Harry e Meghan sull’orlo della crisi finanziaria: la rinuncia che piace al Palazzo

La coppia si è separata dall'agenzia di pubbliche relazioni che li rappresenta, forse per un problema di liquidità, e l'autobiografia di Harry è rimandata

Crisi finanziaria per il Principe Harry e Meghan Markle: la coppia potrebbe aver abbandonato l’agenzia di comunicazione che si occupava di loro per problemi di liquidità. Una scelta che piace a Palazzo, visto che Re Carlo vuole stringere i cordoni della Corona, e vuole che tutti i membri diano il buon esempio in questo momento di crisi per il paese. Pare che persino il libro di Harry sia a rischio.

Harry e Meghan: la separazione dall’agenzia di comunicazione

Re Carlo III è stato chiaro sin dal primo momento: la Monarchia farà dei tagli, e tutti i membri della Famiglia Reale dovranno dare il buon esempio, in questo periodo di grande crisi economica per il Regno Unito. Meno membri attivi, dunque meno soldi nelle tasche dei Reali, meno sfarzo e meno cerimonie.

Seppure il funerale della Regina Elisabetta abbia dato proprio l’immagine opposta, ricevendo numerose critiche per il lusso eccessivo e l’esagerato dispiego di forze armate, il nuovo Re è pronto al cambiamento, che coinvolgerà proprio tutti. Per questo, la decisione del Principe Harry e Meghan Markle di separarsi dalla prestigiosa agenzia di comunicazione Sunshine Sachs potrebbe essere stata molto gradita a Palazzo, dal momento che avevano mal digerito questa scelta già ai tempi in cui la coppia faceva ancora parte della Famiglia, con onori e oneri.

I Sussex in crisi finanziaria

Non si conoscono le motivazioni, dato che l’agenzia collaborava con la coppia anche alla Archewell Foundation, la fondazione benefica dei Duchi di Sussex, ma si avanza l’ipotesi di una loro crisi finanziaria. Gli accordi con Netflix sembrano portare i loro frutti troppo lentamente, Re Carlo potrebbe tagliare qualsiasi sostentamento, e l’autobiografia del Principe è stata nuovamente rimandata.

Harry e Meghan sono nei guai? Sono rumors, o meglio illazioni, ma certo è che questa collaborazione è terminata dopo le ultime interviste della coppia durante l’estate, e poco prima della scomparsa di Elisabetta II. Sin da principio a Palazzo non era piaciuta l’idea che ci fosse un’agenzia esterna a occuparsi per loro delle pubbliche relazioni, visto che solitamente sono membri dello staff ad occuparsene.

Che cosa succederà ora? I Sussex stanno tornando sui loro passi seguendo i diktat di Carlo, o non possono più permettersi la prestigiosa Sunshine Sachs?

Perché il libro di Harry rischia di non uscire

A questa situazione in bilico si sommano i continui ritardi con l’autobiografia del Principe Harry, che al momento non ha un titolo ufficiale e una data di uscita. C’è stato prima il Giubileo di Platino della Regina, poi il peggioramento delle sue condizioni di salute e infine la sua scomparsa.

Per Harry non è decisamente il momento giusto di uscire con le sue memorie al vetriolo contro i Windsor, e la casa editrice ha fatto intuire che, a questo punto, la pubblicazione potrebbe essere rimandata addirittura al 2023.

Altri soldi che si allontanano, momentaneamente, dalle tasche dei Sussex, che, ora che Elisabetta II non c’è più, dovranno essere molto attenti a giocarsi le loro carte. Il ritorno a Londra per i funerali di Sua Maestà non ha visto affatto il riavvicinamento della coppia al resto della Famiglia, a parte con le fedelissime Eugenie e Beatrice, che ormai sono palesemente al loro fianco contro William e Kate Middleton.

Vicina a Meghan Markle si è dimostrata anche Sophie di Wessex, che pare stia cercando di fare da pacere e mediatrice in questa difficile vicenda.