Come organizzare un matrimonio in autunno

Sposarsi in autunno può essere una scelta anticonvenzionale ma molto d'effetto: ecco tanti consigli utili per l'abito e le decorazioni

Per quanto la maggior parte dei matrimoni si concentrino in primavera o in estate, anche l’autunno è una stagione estremamente poetica e romantica. Un matrimonio autunnale può giocare sull’eleganza ma anche sull’originalità, lavorando su fiori, frutti, colori e spunti diversi rispetto ai soliti della stagione più calda. Un matrimonio in autunno può essere straordinariamente magico, se si indovinano i colori giusti e le idee più azzeccate sia per un ricevimento country-chic sia per una festa più formale, in centro città o in una dimora d’epoca.

L’importante è calibrarsi sugli elementi caratteristici di questa stagione: perché impazzire per le peonie o le margherite quando si possono creare composizioni diverse, particolari, altrettanto romantiche? La prima regola di un matrimonio è assecondare la stagione e valorizzarla; l’allestimento di un matrimonio in autunno deve rispecchiare perfettamente l’atmosfera di questo incantevole periodo dell’anno.

Matrimonio in autunno: idee

Per organizzare un matrimonio in autunno, con o senza l’aiuto di una wedding planner, bisogna aver presente una lista di elementi, oggetti, fiori, frutti, simboli che rappresentino questo periodo e unirli, adattarli ai propri gusti, alle proprie preferenze. I “singhiozzi dei violini d’autunno” di cui parlava la famosa poesia di Paul Verlaine sono un’ispirazione che può rendere la cerimonia una vera favola. La prima cosa da fare, quindi, è prendere carta e penna (o l’app Note dello smartphone) e segnare tutti gli spunti di proprio gradimento che possono essere utili a tematizzare un matrimonio secondo questa meravigliosa stagione. Eccone alcuni.

Tema di un matrimonio in autunno

Chi si sposa in autunno non deve necessariamente far ruotare le proprie nozze intorno a un tema solo per la scelta della stagione (e questo vale per tutti, anche per gli sposi d’inverno, di primavera o d’estate); tuttavia, ci sono tante possibilità che si prestano per chi vuole organizzare la propria festa a settembre, ottobre o novembre. Ad esempio? L’importanza della zucca in questo periodo può essere l’ispirazione per un matrimonio a tema Cenerentola, con tanto di scarpetta di cristallo, tocchi di zucche orange o completamente glitterate, spolverate di glitter che ricordino gli incantesimi della Fata Smemorina e altri riferimenti presi direttamente dal caposaldo dell’universo Disney.

Rimanendo sempre nello stesso ambito, si può optare anche per un’altra fiaba: Biancaneve, e far girare tutto intorno al simbolo della mela, punteggiando il proprio ricevimento – anche grazie a frutti, fiori, bacche – di rosso, un colore allegro, intenso e appassionato. Oppure si può ispirarsi a Sherwood, al tema foresta, scegliere un’abbazia, un agriturismo o un piccolo ristorante incantato in mezzo al bosco e organizzare il tutto come una fiaba agreste. Oppure ancora si può puntare sul lato più country e allestire in una fattoria, con tante lanterne e set per le foto creati con le balle di fieno, il recinto dei cavalli, l’aia lastricata di sassolini, le aiuole di fiori.

Colori per l’allestimento: il foliage

Foglie rosso fuoco, giallo oro, arancio come fiamme costituiscono un nuovo suolo, un tappeto regale per la natura che si prepara all’inverno e, di conseguenza, a una nuova rinascita. I colori dell’autunno sono caldi e vivaci e possono essere le linee guida per organizzare il proprio ricevimento, nonché i fiori, i decori in chiesa o nel palazzo comunale, i vestiti per le damigelle:

  • Rosso
  • Marrone
  • Arancio
  • Giallo
  • Avorio e panna
  • Ocra
  • Viola scuro

Il foliage può ispirare le decorazioni, i centrotavola, la composizione dei tavoli e il tableau mariage. Al posto del verde, del celeste, del lilla e del rosa, che costituiscono i capisaldi della primavera e dell’estate, si opterà per tonalità più nette, squillanti e gioiose, che si armonizzeranno con il paesaggio autunnale. Sposarsi in diurna in un bosco, tra lo spettacolo delle foglie che sembrano pietre preziose, può essere davvero molto suggestivo. Le foglie possono essere usate anche come complementi d’arredo o parti di decorazioni della location o della tavola. Attenzione però: mai dimenticare di pensare a un piano B, in caso di pioggia. Se la struttura non dovesse prevederlo, a meno che non si tenda sempre a vedere il bicchiere mezzo pieno, è meglio cambiare struttura.

Decorazioni, bouquet e centrotavola in autunno

Se la primavera prevede un trionfo di flower power, in autunno ci sono altri elementi che costituiscono un tocco di colore e originalità in un allestimento di un matrimonio. Al posto dei classici centrotavola o dei classici bouquet di rose o peonie, si può optare per tanti altri spunti:

  • le mele rosse
  • le castagne
  • l’uva (bianca o nera)
  • le ghiande
  • la cannella
  • le zucche (vere o anche come leitmotiv, in tessuto, cartapesta, ecc)
  • le bacche
  • gli oggetti di legno
  • altri tipi di fiori come il narciso autunnale e la violetta

Il marrone è un colore classico autunnale e questo può favorire le location country-chic con l’utilizzo del legno per fare dei cartelli rustici ed eleganti che guidino gli ospiti nelle varie sale. Si può disseminare il luogo anche di zucche arancioni, di arance, di foglie di questo colore o di dettagli rosso rubino, strizzando l’occhio alla già citata ispirazione di Cenerentola. Ecco qualche idea per i centrotavola di un matrimonio d’autunno:

  • candelabri antichi con frutta incastonata (come le mele)
  • rose bianche, candele arancio e zucche
  • rose e uva bianca o uvaspina;
  • ghiande, pigne, castagne e foglie secche
  • zucche, arance e stecche di cannella
  • lanterne con piccoli arbusti, castagne, foglie

Le combinazioni sono praticamente infinite. L’importante è affidarsi a un buon occhio, al proprio gusto estetico o a quello di una wedding planner o un event planner esperto. Il tema autunno per un matrimonio è una chiave ricercata, con tante idee per stupire i propri invitati, giocando sulla palette e sugli oggetti più particolari.

Abito da sposa in autunno

Una sposa autunnale sceglierà un abito tanto diverso da una sposa di giugno o luglio? Non necessariamente. Settembre, ottobre e persino novembre regalano tante bellissime giornate, calde e limpide come quelle di primavera. Non è necessario munirsi di stola di pelo e vestiti pesanti a maniche lunghe, ma bisogna sempre fare una valutazione sulla location (con il relativo piano B) e mettere in conto una giornata piovosa e fredda. I vestiti più adatti alla stagione autunnale non si concentrano necessariamente sulle scollature abissali, le spalle scoperte e le schiene nude dell’estate, ma propongono abiti leggermente più strutturati, in tulle, pizzo, chiffon, raso, che giocano sui microgioielli e dettagli (come gli strass, i bottoncini, ecc), sulle maniche velate, a sbuffo, trasparenti, impalpabili come carta velina.

In autunno è eliminato un rischio: quello di avere caldo, sudare, non godersi la festa perché oppresse (o oppressi, vale anche per lo sposo e gli invitati) da metri e metri di stoffa. In autunno si può lasciarsi andare ai propri gusti, optare per schiene scoperte e maniche lunghe e anche per mantelli, stole, scialli se lo si desidera. Il rovescio della medaglia, ovviamente, impone un piano B anche a livello di outfit: meglio sempre procurarsi qualcosa per coprirsi, da utilizzare in caso di freddo, pioggia o altre intemperie. Chiaramente se la maggior parte dell’evento si svolgerà all’interno della location, il fattore-meteo diventa molto meno cruciale.

Acconciature e make up sposa in autunno

E per quanto riguarda il comparto beauty? L’autunno si sposa bene con le cerimonie semplici ed eleganti, immerse nel cuore della natura, in un ambiente rustico ma sofisticato, come i casolari, i conventi, i boschi. Ecco perché, tra le varie pettinature tra cui si può scegliere, si possono prediligere opzioni sciolte o semi-raccolte, un mosso leggero con fiori e rametti tra i capelli, piccole trecce morbide, lunghe monotrecce che s’intonano con i colori circostanti. Chiaramente chi vuole uno chignon si troverà in perfetta armonia nel proprio matrimonio autunnale come se si sposasse nel cuore dell’estate, e questo vale anche per le code di cavallo o i raccolti più elaborati. Il trucco a tema seguirà, come tutto il resto, le sfumature del periodo: tocchi bronze, aranciati, mattone, porpora possono unirsi con sfumature malva o melanzana per le spose dall’incarnato più chiaro.

Le tonalità calde permettono di giocare con gli ombretti, il contouring ma anche con rossetto e lucidalabbra, sulle sfumature più nude, salmone, rosate, delicate. Non può mancare, in autunno come in altre stagioni, un effetto shrimmer per chi lo gradisse e gioielli che attirino l’attenzione sul volto della sposa. Sposarsi in autunno è una sfida: si sente il sapore dell’anticonvenzionalità, dell’insolito, del particolare o addirittura dello status di apripista. Magari, dopo le proprie nozze, qualche invitato deciderà di seguire l’esempio. Una bella foto degli sposi su un tappeto di foglie dai colori sfavillanti è qualcosa che pochi possono vantare. In generale, però, quando si organizza un matrimonio, la creatività e la fantasia non conoscono stagione. La cosa più importante è che quella festa rispecchi gli sposi, la loro personalità e la loro unicità. In autunno tra le foglie, in inverno sotto la neve o d’estate in una distesa di fiori, i matrimoni più belli saranno sempre quelli che faranno emergere l’anima dei protagonisti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come organizzare un matrimonio in autunno