Fortuna e sfortuna: vademecum aggiornato dello scaramantico

Tra gatti neri, chiodi e coccinelle, ecco un elenco aggiornato di tutte quelle cose che portano sfortuna e di quelle che, invece, attirano la fortuna

Ci sono tante cose che portano sfortuna quindi, se non volete correre il rischio di incappare nella malasorte, leggete attentamente quest’articolo. L’elenco delle situazioni e degli oggetti poco propizi è davvero lungo e, tanto per cominciare, evitate accuratamente di alzarvi con il piede sinistro. Se poi doveste pestare un ago, vi consigliamo caldamente di non raccoglierlo: piuttosto munitevi di scopa e paletta. Attenti anche a non piegare l’asciugamano in due, a non rompere uno specchio e a non mettere mai il cappello sul letto.

Se il micio della vostra vicina di casa ha avuto la sventura di nascere del colore sbagliato (ahimè, nero) e vi dovesse attraversare la strada, tornate indietro e la prossima volta guardatevi bene intorno prima di uscire dal portone. Ma la situazione potrebbe peggiorare se abitate vicino a un convento di suore: sembra, infatti, che incontrare un gruppetto di monache porti una sfortuna incredibile. E se tutto questo vi dovesse accadere di venerdì 17, allora è meglio che chiediate un giorno di malattia al vostro principale.

Purtroppo la sfortuna è sempre in agguato e si può nascondere anche tra le mura domestiche: maneggiate accuratamente il sale perché se inavvertitamente dovesse cadere sulla tavola, potrebbe succedere un disastro. Idem, nel caso dell’olio: quando finisce sul pavimento è indice di sfortuna, per non parlare del fatto che ci vuole un miracolo per togliere le tracce di unto! Se non volete incappare nella Legge di Murphy (“se qualcosa deve andare male, andrà male”), attenzione anche a non toccare mai la gobba a una donna: quindi basta pacche sulla spalla di vostra nonna.

Per fortuna, tuttavia, ci sono anche tanti oggetti o situazioni che sembra portino bene. E’ di buon auspicio: incontrare una coccinella a sette punti (ammesso che abbiate il tempo per contarli) o trovare un quadrifoglio. Più semplice, invece, è pestare una cacca ma solo per sbaglio! Il perfetto scaramantico, inoltre, sa benissimo che bisogna tenere sempre con sé un peperoncino napoletano o un cornetto d’oro. A casa, invece, non dovete mai farvi mancare un ferro di cavallo o una cornucopia.

Se per caso trovate uno spillo per terra, raccoglietelo subito e la ruota della fortuna inizierà a girare dalla vostra parte. Buone notizie anche se vedete un chiodo arrugginito: conservarlo porta fortuna ma, se vi pungete, la storia cambia. Anche toccare la gobba a un uomo è un modo per attirare su di sè la buona sorte ma, se volete davvero che la giornata abbia una svolta positiva, cercate sempre di alzarvi con il sorriso sulle labbra!

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fortuna e sfortuna: vademecum aggiornato dello scaramantico