Come organizzare un matrimonio in riva al mare

Sposarsi all'aria aperta, magari in riva al mare? Ecco quello che dovete sapere

Simona Spinola Responsabile comunicazione Zankyou.it

Il mare è senza dubbio una delle cornici più amate in cui organizzare il proprio matrimonio. Sicuramente è uno dei luoghi più romantici nella nostra immaginazione, in cui molti fantasticano di sposarsi, proprio per coronare il proprio sogno d’amore, ma come sarà affrontare l’organizzazione nella pratica? Quali aspetti è bene considerare perché un matrimonio in spiaggia sia un successo? Scopri con noi come organizzare un matrimonio in riva al mare con un occhio di riguardo ai dettagli per una cerimonia perfetta.

Sposarsi in spiaggia: come scegliere la data

Innanzitutto un primo punto da considerare è la questione del quando sposarsi in spiaggia. Quale sarà la stagione migliore? In primavera il clima potrebbe essere variabile, con vento e temperature imprevedibili. Certo è anche che d’estate le spiagge sono più affollate e sarà necessario scegliere con cura una zona appartata oppure privata in cui allestire la cerimonia ed eventualmente il ricevimento.

Un’altra nota dolente, temuta da tutti gli sposi e in particolar modo le future spose, è il meteo: una vera e propria incognita, nonché fonte di ansia a cui neanche le fantomatiche applicazioni più affidabili del web possono porre rimedio. La soluzione in realtà c’è ed è molto semplice. Poiché è necessario pianificare con troppo anticipo per poter anche minimamente prevedere piogge o perturbazioni per la data prescelta, c’è solo una cosa da fare: dotarsi di un piano B, ovvero una struttura che ospiti l’evento in caso di pioggia, una tensostruttura da montare in anticipo, come un gazebo in riva al mare, che in ogni caso potrà essere sfruttato per il buffet, la cena o l’intrattenimento serale.

Gli orari migliori? Sicuramente quelli che non prevedano di trascorrere sotto al sole cocente le ore centrali della giornata. Soprattutto se in estate, opta per una cerimonia di prima mattina o nel tardo pomeriggio, e prevedi l’eventuale rinfresco al coperto durante le ore più calde. Tieni conto che la struttura di copertura, antipioggia ma anche di riparo dal sole, potrà essere uno degli elementi che più peserà sul tuo budget, con diverse centinaia se non migliaia di euro, inclusa l’installazione da parte di un professionista che dovrà fare adeguati sopralluoghi e preventivi.

Decorazioni per il matrimonio in spiaggia

Da un punto di vista estetico, organizzare un matrimonio sulla spiaggia sembra semplice. È vero però che è facile scadere nel banale, con arredi cheap che non rispecchino affatto l’idea iniziale di cerimonia “da sogno”. Certo, l’occasione in riva al mare richiede di adattare una serie di elementi allo stile “marinaro”, l’arredamento potrà essere più rustico e naturale, ma l’importante è mantenere uno stile elegante e omogeneo, leggero ma raffinato. Fondamentale, come dicevamo, sarà prevedere opportune strutture di copertura, per riparare i vostri invitati dal sole e dall’afa, comode sedute ma senza eccessiva imbottitura e passerelle, magari in legno, su cui gli ospiti possano camminare agevolmente senza sprofondare nella sabbia.

Largo dunque al bambù, alla paglia, al vimini e ai dettagli shabby chic, senza esagerare. Il bianco potrà farla da padrone, così come tutte le sfumature del legno e del mare. Materiali naturali, dal lino al cotone, leggeri e svolazzanti per tendaggi, tovaglie, drappi e decorazioni in genere. Via libera a filari di lucine, candele galleggianti, lanterne antiche o di carta, oggetti della vita marinara e bancali verniciati come portafiori. A proposito di fiori! Se la cerimonia è prevista in ore diurne, grandi bouquet e decorazioni floreali potrebbero risentire delle temperature troppo elevate, della brezza marina e del sole battente: meglio preferire elementi meno delicati, come piccole palme e piante tropicali, oppure spighe di grano, girasoli, insomma tipologie di fiori di stagione e resistenti, piuttosto che cambiare rotta e puntare su tutt’altro, magari su ciò che ci regala il mare: rami, conchiglie e un bouquet di fiori di campo e rametti di erbe della macchia mediterranea, profumatissimo e molto chic.

In questo un matrimonio sulla spiaggia potrebbe rivelarsi più economico del previsto, e non per questo deludere le aspettative: con qualche centinaio di euro potresti acquistare tutto il materiale, e potrai concederti perfino qualche chicca accessoria come acchiappa-sogni personalizzati e coroncine di conchiglie per tutte le damigelle!

Dress code per un matrimonio in spiaggia

Una cosa è certa: quando avrai la data del vostro matrimonio sul mare, sarà bene cominciare ad organizzarsi per farlo sapere a tutti gli inviati. Sarà infatti fondamentale informarli del mood della festa, così che si possano regolare con l’acquisto di eventuali abiti e accessori. Senza dettare un vero e proprio dress code, sarà utile dare agli amici in arrivo qualche ragguaglio circa l’orario, la location, il programma della giornata, perché possano organizzarsi di conseguenza.

Il trucco e parrucco sarà da scegliere ad hoc, sia per la sposa che per gli invitati. Non dimenticare di comunicare questo dettaglio a chi ti seguirà durante la preparazione e fai qualche test “a prova di caldo”. Si sa che il vento e l’esposizione alla salsedine potrebbe far optare, soprattutto le ragazze, per acconciature raccolte, poco trucco in favore di molta crema solare, piuttosto che optare per calzature comode, pochi gioielli e leggeri, no al profumo e… non dimenticate il costume da bagno!

Banchetto e festa sulla spiaggia

Certo, perché come ogni matrimonio che si rispetti, anche quello in riva al mare ad un certo punto sfocerà in una festa sfrenata, in cui dopo aver pronunciato il fatidico sì sia gli sposi che tutti gli invitati non avranno voglia che di festeggiare!

A partire dalla cena, rigorosamente light, meglio se a base di pesce e prodotti locali e di stagione, leggeri e poco elaborati, magari in pratiche monoporzioni; ai drink , meglio se con opzione analcolica per dissetare e reidratare gli invitati dopo una lunga giornata. Puoi affidarti ad un catering di fiducia come ad una struttura locale, selezionando idee originali, fresche e colorate: per esempio un’isola dedicata alle granite, spiedini di frutta fresca, mini gelati, sorbetti o ghiaccioli su stecco, cocktail preparati dal vivo, sushi o poke hawaiiani purché freschissimi. Un consiglio? Non risparmiare sulla qualità, punta su poche portate, piuttosto che su un buffet, anche in base al numero degli invitati e allo spazio che avrete a disposizione. Considera tra i 50 e 100 euro per invitato, tutto incluso, un prezzo medio da valutare.

Per la festa, infine, non è necessario sparare i fuochi d’artificio o un’intera live band, ma non dimenticare un tocco di intrattenimento: un dj che suoni sulla spiaggia e “infuochi” la pista da ballo potrà bastare… E al resto pensateci voi, sposini, concludendo questo giorno speciale con una piccola follia, come tuffo in mare, o almeno con un brindisi all’inizio di una nuova vita, celebrando questo momento che rimarrà certamente indimenticabile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come organizzare un matrimonio in riva al mare