#SegretiDelCuore

La mia amica ci prova con mio marito

Ad un tratto la nostra più cara amica inizia a fare la corte a nostro marito tempestandolo di messaggi. Una situazione imbarazzante che si risolve con fermezza (e furbizia)

Marina Mannino

Giornalista e Blogger

Ho 34 anni e mio marito uno di più. La mia più cara amica è single da poco e da qualche mese sta chiaramente flirtando con lui: quando lo incontra lo abbraccia, lo tocca, fa battutine cretine, gli manda messaggi su whatsapp con frasi di ammirazione e proposte di pranzi insieme senza “quella morta di Fede” che sarei io. Mio marito ci ride su e mi fa anche vedere i messaggi, ma io non credo che gli sia proprio indifferente. Che faccio? Federica

Intanto bisogna calmarci e riflettere: cosa spinge quella che ritenevamo una cara amica a provarci con il nostro compagno? E perché lui si diverte alle sue avance invece di dirle di smetterla? Fare scenate colme d’insulti e di minacce non risolve nulla: tentiamo invece con le vie diplomatiche, più furbe ed efficaci.

Deve capire che sbaglia

Cerchiamo di portare l’amica a parlare di sé, di come sta, accennando – come per caso – ai messaggi che manda al nostro compagno. Una neo-single, forse, è in cerca di leggerezza. Il fatto di conoscere nostro marito la fa sentire autorizzata a spingersi oltre, a caccia di complicità dove non può esserci. “Cara, cos’hai? – diciamole – Ti senti molto sola, vero? Lo capisco da quello che scrivi a mio marito. Sembra quasi che tu ci stia provando con lui ma è assurdo, vero?”. Con un dialogo preciso ma leggero, lei capirà che noi sappiamo tutto dei messaggi perché che tra noi e nostro marito c’è totale confidenza. Potrebbe negare dicendo che sta solo scherzando, ma tra le righe dovrebbe arrivarle forte e chiaro il messaggio di “stop, ora basta”.

Leggi anche: Il tradimento di un’amica è peggio della fine di un amore

Ma tocca anche al maritino, che ride (un po’ pavone) ai messaggi dell’amica. E se ce li mostrasse proprio per passare da innocente bersaglio delle mire della tipa? Se non ce li mostrasse tutti, ma solo quelli innocui?  Se, sotto sotto, avesse ceduto al suo gioco di seduzione? È necessario chiarire con lui, sempre guidate dal self control.

Questione di onestà

Diciamo al nostro partner che non ci sembra onesto che lui prosegua a chattare così con lei e che vorremmo sapere se tra loro c’è una specie di “filrt virtuale“. Chiediamogli: “Che faresti se qualche tuo amico mi inviasse messaggi maliziosi e mi chiedesse di uscire con lui?”. La risposta a questa domanda ci dirà molto su quello che c’è tra loro. “Non me la prenderei, non c’è niente di male”: se risponde così, potrebbe significare che sta giustificando sé stesso e la sua gratificazione (e forse qualcosa in più) per le attenzioni dell’amica.

Leggi anche: Perché si tradisce: motivi e psicologia del tradimento

E se fosse così, com’è riuscita la tipa a insinuarsi tra noi? Forse c’è qualche piccola crepa, qualche incomprensione o un periodo di noia che ha fatto da appiglio per squilibrare la nostra armonia. Pensiamo alla nostra relazione con obiettività e cerchiamo di capire se c’è qualcosa che non va: nella vita di ogni coppia ci sono momenti in cui il percorso si fa accidentato e impervio. Parliamone con il partner, forse abbiamo bisogno di una “scossa” che però venga da noi due e non da un agente esterno.

Se è davvero successo qualcosa di serio tra il marito e l’amica, ce ne accorgeremo dal comportamento di lui, sfuggente, taciturno, annoiato e assente. Nel territorio del tradimento le reazioni sono più dure e affilate. Parlare chiaro è l’unica via possibile, con freddezza e nessuna empatia né per uno né per l’altra. Potrebbe essere una sbandata o qualcosa di più importante: dobbiamo verificare cosa sta accadendo e poi decidere come comportarci, senza fare scelte guidate dalla rabbia, soprattutto se abbiamo dei figli.