Pausini negativa al Covid: “Si riparte!”. Ma finisce al centro delle proteste

Laura Pausini ha annunciato su Instagram di essere guarita dal Covid, ma intanto finisce al centro di alcune proteste

Finalmente è arrivata la bella notizia: Laura Pausini è guarita dal Covid, come ha annunciato lei stessa con un post su Instagram. La cantante, che aveva accusato un leggero malore sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022, era risultata positiva al tampone ma adesso, a distanza di 11 giorni, è pronta a ricominciare la sua routine di impegni lavorativi. Una bella notizia che, però, è stata adombrata da alcune vigorose proteste.

Laura Pausini guarita dal Covid, l’annuncio su Instagram

“Dopo 11 giorni finalmente sono negativa! E finalmente si riparte!”, così Laura Pausini ha dato il bell’annuncio tramite il suo profilo Instagram. Più di dieci giorni in cui, come da prassi, ha dovuto rinunciare ai suoi impegni lavorativi per stare in quarantena e attendere la completa guarigione.

Adesso, per fortuna, la cantante è fuori pericolo ed è pronta e carica per ripartire con più energie di prima. Come lei stessa ha scritto nel post, prima di tutto presenzierà al Be Me, l’esclusivissimo concerto organizzato per gli iscritti al suo fan club ufficiale che si terrà l’8 giugno alla RCF Arena Campovolo di Reggio Emilia. Il secondo impegno è, invece, il concerto per la sensibilizzazione contro la violenza sulle donne Una, Nessuna, e Centomila, che si terrà sempre a Campovolo di Reggio Emilia il prossimo 11 giugno. A quest’ultimo evento presenzieranno tante star amatissime dal pubblico come Emma Marrone, Elisa, Fiorella Mannoia, Diodato ed Eros Ramazzotti, grande amico della cantante al quale ha dedicato di recente un dolcissimo post.

Laura Pausini nel mirino di accuse e proteste

A una bella notizia come questa, che rappresenta davvero tanto per un’artista come Laura Pausini, che vive in funzione dei suoi mille impegni per i fan che la amano da ogni parte del mondo, purtroppo ha fatto da contraltare un altro evento che ha lasciato tutti piuttosto attoniti.

Nelle scorse ore, infatti, hanno fatto il giro del mondo delle immagini che ritraevano le proteste di un gruppo di esuli cubani residenti in Florida, che chiedevano a gran voce che il concerto della Pausini Amor a la Música, organizzato nella capitale dello Stato americano, venisse annullato a causa della supposta vicinanza dell’artista al regime comunista. Vicinanza presunta a partire da uno scatto che ritrae la Pausini al fianco del Presidente Miguel Díaz-Canel.

Le proteste a quanto pare risalgono al 21 maggio ma soltanto nelle scorse ore sono emerse le immagini inedite di questo gruppo di dissidenti, intenti a distruggere violentemente i CD della cantante niente meno che con un rullo compressore.

Il commento di Laura Pausini

Immagini forti a cui l’ufficio stampa di Laura Pausini ha prontamente risposto, come riportato dai più importanti quotidiani nazionali: “Smentiamo categoricamente quanto apparso in alcuni articoli apparsi nelle scorse ore. Gli articoli si riferiscono al concerto a Cuba del 2018. Laura ospite del concerto dei Gente de zona, aveva cantato davanti a 250mila persone ed era stato un vero trionfo. Incomprensibile però come a margine del concerto sia potuta emergere una sua posizione politica, inventata di sana pianta e come oggi a 4 anni di distanza sia tornata alla ribalta per uno sparuto gruppo di male informati. Laura non è Mai stata a favore di nessuna dittatura come dice e come canta da 30 anni e le foto che la ritraggono sono come le migliaia di foto che Laura non rifiuta mai a chi gliele chiede in occasioni pubbliche”.

Un fatto che ha lasciato la cantante con l’amaro in bocca, come del resto è facile comprendere. Laura è tra le cantanti più amate del mondo ma è proprio con l’America Latina che ha un rapporto molto speciale. Senza contare che teneva particolarmente al concerto organizzato in Florida al punto che, dopo l’annuncio della positività al Covid, aveva rivolto il suo primo pensiero proprio a quell’evento: “Sono molto dispiaciuta di non potermi esibire ad Amor a la Musica questo fine settimana. Avevo preparato uno spettacolo molto speciale e non vedevo l’ora di vedere i miei fan in Florida. Ora ho solo bisogno di guarire e cercare nuove opportunità per riunirci di nuovo in America”.