Ciò che è destinato ad andarsene se ne andrà comunque

Così l'ho capito che arriva un momento nella vita in cui non ci resta che lasciare. Di smetterla di tenere insieme qualcosa che è destinato a rompersi

Sabina Petrazzuolo Lifestyle editor e storyteller Scrittrice e storyteller. Scovo emozioni e le trasformo in storie. Lifestyle blogger e autrice di 365 giorni, tutti i giorni, per essere felice

Ho sempre creduto nel destino. L’ho fatto nella misura in cui ho dato a lui il potere di scatenarsi e di prendere le decisioni qualora io non avessi avuto la forza e il coraggio di prendere le redini della situazione. E così è successo.

Ricordo ancora come se fosse oggi quel giorno in cui una semplice chiacchierata con l’amica di sempre, si è rivelata una sorta di previsione del futuro. Certo, in quella occasione non stavo parlando di me e della mia vita, perché a quei tempi credevo fosse perfetta. Avevo fatto tutto ciò che era in mio potere per far sì che nessun imprevisto rovinasse i miei piani.

Così mi limitavo a dispensare i giusti e saggi consigli a chi, invece, non sapeva come gestire la sua di vita. Perché io sì che sapevo farlo.

Guardando la mia amica le dissi che quando è il momento di cambiare qualcosa, o di lasciare andare una persona o una situazione, la vita ti manda dei segnali, e che quando questi non sono accolti allora ci pensa lei a far succedere l’irreparabile. E questo è successo a me.

È bastato il minimo soffio di vento per fare abbattere uno tsunami e spazzare via tutto quello che mantenevo in piedi a fatica, da troppo tempo ormai. Come Atlante, che sopportava il peso del mondo intero, così facevo io, tenendo insieme con tutte le mie forze qualcosa che si era rotto da tempo, ed era destinato a frantumarsi.

Così l’ho capito che arriva un momento in cui non ci resta che lasciare andare tutte quelle situazioni che ci univano a una vita che non era più destinata a essere la nostra e che ci siamo sforzate di fingere che non fosse così. L’ho capito che anche quando rimandiamo qualcosa in realtà non stiamo che posticipando il momento in cui quell’addio sarà inevitabile.

Perché ciò che è destinato ad andarsene se ne andrà via comunque. Anche se per quella cosa ci battiamo con le unghie e con i denti, anche se desiriamo che resti con tutti i muscoli del nostro corpo. Anche quando scegliamo di combattere una battaglia che è già persa in partenza.

Ci sono cose e persone destinate a entrare nella nostra vita e a sconvolgerla. A segnarla per sempre e a cambiare tutti i piani che avevamo messo a punto meticolosamente. Alcune di queste restano per sempre, e condividono con noi il lungo cammino della vita. Altre invece vanno via, e quando lo fanno tutto cambia. Noi cambiamo. Ma abbiamo sempre la possibilità di ricominciare. E farlo è bellissimo.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ciò che è destinato ad andarsene se ne andrà comunque