Cambiamento: come affrontarlo?

È capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di voler cambiare qualcosa: un lavoro, una relazione o semplicemente un'abitudine. Vediamo insieme insieme come affrontare al meglio il cambiamento.

Ciao Davide, è da diverso tempo che sto pensando di dare una svolta alla mia vita lavorativa. Il lavoro che tanto mi piaceva ormai non mi soddisfa più. Ma è un posto sicuro e in molti mi dicono che sarebbe una pazzia. Non so veramente cosa fare? Grazie Laura

Laura, con la sua domanda, ha posto il focus su uno degli argomenti “pilastro” del coaching: il cambiamento. Vediamo insieme come affrontarlo.

Tutti almeno una volta nella vita abbiamo sentito la necessità di cambiare qualcosa: una situazione lavorativa, una relazione o semplicemente il nostro stile di vita. Ma si sa, tra il dire e il fare spesso c’è di mezzo il mare, e il mare nel nostro caso è la Paura!

È normale provare paura perché quando si decide di cambiare qualcosa nella nostra vita automaticamente ci lasciamo alle spalle qualcosa che conosciamo bene per qualcosa di nuovo. Facciamo un salto verso l’ignoto e questo spaventerebbe chiunque. Nonostante la situazione attuale non ci soddisfi appieno, nonostante sia mediocre e magari dolorosa, è pur vero che la conosciamo bene e al suo interno trovano spazio abitudini, più o meno piccole, che ci permettono di andare avanti per inerzia. In questa situazione magari ci stiamo scomodi ma ci siamo abituati, non dobbiamo sforzarci non dobbiamo imparare nulla di nuovo e soprattutto, non avremo ad attenderci sorprese dietro l’angolo. Se restiamo ancorati dove siamo non dovremo metterci in discussione e non subiremo la paura di non farcela.

Ma a un certo punto della vita accadrà, ci troveremo di fronte a un bivio, una scelta:

A) Cambiare

B) Restare dove siamo (nella cosiddetta Confort Zone)

La paura ovviamente si annida nella prima, quella di cambiare. Questa è la prima cosa che dobbiamo capire, decide cosa fare. Una volta deciso che volete affrontare il cambiamento, la seconda cosa da fare è essere sicuri che lo vogliate per voi stessi e non perché qualcun altro lo vuole per voi. A volte capita di voler cambiare perché spinti da un condizionamento esterno. Ad esempio ricevete la telefonata di un commerciale di una compagnia telefonica che vi propone una nuova offerta e vi promette mari e monti; voi in realtà non sentivate affatto il bisogno di cambiare ma qualcuno vi sta convincendo che cambiare potrebbe essere una scelta migliore. In questo caso non siete voi a voler cambiare, ma qualcuno che vuole farvi cambiare.

E allora quanto coincide il vostro desiderio di cambiamento con l’obiettivo di chi vi vuole convincere a cambiare?

Una volta definito che la volontà di cambiare parte proprio da voi stessi avrete già raggiunto un buon punto: quello della consapevolezza ed è già un ottimo primo passo.

Vediamo ora come affrontare la paura con un semplice esercizio che ho deciso di chiamare “Esercizio numero 90”

  • Prendete tre fogli bianchi
  • Prendete tre penne colorate
  • Create una play-list sul vostro smartphone con tre canzoni

Scegliete una canzone che vi trasmetta energia, voglia di provare emozioni nuove, una che evochi un brutto momento della vostra vita, un momento in cui eravate giù di morale e una che rappresenti il vostro umore in questo momento. Per fare questo esercizio avrete bisogno di tre momenti del tutto separati, ciascuno in un giorno diverso della settimana: giorno1, giorno2, giorno3. Mi raccomando, siate onesti con voi stessi.

Giorno 1

Sedetevi davanti ad un tavolo, prendete un foglio bianco e una penna (scegliete voi il colore). Indossate le cuffie e premete play sulla canzone che rappresenta il vostro umore in quel momento.  Sul foglio provate a scrivere le risposte a queste quattro domande:

  • Come vi sentite in questo momento?
  • Che cosa volete cambiare?
  • Perché volete cambiare?
  • Se avviene il cambiamento, quali saranno le abitudini che sarete costretti a cambiare?

Giorno 2

Sedetevi davanti ad un tavolo, prendete un foglio bianco e una penna (scegliete voi il colore) indossate le cuffie e premete play sulla canzone che vi evoca un brutto momento della vostra vita.  Sul foglio provate scrivere le risposte a queste tre domande:

  • Cosa potrebbe succedervi di brutto?
  • Se il cambiamento si rivelasse un fallimento cosa vi potrebbe accadere?
  • Come vi giudicheranno gli altri se falliste?

Giorno 3

Sedetevi davanti ad un tavolo, prendete un foglio bianco ed una penna (scegliete voi il colore) indossate le cuffie e premete play sulla canzone che vi trasmette energia.  Sul foglio provate a scrivere le risposte a queste tre domande:

  • Immaginate che il cambiamento sia avvenuto, come vedete la vostra vita?
  • Che stato d’animo sentite immaginando il successo del vostro cambiamento?
  • Che risvolti positivi potrebbe avere questo cambiamento sulle vostre relazioni?

Quando avrete riempito i tre fogli con le vostre considerazioni, ne avrete uno che rappresenta il vostro stato attuale, uno che rappresenta tutte le vostre paure e uno che rappresenta il cambiamento. Quello che vorrei provare a trasmettervi attraverso l’Esercizio numero 90 è che avere paura è legittimo, perché prima che avvenga, ignoriamo quello che potrà succedere durante e dopo il cambiamento. Ma se la paura deriva dalla non conoscenza questo esercizio potrebbe almeno portarvi a immaginarla. E non credete che immaginare qualcosa in certi casi possa aiutarci a prendere delle decisioni in maniera più coraggiosa piuttosto che rimanere fermi nella più buia inconsapevolezza ed ignoranza?

 

Davide Schioppa
Life&Love Coach

PS: Ricordatevi che i cambiamenti non avvengono mai senza inconvenienti, perfino dal peggio al meglio!

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cambiamento: come affrontarlo?