Come tornare insieme all’ex

Vi manca terribilmente il vostro ex e non sapete come fare per tornare con lui.State attente: un passo falso nel cammino della riconquista potrebbe rivelarsi fatale

È successo, vi sembrava che fosse la cosa migliore ma ora vi sembra di aver fatto un tremendo errore. Vi manca terribilmente il vostro ex e non sapete come fare per tornare con lui. Avete già pronto un piano ignegnosissimo per farlo ingelosire? Vi siete prese una sbornia colossale e lo avete chiamato praticamente in lacrime? Vi siete fatte trovare nel bar in cui pranza fingendo grande sorpresa? State attente: un passo falso nel cammino della riconquista potrebbe rivelarsi fatale. Ecco qualche consiglio su cosa fare e non fare.

Cominciate col non fare nulla
I primi giorni dopo la rottura sono i peggiori: la cosa migliore da fare è non fare assolutamente niente. Quando si è in preda alle emozioni la razionalità va a farsi benedire. Se camminate senza sosta nella stanza, piangete, poi fissate nel vuoto fuori dalla finestra e ricominciate a piangere mentre vi buttate sul divano o sul letto l’unico uomo con cui dovreste parlare è al massimo vostro fratello.

Non affogate i vostri dispiaceri in una bottiglia
Niente è meno attraente di una donna ubriaca o che farfuglia e incespica dopo qualche bicchiere di vino. Provate a pensare a una bellona come Kate Moss quando esce a notte fonda da un pub, barcollando con le scarpe in mano, il mascara che le cola sotto gli occhi e i capelli arruffati come Russel Brand. Se non sembra attraente lei…

Cercate di capire che cosa è andato storto
Sentite di aver completamente fallito con lui ma, ricordatevelo, non avreste rotto se non ci fossero stati problemi. Potresti anche persuaderlo a dare alla vostra storia una seconda chance, ma prima bisogna risolvere i problemi. Fate una lista dei motivi che potrebbero aver portato alla rottura, lavorate su di voi per risolvere i vostri e chiedete a lui se è disponibile a fare lo stesso sui suoi lati negativi.

Non piangete, mendicate o supplicate
Gli uomini non rispondo bene ad atteggiamenti così emozionali. La vista di una donna singhiozzante e isterica è seconda sola alla vista di una donna ubriaca, isterica e singhiozzante. L’unico effetto che otterrete sarà quello di vederlo rintanarsi nel suo guscio più in fretta di una tartaruga spaventata. Senza contare un piccolissimo dettaglio: il fatto che non possiate vivere senza di lui ma che allo stesso tempo vorreste buttarlo nel canale più vicino sarà difficilmente una buona base su cui costruire una riconciliazione.

Ammettete i vostri errori
Se non volete che la vostra riconciliazione si trasformi subito in uno scambio di insulti allora pensate attentamente a quale è stata la vostra parte nella rottura. Siete assolutamente sicure che che sia dovuto solo al suo egoismo? È possibile che il vostro atteggiamento lo abbia condizionato? Se non siete pronte a mettere in discussione la vostra relazione ripeterete gli stessi errori.

Non cercate di farlo ingelosire
State pensando che fargli credere che ci sono altri ragazzi che sarebbero più che contenti di prendere il suo posto lo farà tornare da voi. La gelosia, in effetti può essere un potente afrodisiaco. Ma attente perché c’è un ma: il pensiero di voi fra le braccia di un altro potrebbe anche farlo allontanare definitivamente (del tipo: ci ha messo poco per dimenticarmi!). Se sta pensando di tornare da voi ha bisogno di ragioni positive e di credere che siete fatti l’uno per l’altra.

Fategli sapere che cosa si sta perdendo
Perché non ricordargli i motivi che lo hanno portato a innamorarsi di voi? Sforzatevi di apparire al meglio, proprio come i primi tempi. In più se vi sentirete alla grande, anche lui avrà di voi un’immagine più che positiva.

Non bombardatelo
Non avrà lo stesso rispetto per voi se inizierete a pressarlo o a fare stalking. Mandargli i biglietti (due naturalmente, perché sperate che vi inviti) per la sua partita preferita, lasciargli messaggi online, munirvi di binocolo per seguire meglio i suoi spostamenti e in generale, avere un qualsiasi comportamento ossessivo non servirà a nulla se non ad allontanarlo ancora di più.

Sappiate quando è il momento di lasciare stare
Se anche doveste tornare insieme non pensiate di aver risolto tutto: potrebbe non essere stata una buona decisione. A quel punto lasciate la scena con grazia e dignità e cercate di passare più tempo possibile con le persone che più vi vogliono bene e che vi amano. Riprendetevi la vostra vita e prima che ve ne rendiate conto lo avrete dimenticato.

Non seccatevi se…
… la vostra relazione, prima di tutto, non vi ha reso felice. Anche il fidanzato più fastidioso e imbroglione può essere difficile da lasciare se vi ci siete affezionate. Prima fate la lista delle cose che sono andate male e poi chiedetevi se avreste potuto convivere con quelle ed essere felici.

Libero News
Come tornare insieme all’ex