Violenza sulle donne dentro e fuori la famiglia: i dati Istat

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l'Istat ci svela i dati (preoccupanti) su questo fenomeno

Un fenomeno in continua crescita, che non si arresta e che continua a preoccupare. Secondo i dati Istat la violenza sulle donne, dentro e fuori dalla famiglia, è in aumento.

Il 25 novembre si celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, un’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica, ma soprattutto per spingerci a riflettere su un fenomeno dilagante, che non conosce fine. Lo svelano gli ultimi dati Istat, secondo cui sono 6 milioni e 788 mila le donne che nel corso della propria vita hanno subito una forma di violenza sessuale o fisica. 652 mila hanno subito uno stupro, mentre 746 mila sono sfuggite ad un tentativo di violenza, pagandone le conseguenze.

A commettere i soprusi sono persone vicine, come i partner oppure gli ex. Il 62,7% degli stupri, non a caso, viene commesso proprio dal compagno attuale o da quello precedente. Mentre le molestie sessuali solitamente sono opera di sconosciuti nel 76,8% dei casi.

Il dato più grave riguarda l’età in cui le donne sperimentano per la prima volta la violenza. Il 10,6% delle intervistate ha subito una molestia sessuale prima di aver compiuto 16 anni. Non solo: sono i bambini le maggiori vittime della violenza domestica, nel 65,2% dei casi infatti i figli sono presenti mentre la madre viene picchiata, vessata o violentata.

A rischio sono soprattutto le donne separate o divorziate, che si trovano in una condizione di fragilità emotiva e spesso cadono fra le braccia dell’orco senza nemmeno accorgersene. Lo stesso discorso vale per coloro che soffrono di disabilità fisiche e mentali, che subiscono spesso violenze sessuali e fisiche.

Rispetto all’indagine precedente, realizzata nel 2006, emergono dettagli importanti. Le donne negli ultimi anni hanno imparato meglio a difendersi e anche la fiducia nelle forze dell’ordine sembra aumentata. Sono più propense a denunciare e si ribellano alle violenze psicologiche. Nonostante ciò la situazione resta grave e il livello della violenza sembra aumentato a dismisura.

Secondo l’Istat nel 40,2% dei casi l’aggressione subita lascia delle ferite, anche gravi, mentre il 34,5% delle donne arriva a temere per la propria vita. Non solo: gli ultimi dati rivelano che anche lo stalking è in crescita. Con 3 milioni 466 mila donne che si trovano a dover fare i conti con paura e ansia, di fronte alla persecuzione di un ex partner o di uno sconosciuto.

Violenza sulle donne dentro e fuori la famiglia: i dati Istat