Name that Tune, Paola Barale strepitosa col mini kimono sfida Cristina D’Avena

Paola Barale torna a "Name That Tune" più grintosa che mai e l'abito a kimono cortissimo è una favola

Paola Barale torna a Name That Tune e accende l’atmosfera nella puntata andata in onda mercoledì 5 maggio su Tv8. Anche Enrico Papi, bravissimo conduttore dello show, non può fare a meno di sottolineare la grinta della showgirl 54enne. E sfida a colpi di look Cristina D’Avena.

Paola Barale era già stata protagonista della passata edizione di Name That Tune dove i suoi outfit strepitosi hanno fatto la storia. Adesso è tornata come membro della nuova squadra femminile, composta da Cristina D’Avena, Donatella Rettore ed Enrica Guidi. Il nuovo team è subentrato a quello di Anna Tatangelo, Antonella Elia, Orietta Berti (che si è distinta più volte nel Lip Sync Duel) e Sabrina Salerno, sconfitto dalla squadra degli uomini che vede protagonisti Riki, Bugo, Rocco Siffredi e Jake la Furia. Inutile dire che quest’ultimi si sono fatti battere all’ultima e difficilissima sfida del 7×30.

Dunque, rivedremo Paola Barale e le sue sorprendenti mise anche mercoledì 12 maggio per la puntata finale di Name That Tune. Ma questa volta la showgirl ha lasciato tutti senza fiato con uno splendido abito a kimono nero, cortissimo, con ampie maniche bordate d’argento e un enorme drago stilizzato sulla schiena. Mentre a sottolineare il vitino da vespa, ci ha pensato una cintura a fusciacca. Per rendere più grintoso l’outfit, la Barale indossa un paio di stivali alti e calze nere coprenti. Un perfetto mix tra sensualità e rock.

Anche il caschetto ultra liscio con frangia le sta d’incanto. Quando, qualche settimana fa era stata ospite del Maurizio Costanzo Show, aveva preferito un’acconciatura neo romantica con treccia. Ma il long bob è la sua pettinatura.

A tenere testa alla Barale, in fatto di look, ci pensa Cristina D’Avena che impegnata nel Lip Sync Duel si trasforma in Lady Gaga, cimentandosi nella coreografia di Born This Way. E per calarsi meglio nella parte si presenta sul palco con un bustier giallo dalla scollatura generosa, sebbene sapientemente mascherata da un tulle nero. Malgrado la mise maliziosa, Cristina D’Avena perde la sfida con Rocco Siffredi che ha interpretato Pem Pem di Elettra Lamborghini.

Name That Tune

Paola Barale a Name That Tune

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Name that Tune, Paola Barale strepitosa col mini kimono sfida Cristina...