GF Vip: La risposta di Elettra alla sorella Ginevra (e noi siamo con lei)

Elettra Lamborghini pubblica una stories su Instagram spiegando perché la tv non sia lo spazio giusto per chiarirsi e rischi di trasformare i sentimenti in puro gossip

Foto di L’Amica Speciale

L’Amica Speciale

Semplicemente #unadivoi

Il GF Vip di Alfonso Signorini, un po’ per elevarsi, un po’ per superare la definizione di trash che spesso ha accompagnato il reality negli ultimi anni, ha puntato verso due direzioni ben precise: da una parte l’apertura a personaggi nel mondo reale spesso discriminati socialmente, e invece accolti nella Casa come segnale di inclusività. Dal transgender al sieropositivo, tanto per intenderci. Dall’altra cercando di diventare luogo di perdono e redenzione, dove si ricompongono legami famigliari interrotti, coppie allo sbando, rapporti genitori-figli apparentemente irrecuperabili.

Alfonso, ricostruendo relazioni impossibili, cerca di assegnare al programma un valore aggiunto, una medagli al merito famigliare. Come dire: Il GF Vip, nonostante la leggerezza e la goliardia alla base del programma, si eleva grazie alla capacità trasformare odio e rancore in rinnovato amore.

Ogni tanto gli riesce, ogni tanto no. Come in questo caso, in cui il presentatore dopo aver fortemente voluto Ginevra Lamborghini, ereditiera nota ai più come sorella maggiore, ad oggi rinnegata, di Elettra, si è lanciato nella missione impossibile di riunire le due sorelle, che non si parlano da anni.

Da una parte Ginevra, che piange a favore di telecamere invocando il perdono della sorella, giurando e spergiurando di non averle mai fatto nulla, di non capire le ragioni alla base dell’odio di Elettra nei suoi confronti, del perché che non le parli più, perché non l’abbia invitata al suo matrimonio, perché voglia trascorrere con lei nessuna festa o ricorrenza in famiglia. Ribadendo che lei è pronta e desiderosa di ricucire con lei qualunque strappo, risanare tutte le ferite, di “tornare all’intimità di quando condividevano la stessa cameretta da bambine”.

Dall’altra Elettra, il cavallo pazzo (ma anche vincente, visto il successo ottenuto) della famiglia, che dopo essere stata silenziosa per settimane, pubblica la prima, e ultima a suo dire, stories sul suo account Instagram in cui spiega una volta per tutte la faccenda dal suo punto di vista, ribadendo  il concetto: le questioni famigliari si trattano privatamente non davanti alle telecamere, perché altrimenti da sentimenti privati, da tutelare, diventano puro gossip e triste spettacolo mediatico.

Quante volte lo abbiamo pensato guardando vip che usano la tv, i reality, per rinfacciarsi rancori repressi da anni, lamentele mai dette, incomprensioni irrisolte. Come se farlo davanti a milioni di persone aiutasse i soggetti in questione  a sbrogliare più velocemente e in maniera più indolore i loro problemi.

Non tutti, per fortuna, la pensano uguale. Non tutti i vip amano esporre la propria vita privata alla luce accecante dei riflettori. E se qualcuno, oltre ad essere contrario a questo meccanismo, viene a sua insaputa tirato in ballo, finisce che le cose peggiorano. Come in questo caso in cui Signorini, da Cupido famigliare, diventa l’esatto opposto, e anziché ricucire, assesta lo strappo finale.

Chi mi conosce sa che nonostante io sia una persona molto estroversa e stravagante, sono anche molto riservata, nella mia sfera relazione (relazionale, ndDM), famiglia ed amicizie. Tendo a proteggere le cose che amo di più dai social, sotto gli occhi di gente che non sa nulla ed anzi rosica

Ci tengo a precisare che dalla mia parte ho passato un’infanzia molto bella e sana, cosi come anche la mia adolescenza, nonostante io abbia preso la mia strada molto presto ed abbia iniziato a viaggiare già da giovane. Non mi sognerei mai di incolpare i miei genitori anzi, li ringrazio per la persona ferma e determinata che sono oggi. E tengo a precisare che con gli altri componenti della famiglia ho sempre avuto un bellissimo rapporto, che tutt’ora ho.
Oltre a cadere dal pero rimango anche senza parole. A questo punto spero e mi auguro che ci sia un copione o qualcuno dietro. La diffida, comunque, è stata mandata un mese prima che iniziasse il programma, chiedendole di astenersi a parlare di me, con una reazione positiva da parte sua dicendo che assolutamente non avrebbe toccato l’argomento perché non interessata. La seconda diffida (quella della seconda puntata) è stata un richiamo. Visto quello di cui si è parlato già dalla prima puntata con tanto di immagini da me mai divulgate ed assolutamente da me non approvate, immagino l’obiettivo non sia di riappacificarsi ma sia un altro.
Il silenzio spesso vale più di mille parole.
Non parlerò ulteriormente di questo teatrino.
Lavoro in televisione da anni e non penso che sia il luogo dove parlarne, tutto il resto è gossip… o in questo caso uno spettacolo triste. Il bene ed il rispetto lo si può manifestare in maniere differenti, se avessi voluto essere cattiva avrei potuto tranquillamente fare uscire dichiarazioni e parlare durante tutti questi anni ma non l’ho mai fatto… Non è nella mia persona. Al contrario trovo che andare in televisione a mettermi in cattiva luce non penso sia rispettoso nei miei confronti (né nei confronti della mia famiglia che indirettamente è coinvolta) e non penso nemmeno di meritarmelo dopo tutto quello che ho subito… E che mi crediate o no, dopo tutti i sacrifici, le lacrime ed il sudore che ho versato nel mio lavoro in questi anni“.
Detto ciò, tra le altre bugie, non ho mai ricevuto alcuna lettera personale da parte sua, oltre a quella che ha inviato al mio legale in risposta alla mia prima diffida… Ma se l’avessi ricevuta l’avrei sicuramente letta. I modi sono sempre stati altri, forse ragione per la quale ad oggi non ci sia stato alcun chiarimento. Non ho più niente da dire riguardo alla questione, dormite tranquilli se pensate che andrò lì a fare dello show.