PROMO

Genitori, leggete libri (tanto e spesso) ai vostri bambini

Leggere fin da piccolissimi migliora le capacità di apprendimento e relazione. Abbiamo chiesto qualche consiglio ad Alberto Pellai, psicoterapeuta dell'età evolutiva

Abbiamo spesso parlato dell’importanza della lettura in età pre-scolare. Prima di imparare a farlo in autonomia, i bambini hanno bisogno di essere accompagnati verso un’abitudine che resterà fondamentale nel corso della loro vita. A dedicare spazio e tempo alla lettura si comincia da piccoli.

Ne è convinta McDonald’s Italia che ha deciso di regalare anche libri (e non più solo giochi) ai bambini che sceglieranno un Happy Meal.

In occasione della presentazione del progetto Happy Meal Readers abbiamo approfondito le premesse e il tema con Alberto Pellai, psicoterapeuta dell’età evolutiva

Ci spiega perché è importante leggere (tanto e regolarmente) libri ai bambini?
Perché li aiuta da tutti i punti di vista nella loro crescita. Migliora la relazione tra genitore e figlio, poichè la lettura condivisa è un forte rafforzatore del legame intimo che unisce adulto e bambino. Migliora la competenza emotiva del bambino, perché gli permette di confrontarsi con le emozioni presenti nelle storie che legge e di identificarsi con gli stati emotivi dei personaggi in essi presenti. Inoltre, migliora la prontezza (readinesse) per l’ingresso a scuola, potenziando le capacità di espressione, comprensione e pre-lettura del piccolo.

“I libri sviluppano le capacità di apprendimento, l’educazione emotiva e sostengano la crescita”, tre cose che stanno molto a cuore alle mamme e ai papà
Le mamme e i papà oggi sono molto attenti non solo al sapere e al saper fare dei loro bambini, ma anche al loro saper essere. Come ho già evidenziato nella risposta alla domanda precedente, la lettura è un forte potenziatore e stimolatore di tutte e tre queste dimensioni. La ricerca Happy Meal Readers condotta da Kantar Italia ha proprio messo in evidenza con quanto amore, quanta passione e quanta competenza i genitori italiani hanno “compreso” questo messaggio e lo stanno mettendo in pratica nella vita dei loro bambini.

Ha qualche consiglio particolare da dare ai genitori in tema di libri? Meglio le fiabe o le storie vere? Meglio il pomeriggio o la sera prima di addormentarsi?
Siate voi stessi adulti dei buoni lettori: i bambini imparano quello che vivono. Rendete i libri in casa vostra facilmente accessibili ai bambini: non su mensole alte o dietro ad ante di armadi. Quando condividete esperienze che richiedono tempi lunghi di attesa o sospensione (ristorante, visita pediatrica, ospedalizzazione, viaggi in treno e aereo) portate con voi dei buoni libri per ingannare l’attesa e intrattenere il bambino. Inserite i libri in rituali, quali quelli della nanna e quelli del week end (per esempio alla mattina, con calma sul divano). Tutti i libri vanno bene, ma se vostro figlio ha una spiccata propensione per un genere specifico, non lasciatelo mai senza libri che toccano i temi a lui cari. Infine, in occasione di feste di compleanno del vostro bambino e dei suoi amici, scegliete un
libro come regalo.

L’impegno di McDonald’s
3 milioni di libri per bambini distribuiti in un anno in tutta Italia: questo l’obiettivo di McDonald’s Italia con Happy Meal Readers, il progetto che per la prima volta offre la possibilità di scegliere un libro al posto del classico gioco all’interno dell’Happy Meal. L’iniziativa fa parte del più ampio impegno di McDonald’s nei confronti delle famiglie, che si traduce nell’introduzione di novità sostanziali nell’offerta di prodotti e servizi loro dedicati.

In linea con questa priorità, da marzo 2019 tutti i bambini in Italia possono scegliere un libro con il proprio Happy Meal. Si tratta di una collana inedita di dodici storie scritte dalla famosa autrice inglese per bambini Cressida Cowell, ricche di avventure, emozioni e divertimento. La serie incoraggia i bambini a coltivare il piacere della lettura e a creare momenti di condivisione con le famiglie. Ogni otto settimane saranno disponibili due nuovi titoli tra cui scegliere.

Genitori, leggete libri (tanto e spesso) ai vostri bambini