Carolina Kostner rompe il silenzio sul periodo più buio. E ora pensa alle nozze

Carolina Kostner torna a parlare del periodo più buio che si è lasciata alle spalle, mentre ora è pronta per costruire una famiglia (e per le nozze)

Foto di DiLei

DiLei

Redazione

DiLei è il magazine femminile di Italiaonline lanciato a febbraio 2013, che parla a tutte le donne con occhi al 100% femminili.

Carolina Kostner ha appeso i pattini al chiodo da qualche tempo, almeno per quanto concerne le competizioni. Campionessa amatissima, il pattinaggio continua ad avere un posto speciale nel suo cuore ma accanto a esso ha trovato spazio l’amore per Fabrizio Vittorini, compagno con cui condivide la vita. Adesso c’è spazio per nuovi progetti: il sogno di costruire una famiglia tutta sua le ha fatto dimenticare il periodo più buio. “Un capitolo chiuso”, come lei stessa lo ha definito in un’intervista.

Carolina Kostner torna a parlare del periodo più buio

La vita è un’altalena di momenti felici e situazioni che lasciano talvolta un amaro in bocca, difficile da addolcire. Carolina Kostner è una delle stelle del pattinaggio italiano e, nonostante sia lontana dalle competizioni già da due stagioni, non ha mai perso il posto nel cuore di tanti fan e ammiratori che nel suo lavoro hanno trovato bellezza, emozione, ispirazione. Oggi sorride la bella Carolina e la sua è una felicità consapevole, di quelle che si raggiungono soltanto dopo essersi rimessi in piedi dal periodo più buio.

Proprio di esso è tornata a parlare, quando nel 2014 rimase coinvolta in una spiacevole vicenda giudiziaria a causa dell’ex fidanzato Alex Schwazer: “Ormai questo è un capitolo chiuso da parecchi anni: doloroso e difficile, ma chiuso – ha spiegato a Today -. Se ne è parlato tante, troppe volte e ora come ora mi sembra quasi di parlare di una vita fa. È stata dura, ma mi sono rialzata anche da quel periodo e tutto è stato superato grazie alle persone che più mi vogliono bene: la mia famiglia in primis. Ho fatto tesoro sempre delle esperienze della vita, e anche di questa ovviamente, cercando di trasformarla in uno sprone per una mia crescita ulteriore”.

Carolina Kostner e il pattinaggio, un legame indissolubile

Se quel periodo buio ha lasciato un segno nella campionessa, a sostenerla c’è sempre stato anche l’amore per il pattinaggio artistico, del quale è diventata un simbolo. Un infortunio l’ha costretta ad appendere i pattini al chiodo, tralasciando per ben due stagioni le competizioni, ma non per questo ha smesso di allenarsi: “Il pattinaggio farà sempre parte della mia vita, con o senza competizioni. Per cui, per me, non c’è mai stato un prima e un dopo, bensì un ‘durante’ fatto di passione e d’impegno e di sogni che va avanti da vent’anni e di cui non vedo certo la fine”.

Non ha alcuna intenzione di fermarsi la Kostner, vuole “trasmettere [ai giovani, ndr] la forza e il coraggio di seguire sempre la propria strada, nonostante le difficoltà che la vita ci pone davanti” ed è anche tra i protagonisti di Cinema on Ice, in scena il prossimo 25 febbraio al PalaVela di Torino: tanti campioni di pattinaggio sono pronti a esibirsi sulle colonne sonore dei film più iconici di tutti i tempi.

Carolina Kostner pronta alle nozze col fidanzato Fabrizio Vittorini

“Sono orgogliosa del percorso fatto, dei risultati raggiunti e di come sono riuscita a superare le sfide che la vita mi ha messo davanti”, ha affermato la dolce Carolina nell’intervista. Si dice serena in questo periodo e pronta a guardare al futuro, con tanti progetti. Soprattutto al di fuori della pista di pattinaggio.

L’amore per il suo ex fisioterapista, Fabrizio Vittorini, è cresciuto sempre più nel tempo e con il fidanzato ha intenzione di fare sul serio: “Sicuramente diventare mamma e avere una famiglia tutta mia è un progetto a cui tengo particolarmente”. Un progetto importante, del quale aveva già dato conferma a Repubblica: “[Fabrizio, ndr] Ha qualche anno più di me, è bello. È laziale, dell’alto Lazio, più precisamente. Sposarci? Non lo escludo“. Dopo il periodo più buio, finalmente un momento di pura felicità.