10 abitudini per abitare ecosostenibile

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Abitare in maniera ecosostenibile significa fare bene all’ambiente sfruttando il più possibile le risorse naturali ed evitando il più possibile gli sprechi. Si tratta di una scelta che ti consentirà anche un risparmio notevole perchè minimizzerai i consumi. Non pensare che sia complicato o che richieda grandi sforzi: bastano alcuni piccoli accorgimenti quotidiani. In questo articolo ti illustrerò 10 abitudini per abitare ecosostenibile. Scoprili con me!

Abitare ecosostenibile: attenzione al consumo elettrico!

Sostituisci le lampadine: le vecchie lampadine ad incandescenza impiegano dall’80 al 90% in più di energia elettrica rispetto alle più moderne a LED o a basso consumo energetico. Rimpiazzare tutte le lampadine di casa, i punti luce e l’illuminazione esterna con prodotti più eco-sostenibili ti permetterà di fare del bene all’ambiente, ma anche di risparmiare moltissimi soldi sulla bolletta.

Attenzione agli stand-by: le “lucine” che restano accese negli apparecchi elettrici (televisori, monitor, macchine del caffè) incidono sui consumi di energia elettrica per il 10%. La sera, prima di andare a dormire, fai il giro della casa e spegnile tutte. Vedrai la differenza sulla spesa annua!

Controlla l’etichetta degli elettrodomestici: la classe energetica degli elettrodomestici è un valore importante per la riduzione dei consumi e l’impatto ambientale. Se devi acquistare un frigo nuovo, una lavatrice o un condizionatore, sarebbe meglio optare per classi energetiche A+++, A++ o A+, in modo da risparmiare e fare del bene all’ambiente.

Ridurre il consumo di acqua e di detersivi dannosi

Esistono diversi modi per abitare ecosostenibile. Riducendo i consumi di acqua e detersivo otterrai un buon risparmio sulla spesa annuale ed eviterai di sprecare risorse o di inquinare l’ambiente con sostanze dannose tipiche di molti detergenti in commercio.

Controlla sempre i rubinetti: minimizza il consumo d’acqua controllando di aver chiuso bene tutti i rubinetti di casa. Se perdono o gocciolano in continuazione, non aspettare troppo per farli aggiustare e, soprattutto, evita di lasciare l’acqua aperta quando ti lavi i denti, quando ti insaponi sotto la doccia o mentre passi la spugna sui piatti sporchi.

Sostituisci i detersivi: ci sono moltissimi modi per sostituire i detersivi con prodotti più naturali. Se non vuoi comprare detergenti appositi, sappi che esistono molte altre alternative più economiche e amiche dell’ambiente come l’aceto, il limone e il bicarbonato.

Risparmiare sul riscaldamento domestico

Anche il riscaldamento della casa può avere un notevole impatto ambientale. Ma con le dovute accortezze potrai facilmente ridurre i consumi.

Isola le finestre: le finestre che causano spifferi e gli infissi che non si chiudono bene abbassano la temperatura della casa, costringendoti ad alzare il riscaldamento. Isolale con dei paraspifferi o con i prodotti appositi in silicone. Vedrai la differenza sin da subito!

Installa le termovalvole: hai il riscaldamento centralizzato? Se non l’hai ancora fatto installa le termovalvole su ogni termosifone della casa in modo da regolarne la temperatura e spegnerli del tutto quando non ti serve o non sei a casa.

Migliora le pareti di casa: isolando le pareti di casa riuscirai a risparmiare sui costi del riscaldamento. Si tratta di una scelta ecosostenibile che non necessita di una completa ristrutturazione. Contatta un esperto e chiedi di ritinteggiare le pareti con vernici isolanti o intonaci termici. È una spesa che ti darà i suoi frutti a lungo termine!

Altri idee per vivere in maniera ecosostenibile

Mi sento di darti altri due preziosi consigli per vivere in maniera ecosostenibile e risparmiare sulla spesa mensile. Il primo è quello di adottare tutte le misure necessarie per effettuare la raccolta differenziata in casa. In commercio vendono appositi cestini divisi per tipologia di rifiuto, ma non è strettamente necessario comprarli. Ti basterà creare diversi contenitori per la spazzatura, magari distinguendoli con un’etichtta che indichi “carta”, “alluminio”, “vetro”, “plastica”.

Per quanto riguarda l’organico, ti consiglio di compostarlo, soprattutto se hai piante o un giardino. Raccogli gusci di frutta secca e uova, bucce di frutta, scarti di verdura e raccoglili in un vaso forato provviso di sottovaso. Se hai spazio puoi anche procurarti un’apposita compostiera. Il risultato sarà perfetto per nutrire e far crescere sane le tue piante!

10 abitudini per abitare ecosostenibile

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

10 abitudini per abitare ecosostenibile