Amanda Lear, gli 81 anni di una vera diva

Eclettica, affascinante e misteriosa: Amanda Lear compie 81 anni passati tra creatività, successi e amori

Ripercorrendo la carriera di Amanda Lear si potrebbe dire che ha vissuto tante vite diverse, grazie alla sua creatività che l’ha spinta a sperimentare in ambiti diversi regalandole tanti successi.

Classe 1939, è nata il 18 novembre a Hong Kong. Una vera e propria diva, parola in cui ricondurre le sue tante vite artistiche come cantante, attrice, presentatrice televisiva, modella, scrittrice e pittrice.

Della sua gioventù si conosce poco, ma del resto il mistero è uno degli aspetti più intriganti di questa artista. La sua bellezza androgina è stata una delle chiavi del successo come modella: la carriera in questo ambito ha preso il via negli anni Sessanta quando la Lear ha iniziato a lavorare per Karl Lagerfeld e poi è stata messa sotto contratto da una delle più famose agenzie d’Europa. Tra i numerosi lavori anche quello per Salvador Dalì per il quale ha fatto spesso da modella; pare che tra i due ci sia stata una relazione durata molto a lungo.

Se si guarda la biografia di questa artista di talento e trasgressiva si nota che la sua vita professionale si intreccia spesso con grandi nomi della cultura e dell’arte.  Negli anni Sessanta ha posato per fotografi del calibro di Helmut Newton e ha partecipato a sfilate per stilisti famosi. Nel 1973 ha attirato l’attenzione di un artista eccezionale: David Bowie, che pare l’abbia notata grazie alla copertina dell’album For your peasure dei Roxy Music. Pare che anche con Bowie la Lear abbia avuto una relazione e al tempo stesso, ha raccontato la showgirl,  è stato proprio lui a suggerirle una nuova carriera: quella nella musica.

I primi album sono: I am a Photograph, Sweet Revenge e Never Trust a Pretty face, tutti e tre di musica disco. Poi è passata ad altre sonorità con l’album del 1980 Diamonds for Breakfast. La sua discografia ammonta a 18 dischi. Negli anni Ottanta ha partecipato a trasmissioni televisive e ha pubblicato la sua prima biografia ufficiale: My life with Dalì. Nello stesso decennio, oltre alla musica, si è dedicata anche alla scrittura della novella L’Immortelle. In televisione, tra i lavori del periodo, si può ricordare la trasmissione Ars Amanda, in cui intervistava personaggi di spicco.

Non manca nella sua carriera la recitazione: Amanda Lear ha partecipato a film, sceneggiati televisivi e serie sia in Italia che all’estero. Tra le tante trasmissioni che ha condotto si possono ricordare Il gioco dei 9, Il brutto Anatroccolo, Cocktail d’amore. Inoltre è stata giurata, tra le altre cose, a Ballando con le stelle e Sanremo Young.

Eclettica, affascinante, misteriosa: Amanda Lear ha dato, e continua a dare, un contributo importante al mondo della cultura tanto da essere citata in opere di numerosi artisti: Baustelle, Rolling Stones, Franco Battiato  solo per fare qualche nome. Suo grande amore quello con il marito Alain-Philippe Malagnac d’Argens de Villèle. Poi è stata legata al  modello Manuel Casella.  Dal 2014, il suo fidanzato è l’attore Anthony Hornez.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Amanda Lear, gli 81 anni di una vera diva