Fabiola Gianotti, fisica: biografia e curiosità

Fabiola Gianotti, direttore del CERN, è un noto personaggio italiano che ha vinto numerosi premi. Ecco alcune informazioni sulla vita e sulla carriera

Fabiola Gianotti nasce il 29 ottobre del 1960 a Roma. La donna è una rinomata fisica italiana, nonché direttore generale del CERN (Organizzazione europea per la ricerca nucleare). E’ considerata una delle migliori ricercatrici italiane. Il CERN indica uno dei laboratori più grandi per quanto riguarda il mondo della fisica e delle particelle. Il laboratorio è situato al confine tra la Francia e la Svizzera, precisamente in prossimità della periferia di Ginevra. Il compito di questo laboratorio è proprio quello di mettere a disposizione agli studiosi gli strumenti utili ed appropriati per la ricerca nel campo della fisica e delle energie. CERN dunque sta precisamente per Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare, grazie al quale prese vita questo progetto dopo la seconda guerra mondiale, nel 1954. Al giorno d’oggi 21 paesi fanno parte di questo progetto. Inoltre quest’ultimo, nel corso degli anni, ha portato a numerosi successi scientifici tra cui la scoperta della corrente debole neutra nel 1974, ottenendo così numerosi Premi Nobel per la fisica. Il padre di Fabiola Gianotti è un noto geologo. Alla sola età di sette anni la piccola Fabiola si spostò con i genitori da Roma a Milano. Qui ha frequentato la scuola media per poi proseguire gli studi presso il liceo classico.

La giovane donna, durante quel periodo, ha scoperto l’amore per la fisica e le materie scientifiche dopo aver letto la teoria di Einstein in relazione agli effetti fotoelettrici. Si laureò quindi in fisica, precisamente nella facoltà “sub-nucleare” nell’anno 1984. Durante lo stesso periodo decise anche di intraprendere un nuovo percorso relativo al mondo della fisica, ovvero un dottorato di ricerca in relazione alle particelle elementari. Questo percorso professionale fu caratterizzato da una tesi basata sulle analisi degli esperimenti ed ottenne anche il Premio Nobel. In seguito a questo importante passo avanti, avvenne un’ulteriore svolta nella carriera di Fabiola Gianotti. Fu proprio in questo periodo della sua vita che la donna divenne un membro del CERN nell”anno 1987. Questa esperienza l’ha portata a collaborare per numerosi esperimenti, tra cui alcuni importanti progetti relativi all’argon liquido. E’ stata una partecipante fissa della analisi ATLAS insieme al lavoro di più di 3000 ricercatori di cui la maggior parte fisici provenienti da 38 paesi.

Questo esperimento scientifico fu molto significativo e rilevante e fu inoltre considerato frai i più straordinari. Fabiola Gianotti ha svolto vari ruoli fondamentali nell’ambito della fisica. La donna è stata infatti coordinatrice per ben quattro anni (1999-2003), nominata dai suoi collaboratori. La fisica ha ripreso il medesimo incarico anche durante gli ultimi anni, ovvero dal 2009 al 2013. L’anno 2012 è stato particolarmente rappresentativo nella carriera di Fabiola Gianotti in quanto la ricercatrice, nel ruolo di portavoce ATLAS, ha comunicato la prima analisi relativa ad una particella compatibile con il bosone Higgs. La donna ha annunciato questa importante indagine proprio nell’auditorium del CERN. L’analisi di Fabiola Gianotti indica che la funzione di Higgs è entrata in azione dopo un centesimo di miliardesimo di secondo dallo scoppio del Big Bang. Tale processo ha dato vita a varie particelle di cui alcune composte da massa ed altre completamente prive. Inoltre fa riferimento alla composizione della materia e alle energie che stimolano la funzione delle particelle, come ad esempio il fotone che viaggia alla velocità della luce ed è totalmente privo di massa e composto da pura energia.

L’esperimento della Gianotti ha voluto mettere in risalto una scoperta fondamentale a riguardo, ovvero che tale processo scaturiva dalle diverse interazioni che le particelle manifestavano con il bosone. La donna quindi è stata una figura rappresentativa nell’ambito della fisica e della ricerca tanto da entrare a far parte del comitato consultivo per la Fisica al Fermilab negli USA. Non solo, la Gianotti ha svolto il medesimo ruolo anche presso delle Accademie prestigiose, in particolare per il gruppo di scienze fisiche. Questi importanti incarichi durante l’arco della sua carriera l’hanno portata anche ad assumere il ruolo di professore onorario all’Università di Edimburgo. Dunque durante l’anno 2014 la donna è stata scelta sempre dal consiglio CERN per la sua nuova sessione, precisamente la 173ª, per svolgere l’incarico di direttore generale. La fisica è nota per essere stata la prima donna ad aver ottenuto questi importanti incarichi nel corso del suo avanzamento professionale. E quindi, Fabiola Gianotti è ufficialmente Direttore Generale del CERN dal 2016. Tra le sue passioni, oltre la fisica si trova anche l’amore per il pianoforte. Infatti, la donna si è diplomata per lo studio di questo strumento presso il Conservatorio di Milano. Ha anche affermato di essere credente spiegando che lo studio della natura e della sua eleganza le suggerisce che sia tutto frutto di una “mente intelligente ordinatrice”, affermando allo stesso tempo che la fede e la scienza possono essere compatibili semplicemente se vengono poste su due piani differenti.

Fabiola Gianotti, fisica: biografia e curiosità