Si può mangiare il sushi in gravidanza? I cibi proibiti e perché

Scopriamo se e quando è opportuno evitare di consumare il sushi in gravidanza: la presenza di pesce crudo può causare alcune problematiche

Si può mangiare il sushi in gravidanza? In linea di massima la risposta è affermativa, anche se occorre seguire alcune precauzioni. La problematica principale che assilla tante donne in gravidanza riguardo al cibo è una malattia chiamata toxoplasmosi: contrarla mentre si è incinte può causare anche l’aborto o vari tipi di complicazioni e di malattie per il bambino. Questa malattia è un protozoo, che vive nell’intestino dei gatti e può trasferirsi ad altri animali. Chiunque non abbia già contratto la toxoplasmosi prima della gravidanza deve mantenersi lontano dalle feci del gatto e da qualsiasi cibo che possa essere contaminato: carne cruda e insaccati, ma anche frutta e verdura che non siano state accuratamente lavate.

E il pesce? Non esistono possibilità che i pesci presentino un rischio per la toxoplasmosi, quindi il pesce crudo è un alimento sicuro, anche per le donne in gravidanza. Occorre però fare attenzione ad altre problematiche, prima fra tutte l’Anisakis: un parassita che si annida nei pesci di mare. Sono anche altri i parassiti microscopici che si possono annidare nel pesce, anche in quello d’acua dolce; fortunatamente questi pericolosi organismi si possono rendere del tutto innocui, cuocendo il pesce alla perfezione, fino al cuore, oppure abbattendolo. L’abbattimento comporta la conservazione del pesce a temperature inferiori ai -20°C per almeno 24 ore; questo trattamento uccide qualsiasi microorganismo patogeno al suo interno ed è consigliato anche per cibi tradizionali italiani, come le alici marinate o le cozze.

Contrariamente a quanto si crede invece, l’utilizzo di condimenti acidi, come l’aceto o il succo di limone, non porta alcun beneficio. Quindi il sushi si può mangiare in gravidanza, ma è importante fare attenzione a che tipo di pesce si sta mangiando e a come è stato preparato. Meglio evitare i ristoranti a basso prezzo o che non danno alcuna certezza sulla provenienza delle materie prime utilizzate. Un buon sushi privo di rischi è spesso anche costoso e servito solo in alcuni ristoranti. Se si hanno dei dubbi, anche minimi, meglio scegliere piatti ben cotti, in modo da evitare qualsiasi problema. L’Anisakis non porta danni diretti al bambino, ma si tratta di una malattia abbastanza grave, che può creare scompensi o carenze nutrizionali.

Immagini: Depositphotos

Si può mangiare il sushi in gravidanza? I cibi proibiti e perch...