I benefici dei roller per i più piccoli

Vostro figlio vi ha chiesto in regalo un paio di roller? Ecco perché soddisfare questa sua richiesta, e quali benefici potrebbe trarre da questa attività

Hanno un sapore un po’ vintage, pur rimanendo sempre attuali, e sono perfetti per divertirsi e fare sport durante le belle giornate di primavera e d’estate. Stiamo parlando dei roller, i pattini con le rotelle che puntualmente i ragazzi chiedono in regalo a mamma e papà, non appena spunta un po’ di sole. Con i roller ai piedi, i più piccoli, ma anche gli adulti, possono trascorrere in compagnia dei loro amici e della famiglia ore spensierate. Un tempo che, con le vacanze e i ponti di aprile e maggio, può allungarsi ad intere e piacevolissime giornate da spendere nei parchi e sui percorsi ciclabili. Un’attività divertente, che genera tutti i numerosi benefici di un esercizio fisico: i roller, infatti, migliorano coordinazione, agilità ed equilibrio e permettono di praticare sport all’aria aperta con effetti positivi sull’umore, sulla respirazione e persino sul carattere.

Tanti sono i modelli di roller che si possono acquistare da Decathlon. Alcuni di questi pattini sono indicati per i ragazzi tra i 10 e i 16 anni, perché sono regolabili su quattro misure e quindi ideali per un uso prolungato nel tempo: non sarà necessario cambiarli ogni anno, ma potranno essere utilizzati anche per due o tre anni consecutivi.

Ma quali sono i benefici che un bambino può trarre dal trascorrere parte del suo tempo libero sui roller? Innanzitutto, trattandosi di uno sport dinamico, il pattinaggio permette di convogliare le energie verso un’attività giocosa e divertente.

Un paio di roller ai piedi consente ai bambini di sfogare la loro voglia di muoversi, di giocare, di stare all’aria aperta, regalando numerosi benefici: sviluppare l’agilità, l’equilibrio, la reattività di fronte agli ostacoli, e agire anche sulla mente. Per andare veloci sui roller bisogna essere concentrati e non bisogna aver paura di superare i propri limiti. Sui roller si affrontano le paure, si sviluppa la sicurezza, il cervello elabora naturalmente la capacità di superare non solo gli ostacoli fisici, ma anche quelli mentali e psicologici.

In genere, pattinare sui roller è un’attività che i ragazzi amano fare in compagnia: sperimentando la libertà e allontanandosi per poco dall’ambiente famigliare, si sentono portati a socializzare e a fare nuove amicizie. Possono frequentare spazi dedicati a chi va sui roller, club e associazioni dove conoscere altri ragazzi che condividono la stessa passione. Se il pattinaggio dovesse poi diventare una vera e propria passione, i ragazzi avrebbero la possibilità di entrare a contatto con molti termini in inglese, specifici dello slang dei pattinatori su rotelle.

Portare i roller in un viaggio all’estero con mamma e papà, per un ragazzo costituisce il passaporto ideale per una vacanza all’insegna dell’amicizia e dello sport, lo strumento che, a suo modo, può aiutare a superare anche confini linguistici e culturali.

In collaborazione con Decathlon

I benefici dei roller per i più piccoli