Nuova scuola? Come superare la solitudine e farsi nuovi amici

Come creare la giusta connessione nella nuova scuola, evitare l’isolamento e superare la solitudine iniziale

Foto di Elisa Cappelli

Elisa Cappelli

Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

Adattarsi alla nuova scuola

Frequentare una nuova scuola significa sempre mettersi in discussione e farlo richiede adattamento, leggerezza e voglia di esplorare. Orientarsi all’inizio potrebbe rivelarsi difficile e potresti essere colta da mille dubbi. L’importante? Devi essere realmente convinta di poter integrarti senza problemi nel nuovo ambiente! Se non vuoi avere difficoltà a stringere nuove amicizie, puoi devi vivere l’ingresso nella nuova scuola in modo autentico, mostrando davvero te stessa.

I primi giorni devi ricordarti di fare un respiro profondo e rilassarti. Il nervosismo ci sta, ma cerca sempre di ricordare che anche tutti gli altri sono nella tua identica situazione. Dipende anche molto dal momento in cui ti iscrivi a scuola, se inizi l’anno con tutti gli altri o se gruppi si sono formati. Non crearti da sola pressioni controproducenti e ricorda che la vita sociale rappresenta una sorta di “giungla”, fatta di trappole, sorprese, inaspettato, inizi, scoperte, alti e bassi. Ascolta di più, parla di meno, non sprecare fiato e osserva tutto. Una volta fatta conoscenza dei tuoi compagni non sopraffarli con troppe parole ed eccessivi ragionamenti. Puoi raccontare della tua estate ma non espanderti troppo. Non ti far coinvolgere troppo e mantieni un certo simpatico distacco, senza sembrare snob.

Via dai pettegolezzi, benvenuto sorriso

Ricorda anche che non devi sempre sembrare al top, se ci sono giorni o mattine in cui non ti senti al massimo, comunicalo e basta, senza essere scontrosa. In sintesi dovresti mantenere un equilibrio tra l’essere te stessa e pensarti come un fiore pronto a sbocciare, sentirti anche disposta a cambiare mentalità. Cerca di usare la visualizzazione per immaginarti anche con amici che vuoi, come li vuoi, da che caratteri hai voglia di circondarti e cerca di non avere fretta. Il primo giorno di scuola osserva e basta, sorridi, sii gentile, non farti idee fisse su nessuna delle persone presenti. Ricorda che per creare rapporti profondi occorre tempo, non arrenderti. Non svelare tutto subito di te e cerca di tenere il pensiero positivo attivo.

Infine, un dettaglio molto importante: ci possono essere persone che da subito ameranno fare e riferire pettegolezzi! Cerca di stare alla larga e non immischiarti, potrebbe essere davvero controproducente. Non cadere nella rete delle cose che vengono dette sulle persone; chi ama danneggiare con le parole alla lunga potrebbe farlo anche con te. Impara a difenderti da chi opprime con storie inesistenti. Non puntare il dito e non assecondare chi parla male degli altri, tieniti alla larga. Fai buon uso della tua intuizione e cerca sempre di mantenere il focus su te; anche con i messaggi quando rientri a casa, non eccedere, sii parsimoniosa, non farti vedere sempre a disposizione.

Supera la solitudine e crea amicizie

Cerca di farti conoscere ma senza forzare. Mostrati interessata ma senza essere invadente. Fai domande e mostrati disponibile. Se hai la sensazione che qualcuno non voglia frequentarti o se ti pare di non stare particolarmente simpatico/a a qualcuno, aspetta e osserva, non drammatizzare mai e non diventare scortese. Certo, se qualcuno ti risponde proprio male, cerca di difenderti. Non puoi piacere a tutti subito, ma puoi creare un buon tessuto di amicizie e decidere poi tra queste quali approfondire.

Mostrati per quella che sei e parla dei tuoi interessi, delle cose che ti piacciono, difenditi da quelle persone che non ti sembrano troppo sincere e guardati bene intorno. Se hai tante sfumature e interessi e ti pare di incontrare persone molto monotone, non giudicare; potrebbero essere persone timide che si aprono solo in una fase successiva. Cerca di difenderti da subito da persone che fanno bullismo e difendi chi ne resta vittima, anche a costo di farti notare.

Ricordati sempre di sorridere e di usare l’umorismo per alleggerire le situazioni. Se non hai il coraggio di invitare qualcuno fuori nel fine settimana, attendi. Cerca anche di invitare a casa tua, se ti va, ma non forzare; se vedi che l’invito non viene accettato o la risposta resta sul vago, lascia scorrere. Ricordati di non concentrare tutte le emozioni sugli altri e procurati sempre uno spazio mentale tutto tuo, senza autosabotarti. Imparare a stare da soli/e ti consente anche di equilibrare situazioni difficili da gestire all’inizio.

Non fissarti su cose come oggetti, vestiti e simili, cerca di dare del tuo meglio dal punto di vista relazionale. Vai come ti senti, rimani leggera e morbida, senza preoccupazioni, vestiti come sei al tuo agio e ti senti bella. Ricorda che alla fine non verrai scelta come amica per quel che indossi ma per il grado di fiducia che riesci a ispirare. Mostra sincero apprezzamento quando lo provi, non temere nulla e non ostentare troppo. Vai anche oltre le parole e prova a vedere con quali persone ti senti in sintonia automaticamente. Evita eccesso di trucco e mantieniti semplice. Presto i tuoi compagni capiranno quali sono le materie su cui vai forte e quelle che ti piaccioni di meno e potrai rivelarti una grande ancora e un grande sostegno per loro.