Chi è Michelangelo, l’uomo dietro al successo di Mahmood e Blanco

Il produttore dei grandi successi di Blanco (e Mahmood) è Michelangelo, e il suo nome è ormai una garanzia

Un nome ormai conosciuto da molti, anche se qualcuno sicuramente non aveva mai scoperto che volto avesse: è Michelangelo, uno dei tanti motivi dietro al successo di Blanco e Mahmood. Notato sicuramente per lo più nella maggior parte dei brani della giovane promessa musicale, Blanco, perché il suo nome viene fatto all’inizio di quasi ogni canzone dell’artista. Ma chi è Michelangelo? Scopriamo insieme i dettagli sul produttore.

Michelangelo, il produttore musicale di successo

“Blanchito bebe, Michelangelo”. Questo è ciò che si sente nella maggior parte dei brani di Blanco sin da subito, prima che la canzone abbia effettivamente inizio. Un marchio di fabbrica da subito riconoscibile, eppure è come se quel Michelangelo fosse una figura “astratta”. Tutti sapevano fosse il suo produttore musicale, ma non tutti erano riusciti a dargli un volto. Non che fosse impossibile, infatti attraverso Google e i social in generale ci sarebbe voluto un solo secondo, il tempo di una ricerca, ma per molti il palco di Sanremo è stata la rivelazione.

Michele Zocca, in arte Michelangelo, è un giovane produttore musicale che si “nasconde” dietro al successo di Blanco e di Mahmood. Classe 1994, amico di entrambi gli artisti, ha collaborato con i due cantanti e ha avuto anche il suo posto sul palco dell’Ariston durante le serate del Festival. Seduto al piano, in disparte, ha dato il suo magico contributo a ogni performance, tranne per la serata cover in cui ha diretto l’orchestra per la coppia artistica.

Nato a Cremona, ha dedicato la sua vita alla musica: polistrumentista (suona il piano, la batteria, la chitarra e il basso), ha ottenuto la sua formazione presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma. Successivamente si è appassionato al mondo della produzione, e possiamo dire che è stata una strada davvero giusta per l’artista che ha collezionato un successo dopo l’altro, l’ultimo di questi da poco, con il brano Brividi (di cui è co-autore) con il quale Mahmood e Blanco hanno portato a casa il leoncino d’oro di Sanremo.

Michelangelo, non solo la spalla di Blanco e Mahmood

Il collegamento è immediato: si parla di Michelangelo e lo si accosta al fianco di Blanco prima di tutto e poi anche a Mahmood per questo Sanremo 2022, ma il produttore musicale porta con sé altre collaborazioni importanti, nonostante quella con Blanco gli abbia concesso maggiore popolarità.

La sua mano c’è in alcuni brani dell’album Liberté, di Loredana Bertè, come Messaggio dalla luna, Gira ancora e Davvero; ha collaborato con Niccolò Agliardi, con la fantastica Paola Turci per il brano L’ultimo ostacolo, con il quale è salita sul palco di Sanremo nel 2019. Insomma, Michelangelo non è di certo il primo trovato per caso, ma si porta dietro di sé una scia di successi e di collaborazioni importanti che, siamo certi, aumenteranno sempre di più. Nel frattempo ha potuto godersi direttamente dal Festival di Sanremo 2022 il successo di Brividi, con la vittoria di Blanco e Mahmood, i quali lo hanno presentato, acclamato e abbracciato con affetto direttamente dal palco, trattenendolo con sé anche durante il catartico momento delle foto post vittoria.