Adele da record, quando la musica è terapia: il divorzio spiegato al figlio

Il nuovo singolo della cantante è già tra i più ascoltati e il video ha raggiunto quasi 50 milioni di visualizzazioni in 24 ore: la capacità di parlare al cuore

Adele è tornata e ancora una volta la sua voce ha travolto tutti. Il 15 ottobre è uscito Easy on me, il nuovo singolo che anticipa l’uscita di 30, il nuovo attesissimo album, da lei definito “una cavalcata attraverso il periodo più turbolento della mia vita”.

Sì, perché dal suo ultimo lavoro, 25, sono passati quasi sei anni, arco di tempo in cui è successo di tutto e la sua vita è stata stravolta, per la separazione dal marito prima e da un nuovo amore poi. Ma se in questi anni la cantante ha evitato di sfogarsi sui social e di spifferare a tutti il suo stato d’animo, ora ha deciso di parlare. E per farlo ha scelto il modo a lei più congeniale, la musica.

Adele, Easy on me è già record

Se bazzicate i social e in particolare Instagram di sicuro vi sarete imbattuti nelle storie di amici e conoscenti che hanno ascoltato Easy on me e hanno dato un giudizio sulla canzone. Chi scrive ha visto almeno una ventina di contenuti dedicati al brano di Adele, segno che in tanti sentivano la mancanza della sua voce e delle emozioni che la sua musica sa dare. Impressione confermata dai numeri da capogiro che ha raggiunto il video su YouTube, dove al momento in cui scriviamo Adele è arrivata quasi a 50 milioni di visualizzazioni in sole 24 ore.

Il messaggio nascosto nel nuovo video di Adele

Il nuovo video è un vero e proprio cortometraggio, diretto dal regista Xavier Dolan, che vede Adele mentre porta via da una casa le sue cose. I fan più attenti non hanno potuto fare a meno di notare che l’abitazione è la stessa in cui fu girato il video di Hello, il singolo di sei anni fa. La casa infatti è proprio quella in Quebec, segno che la cantante vuole ripartire lì da dove era rimasta e allo stesso tempo voltare pagina. Proprio per questo in uno dei momenti cruciali del brano, le immagini che prima erano in bianco e nero diventano a colori, a simboleggiare il nuovo inizio.

Adele, la capacità di parlare al cuore

Il motivo di tanto successo è presto detto: Adele non solo ha una voce che tocca l’anima, ma è in grado di esprimere con le sue canzoni sentimenti in cui tutti, chi più chi meno, ci siamo ritrovati. Dai suoi brani emerge tutta la frustrazione per un amore finito, la sofferenza e il senso di fallimento che si prova quando ci si rende conto che non c’è più niente da fare. Ed è così che la musica diventa una sorta di terapia. Per lei, che grazie a questo album può lasciare un messaggio al figlio, che oggi ha nove anni e non riesce a comprendere perché i suoi genitori non stiano più insieme. “In questo album è come se volessi spiegare a mio figlio Angelo chi sono, il momento che sto attraversando e perché ho smantellato la sua vita”, ha detto nella lunga e bella intervista a Vogue Uk. Ma è catartico anche per tutti coloro che la ascoltano, che possono lasciarsi andare per qualche minuto allo sconforto, coccolati dal suono del pianoforte e dalla sua voce calda e avvolgente, potente e al tempo stesso fragile.

Adele, il divorzio e il “bisogno di felicità”

Sono stati mesi travagliati per Adele e ora che abbiamo avuto modo di ascoltare Easy on me riusciamo a capire che “Ho cambiato chi era per mettervi entrambi al primo posto, ma ora ho rinunciato”, come lei stessa dice in una strofa del brano. Ha cercato di mettere al primo posto suo figlio e quello che aveva costruito con Simn Konecki, ma non è bastato. Quando un amore finisce, è dura prenderne consapevolezza e ancora più dura mettere la parola fine.

“So quanto gli ha fatto male la rottura tra i genitori – ha detto parlando del figlio Angelo – Lo vedo e questa cosa mi addolora profondamente, ma vorrei mi perdonasse rendendosi conto che se l’ho fatto è perché avevo bisogno di felicità“.

Tutti abbiamo bisogno di felicità e meritiamo di trovarla. O perlomeno di provarci. E Adele ci ha provato e sembra esserci riuscita (almeno a giudicare dalle foto col nuovo compagno, Rich Paul: “Sento che questo album è il frutto di autodistruzione, riflessione su me stessa e infine una sorta di redenzione. Sono ben lontana da dove credevo che sarei stata quando ho cominciato a lavorare a questo progetto tre anni fa ma da allora ho faticosamente e scrupolosamente ricostruito la mia casa e il mio cuore. Questo è ciò che questo album racconta”. E noi non vediamo l’ora che arrivi il 19 novembre per poter ascoltare qualcosa in più e per poterci rivedere in lei.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Adele da record, quando la musica è terapia: il divorzio spiegato al ...