Cher, chi è Elijah Blue Allman, il figlio che avrebbe fatto rapire

Elijah Blue Allman, il figlio di Cher, è salito agli onori della cronaca perché la madre lo avrebbe fatto rapire da un hotel di New York

Foto di Claudia D'Alessandro

Claudia D'Alessandro

Giornalista e Content Editor

Giornalista e content creator, si nutre da sempre di cultura e spettacolo. Scrive, legge e fugge al mare, quando ha bisogno di riconciliarsi col mondo.

Il suo nome è balzato agli onori della cronaca perché la cantante Cher lo avrebbe fatto rapire: stiamo parlando di Elijah Blue Allman, secondogenito della celebre artista nato dal matrimonio con Gregg Allman, anche lui musicista e dal passato decisamente turbolento.

Chi è Elijah Blue Allman, il figlio di Cher

Elijah Blue Allman è il secondo figlio di Cher, nato il 10 luglio 1976 dall’unione con Greg Allman dei The Allman Brothers Band, morto nel 2017. I due si sposarono nel 1975 e divorziarono nel 1979: da quel momento il chitarrista si allontanò per anni dal figlio, fino a quando non si riavvicinarono prima della sua morte.

Elijah, anche lui diventato musicista seguendo le orme dei genitori, è il cantante, chitarrista e paroliere del gruppo industrial metal Deadsy, che si è sciolto nel 2007. Il figlio di Cher, così come la stessa cantante, non ha mai nascosto di avere alle spalle un passato turbolento: nel 2014 Allman ha ammesso di aver iniziato a fare uso di droghe all’età di 11 anni e di aver lottato per anni contro la dipendenza da eroina, ma ha affermato di essere sobrio dal 2008.

Nel dicembre del 2013 ha sposato Marieangela King, detta Queenie, cantante del gruppo King. I due sono stati legati fino al 2020, quando hanno interrotto la loro relazione, per poi chiedere il divorzio l’anno successivo.

Cher, accusata del rapimento del figlio

Elijah Blue Allman è salito agli onori della cronaca perché la madre è stata accusata di averlo fatto rapire: i fatti risalgono al 2022, ma sono emersi soltanto nel 2023, dai documenti del divorzio fra l’uomo e l’ex moglie.

Secondo la testimonianza di Marieangela King, la nota cantante avrebbe assoldato quattro uomini per rapire il figlio al solo scopo di impedire che si riconciliasse con lei. Nel 2021, infatti, Allman aveva chiesto il divorzio, ma nel novembre 2022 i due si erano riavvicinati. Secondo la versione della donna, il 30 novembre, giorno dell’anniversario della coppia, quattro uomini si sarebbero introdotti nella camera d’albergo a New York dove alloggiavano i due e avrebbero rapito il figlio di Cher.

“Al momento non sono a conoscenza dello stato di salute di mio marito o di dove si trovi. Sono molto preoccupata per lui”, aveva dichiarato King poco dopo l’accaduto. Nei documenti del divorzio, ricostruendo la vicenda, Marieangela ha affermato di aver passato “dodici giorni da sola con il marito dal 18 al 30 novembre, a New York, cercando di salvare il loro matrimonio”.

Negli stessi documenti la donna ha anche dichiarato che all’epoca che uno dei quattro rapitori le aveva riferito di essere stato assunto proprio da Cher.  Secondo Entertainment Weekly, King sarebbe poi stata costretta ad abbandonare la casa della coppia, di proprietà di Cher: “L’ho fatto credendo che gli assegni di mantenimento sarebbero arrivati puntualmente e che sarei stata in grado di permettermi un alloggio”, aveva spiegato lei in tribunale.

Sstando a quanto riferito dal Daily Mail, Elijah adesso è in un centro di riabilitazione a Pasadena, in California, dove è finito dopo essere stato avvistato in pessimo stato a Los Angeles. Dopo il presunto rapimento, infatti, ha vissuto per sei mesi allo Chateau Marmont di Los Angeles.

Pare che durante la sua permanenza, il personale abbia chiamato più volte Cher per informarla sulle condizioni preoccupanti del figlio, tanto che la cantante aveva persino assunto una persona per tenerlo d’occhio. Ma dopo che i dipendenti dell’hotel l’hanno trovato svenuto, per lui è iniziato un nuovo periodo di riabilitazione.