Mio marito mi ha tradito con la babysitter che è mia cugina

Perdonare e ricominciare o mandare all'aria una relazione sulla quale si è investito tanto? Non c'è mai una risposta giusta o sbagliata, ma c'è una decisione da prendere, ed è quella che ci fa stare bene

Foto di Sabina Petrazzuolo

Sabina Petrazzuolo

Lifestyle editor e storyteller

Scrittrice e storyteller. Scovo emozioni e le trasformo in storie. Lifestyle blogger e autrice di 365 giorni, tutti i giorni, per essere felice

Ciao, ho bisogno di un consiglio perché questa cosa mi ha tolto il sonno e anche la gioia di vivere. Sono sposata da 15, insieme da una vita e genitori di una splendida bambina di 10 anni. Io sono titolare di diverse attività in città e questo mi porta a stare molto spesso lontana da casa. Lui, invece, fa lavori saltuari arrangiandosi come può. Ad aiutarci in casa, e con la bambina, c’è sempre stata mia cugina, che è più giovane di me, alla quale ho sempre dato una mano volentieri dato che non è mai riuscita a tenersi un lavoro. Come i peggiori film visti al cinema, alcuni mesi fa scopro che i due sono andati a letto insieme più volte. Ne ho parlato con lui che si è giustificato con il fatto che io lo lascio sempre solo, e che trascorre la maggior parte del tempo con mia cugina. Lei l’ho mandata via dicendoli di non parlarne con nessuno, perché per il momento ho deciso di tenere tutto “nascosto”, dalla famiglia e dagli amici per evitare scandalo e vergogna, ma anche per tutelare mia figlia. Viviamo ancora insieme e lui dice che si è trattato solo di un momento di debolezza e che vuole tenere in piedi la famiglia. In realtà io temo che se lo mandassi via lui correrebbe da lei. Non so davvero che fare.

La vita non è un film, è vero, ma a volte sa essere molto più cruda e brutale di quelle scene viste al cinema. E a te, amica mia, è toccato diventare inconsapevolmente la protagonista del più scontato dei cliché.

Lui ti ha tradito, e lo ha fatto con una persona a te cara. Questo, purtroppo, nessun silenzio potrà cancellarlo. Quindi prima di pensare a eventuali scandali che si abbatterebbero sulla tua persona, e più in generale sulla tua famiglia, ti chiedo di prenderti un po’ di tempo solo per te stessa per riordinare le idee, per affrontare il dolore e per capire cos’è che vuoi realmente.

La scelta se perdonare un tradimento o non farlo affatto è solo tua, e forse in questo senso fai bene a non parlarne ancora con nessuno per non lasciarti influenzare dai consigli e dai giudizi degli altri, perché è facile parlare quando a essere stato ridotto in frantumi e il cuore di qualcun altro. E ricordati anche che qualsiasi decisione tu prenda non sarà mai sbagliata, a patto che ti renda felice.

Quello su cui ti invito a riflettere prima di ogni altra cosa, però, è la giustificazione millantata da tuo marito per dare un senso al tradimento. Perché la debolezza, secondo me, non può essere la causa di questa relazione extraconiugale.

Forse è stata la tua assenza a farlo avvicinare in maniera pericolosa a tua cugina, ma di questo, intendiamoci, non devi fartene una colpa. O magari è stato spinto da una forte attrazione fisica nei suoi confronti, questo io non posso saperlo. Quello che so per certo è che lui dovrebbe essere più onesto con te, e soprattutto con se stesso, e capire cosa l’ha spinto davvero a tradirti. È una verità, questa, che devi pretendere, soprattutto se sei intenzionata a perdonarlo e a ricostruire la serenità personale e familiare. Perché solo affrontando i problemi alla base, allora, potrete uscire da questa situazione più forti di prima.

Ma ripeto, non sentirti obbligata a perdonare un uomo che ti ha tradita solo per evitare uno scandalo o per proteggere tua figlia. Certo, per lei non sarà facile affrontare una separazione, ma sono certa che l’unica cosa che vorrà è vedere dei genitori felici, anche se non stanno più insieme. E non preoccuparti neanche della vergogna. Non sei tu quella che ha infranto le promesse e distrutto i sogni, che ha scelto di tradire chi gli aveva teso una mano. Non farti carico anche di questo peso perché questo non è un problema che riguarda te.

Quindi silenzia i dubbi, le paure e le preoccupazioni che in questo momento ti offuscano e mettiti all’ascolto del tuo cuore, solo lui saprà indicarti la strada da seguire. Non sarà facile, questo è vero, ma almeno ti permetterà di riprendere in mano la tua vita, con o senza di lui.