Matrimoni in agriturismo, la guida definitiva: dal menu ai look

Sposarsi nel verde di un agriturismo: i dieci trend per le nozze all'insegna della natura per feste più lunghe, informali e sostenibili

Foto di Rita Paola Maietta

Rita Paola Maietta

Seo copywriter

Giornalista e blogger dal 2010, mi piace scrivere di moda, design, casa e lifestyle mentre mi destreggio tra la vita da mamma.

Considerato come la celebrazione più importante della propria vita, il matrimonio vuole essere festeggiato da ogni coppia in modo unico, personalizzato ed indimenticabile, sia per sé stessi che per i propri invitati. Le tendenze del momento sono ben lontane dalle cerimonie formali, con ospiti inamidati. Piuttosto, sono sempre di più i promessi sposi che decidono di festeggiare il proprio giorno speciale in un agriturismo. In questi luoghi, dove spesso tradizione ed innovazione si uniscono in un connubio indissolubile, le prenotazioni sono aumentate in tutta Italia. Un trend in aumento dovuto anche ad una maggiore consapevolezza degli sposi che diventano sempre più green.

Di seguito scopriremo perché il matrimonio in agriturismo è così gettonato, i menu che si possono proporre in una location del genere, gli outfit giusti da indossare e tanto altro.

Perché sposarsi in agriturismo

Oggi gli agriturismi sono in grado di offrire ai loro ospiti delle strutture ben organizzate, che si discostano dalle semplici aziende agricole di un tempo. Ne risultano location funzionali e curate nei minimi dettagli, in cui restano comunque due capisaldi: ambienti accoglienti e familiari, associati alla natura che fa da cornice.

Del resto, gli agriturismi moderni nascono da ambienti agricoli antichi. In particolare, le sale dedicate alla ristorazione, sono molto grandi e spaziose perché ricavate da ambienti ampi come stalle e depositi. Il che consente di poter disporre molti tavoli e, quindi, ospitare tanti commensali. Gli spazi sono ampi anche all’esterno. Ciò permette agli sposi di poter decidere di svolgere alcuni momenti della propria cerimonia anche fuori. Che sia il momento dell’intrattenimento o dell’aperitivo, lo spazio esterno può fungere anche da disimpegno tra una portata e l’altra. Parallelamente, azzera il problema dei parcheggi.

Per i futuri sposi che amano la natura, i prati e le distese di campagna a perdita d’occhio potrebbero essere l’ideale per il loro giorno speciale. Tant’è che sono sempre di più gli agriturismi che permettono di svolgere in location tutta la cerimonia: dal rito civile al taglio della torta. Si azzererebbero, così, i costi di trasporto, dal luogo della celebrazione a quello della festa. Anche lo shooting fotografico potrebbe essere realizzato tranquillamente in agriturismo, dimezzando i tempi di attesa degli sposi e degli ospiti.

Un particolare non trascurabile è dato anche dalla possibilità di pernottare negli agriturismi che dispongono di stanze. Lì potranno soggiornare invitati e sposi senza dover cambiare location o impazzire per i transfer e i collegamenti per tutti. Una soluzione comoda anche per chi, ad esempio, ha molti invitati provenienti da fuori.

Gli agriturismi sono diventati molto gettonati anche per un altro fattore: il tempo. Quando si decide di svolgere il proprio ricevimento in agriturismo, in molti di loro non ci saranno limiti di orario, cosa che, invece, si verifica in altre location come le sale degli alberghi o delle dimore storiche. Trascorso un certo limite di orario, infatti, la festa deve terminare perché non si possono disturbare gli ospiti che soggiornano nella location oppure perché il personale deve staccare. Gli agriturismi, di solito, si trovano isolati e rendono possibile, prenotando tutta la struttura, di poter far proseguire la festa anche fino a notte inoltrata, senza limiti di decibel da rispettare.

Menu per un matrimonio in agriturismo

Il pranzo (o la cena) nuziale servito in agriturismo è composto solitamente da pietanze figlie della cucina genuina e della tradizionale che si fondono con proposte più particolari e raffinate. L’esaltazione dei sapori tipici e i profumi della terra sono caratteristiche apprezzate in un menu e in grado di andare incontro a tutti i gusti.

I menù biologici si sposano con la filosofia green. Le materie prime a chilometro zero conferiscono ai menu di nozze un tocco in più molto apprezzato. Il menu degli agriturismi, di solito, segue le tipicità del luogo e potrebbe essere meno leggero ed elaborato rispetto alle proposte classiche di altre location. Chi viene invitato in agriturismo si aspetta di mangiare bene, in modo semplice ed abbondante. Al cibo si accompagna dell’ottimo vino che può essere della casa o di qualche cantina vicina alla zona. Il menu verrà stampato su della carta quanto più semplice possibile, in cui l’importanza verrà data più alla sostanza (quello che c’è scritto), più che alla forma.

La bellezza di un ricevimento di nozze in agriturismo è rappresentata anche dalla possibilità di evitare il servizio tradizionale, sentendosi la libertà di poter scegliere tra buffet e grandi tavolate. Al classico menu servito al tavolo, grazie ad un buffet, ogni ospite sarà libero di degustare il cibo e festeggiare insieme agli sposi senza paletti, facendo amicizia e divertendosi con tutti. Non a caso, gli agriturismi sono la location preferita dalle coppie giovani o da chi vuole una cerimonia informale, per festeggiare, ad esempio, le seconde nozze. Lo stesso vale per le cerimonie simboliche.

Allestimenti per un matrimonio in agriturismo

La natura è, generalmente, al centro degli arredi degli agriturismi. Insieme ad essa spiccano anche tutti quegli elementi rustici e semplici legati alla campagna e all’ambiente rurale, con i dettagli legati al mondo dell’agricoltura. Con gli allestimenti giusti, però, l’ambiente potrà diventare speciale ed elegante ma comunque assecondare i gusti della coppia. Dai centrotavola alle tovaglie, dai rivestimenti agli addobbi floreali, possono aggiungere alla sala dell’agriturismo quel tocco stiloso che mancava.

Gli allestimenti dovranno essere coerenti con la natura per evitare di offuscarla: essa resta comunque la protagonista in questa tipologia di ricevimenti. Via libera, perciò, agli addobbi che la ricordano e restino in sintonia con l’ambiente: paglia, fiori di campo e balle di fieno che fanno da sedute. Ad arricchire il tutto ci sarà il legno. La location, in linea di massima, non va snaturata.

Sulla tavola potrà essere una buona idea quella di creare una mise en place con delle stoviglie vintage. Queste ultime arricchiranno non solo la tavola vera e propria ma potranno fungere anche da elementi decorativi. Il che si sposa benissimo con uno stile di matrimonio molto trendy: quello shabby chic. Oltre alle stoviglie, possono fungere da decorazione i vecchi attrezzi da lavoro e da cucina per rendere l’atmosfera piena di quei saperi (e sapori) appartenenti ad un passato ricco di ricordi.

Anche il cadeaux de mariage ricalcherà, naturalmente, lo stile del matrimonio. Una buona idea potrebbe essere una conserva prodotta dallo stesso agriturismo, una bottiglia di vino o di olio di produzione propria. Laddove non fosse possibile, la fantasia degli sposi potrebbe avere il sopravvento. Meglio, però, rimanere centrati e cercare di rimanere sulla semplicità.

Come vestirsi ad un matrimonio in agriturismo

Anche il look di sposi ed invitati dovrà adeguarsi alle peculiarità del luogo prescelto. La sposa potrà prediligere abiti dalla forma romantica, vaporosi e leggeri. Per aumentare la praticità, non è escluso che la sposa possa indossare una jumpsuit o, addirittura, un tailleur elegantissimo con pantaloni ampi. A fare la differenza, potrebbero essere gli accessori: cappelli con velette, borsette floreali e guanti potrebbero assecondare la voglia di creatività e di dettagli della sposa, arricchendo magari l’abito semplice. Quest’ultimo potrà essere anche d’ispirazione retrò oppure davvero vintage, poiché ereditato dalla nonna o dalla zia.

Lo sposo, invece, in un’ambientazione del genere, soprattutto se le nozze si svolgeranno di giorno, potrà osare completi di lino, dei colori della terra ma anche quelli che spaziano tra il beige, il grigio tortora ed il panna. Anche per lui saranno importanti accessori come il panciotto, l’orologio da taschino, la pochette e persino il cappello. Lo sposo potrà sperimentare anche stili diversi e più originali.

Per le invitate, via libera agli abiti dalla lunghezza midi, che lascino la libertà di poter camminare tranquillamente sui manti erbosi senza inciampi. I colori pastello e le stampe che ricordano la natura sono da preferire. Anche i tessuti saranno leggeri e impalpabili (ma qui molto dipenderà dalla stagione in cui si svolgerà il matrimonio). L’escursione termica in campagna/collina potrebbe sentirsi di più. Per questo motivo, nessuno dovrebbe dimenticare un coprispalle o uno scaldacuore da portare con sé. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata anche alle calzature che devono impedire rovinose cadute tra le zolle di terreno.

Il periodo perfetto per sposarsi in agriturismo

Il periodo migliore per sposarsi in un agriturismo è sicuramente la stagione primaverile. È in quel periodo dell’anno, infatti, che la natura dà il suo meglio, esplodendo di nuovo, dopo il grigio inverno, con il suo tripudio di colori e profumi. La stagione estiva, invece, è consigliabile laddove l’agriturismo sorga in collina, ricca di alberi che fanno ombra.

Anche l’inverno e l’autunno potrebbero essere due stagioni valide per sposarsi in agriturismo. In questo caso, però, bisognerebbe mettere in conto che non si potranno sfruttare al massimo gli spazi esterni per via delle possibili intemperie e per il calo delle temperature. Se gli spazi interni non sono grandi, per fronteggiare il maltempo, potrebbe essere necessario spostare il ricevimento in una tensostruttura allestita ad hoc. Se l’agriturismo non ne dispone già, potrebbe essere necessario noleggiarla. Tuttavia, questo passaggio potrebbe costare anche parecchio.