intestino si accumula una sostanza nera denominata meconio, si tratta delle prime feci del piccolo che sono composte dal liquido amniotico che è stato ingerito durante la gravidanza.

 

 

Per altre informazioni sulla gravidanza leggi anche:
La gravidanza: trentanovesima settimana
La gravidanza: quarantesima settimana

La gravidanza: trentottesima settimana
La gravidanza: trentottesima settimana