Zona arancione, cosa cambia per scuole, parrucchieri, spostamenti

Dal 17 gennaio alcune Regioni potrebbero passare alla zona arancione: quali sono le nuove regole per chi ha il Green Pass e per i non vaccinati

La quarta ondata non arresta il suo corso e in attesa del picco di contagi che darebbe il via a una discesa verso momenti migliori ci sono alcune Regioni che potrebbero presto passare dalla zona gialla a quella arancione. Negli ultimi giorni, infatti, alcuni territori avrebbero sforato i parametri che consentono loro di sottostare alle limitazioni più leggere e per le quali si paventa l’ipotesi di un ritorno all’arancione.

A differenza di un anno fa, quando la campagna vaccinale era appena iniziata, il passaggio alla fascia di rischio più alta non è così rigido, perlomeno per coloro che sono in possesso del Green Pass. Il governo ha stabilito infatti delle nuove regole, che distinguono la possibilità di fare o meno certe cose sulla base dell’avvenuta vaccinazione o guarigione o, ancora, sull’esito negativo dei tamponi.

In pratica, per capire cosa si può fare e cosa no è necessario fare distinzione tra: coloro che non sono vaccinati e non hanno un Green Pass base (quello che viene fornito a chi fa il tampone con esito negativo); coloro che sono in possesso di un Green Pass Base; coloro che sono in possesso di un Green Pass rafforzato (qui vi spieghiamo la differenza tra Green Pass base e Green Pass rafforzato).

Zona arancione, le regole sugli spostamenti

Come si può vedere dalla tabella pubblicata sul sito del governo, le limitazioni per la zona arancion non riguardano chi possiede il Super Green pass (vaccinazione o avvenuta guarigione), bensì soltanto i soggetti non vaccinati. Per chi non ha il Green Pass rafforzato, gli spostamenti con mezzo proprio verso altri comuni della stessa Regione o verso altre Regioni sono consentiti solo per lavoro, necessità, salute o per servizi che non siano disponibili nel proprio comune (ed è necessaria in questi caso l’autocertificazione). Restano consentiti invece gli spostamenti dai comuni con un massimo di 5.000 abitanti, verso altri comuni entro i 30 km, tranne che verso il capoluogo di provincia.

Zona arancione, cosa cambia per i parrucchieri

L’accesso ai servizi alla persona, in cui rientrano i parrucchieri, rimarrà consentito in ogni caso, anche in zona arancione, sia per i possessori di Green Pass rafforzato sia per i non vaccinati.

Unica eccezione riguarda le attività che si trovano all’interno dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi: in questo caso l’accesso ai non vaccinati è precluso ad esclusione di alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi. Per poter accedere ai centri commerciali durante festivi e prefestivi bisogna essere in possesso del Super Green Pass.

Zona arancione, le nuove regole per le scuole

Anche per la scuola e le università ci sono delle differenze a seconda che si possegga o meno il Super Green Pass. Differenze che valgono solo per le Regioni che passeranno alla zona arancione.

Per quanto riguarda le scuole, tutti gli studenti (vaccinati e non) potranno continuare ad accedere anche se in zona arancione. Diverso il discorso per gli universitari: solo i possessori di Green Pass (base o rafforzato) potranno accedere alle strutture, seguire le lezioni e sostenere gli esami.

Per quanto riguarda i corsi di formazione in presenza, in zona arancione potranno partecipare solo coloro che avranno ottenuto il Green Pass rafforzato.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zona arancione, cosa cambia per scuole, parrucchieri, spostamenti