7 ricette per uno slime fatto in casa

Lo slime è uno dei giochi preferiti dei bambini di ogni generazione, a partire dagli anni Settanta. Ecco 7 semplici ricette per realizzare in casa uno slime personalizzato

Lo slime è una pasta modellabile molle, viscida e appiccicosa, dall’aspetto definito spesso disgustoso, che da sempre diverte moltissimo i bambini di tutte le età, oltre a essere molto utilizzato dagli adulti come antistress. Ma perché lo slime è tra i giochi preferiti dei bambini? Semplice: perché lo slime può essere manipolato e tirato a piacimento, donandogli ogni volta una forma diversa senza mai perdere elasticità, può essere maneggiato all’infinito con facilità, può essere attaccato e fatto colare da qualsiasi superficie.

Storia dello slime

Lo slime è stato introdotto in Italia dalla Mattel negli anni Settanta, era inizialmente di colore verde e la sua classica consistenza molliccia era dovuta al suo ingrediente principale, ovvero la gomma di Guar, un elemento colloso ricavato da una pianta particolare.

Negli anni Ottanta lo slime era conosciuto da tutti i bambini del mondo grazie a Slimer, il fantasma gommoso del film “Ghostbusters – Acchiappafantasmi”, diventato poi cartone animato. Negli anni Novanta è tornato nuovamente di moda ed è stato commercializzato in diversi colori e varianti, soprattutto con il marchio Skifidol, venduto con successo nelle edicole e nei negozi di giocattoli di tutta Italia.

Negli ultimi anni, lo slime è tornato alla ribalta soprattutto sui social network, letteralmente invasi da tutorial dedicati alla produzione e personalizzazione degli slime, oltre che dalla famosissima Slime Challenge, sfida diventata subito virale in cui numerosi giovani, ma anche famosi youtuber, attori e cantanti, hanno cominciato a pubblicare sui loro profili social filmati che li ritraevano mentre si gettavano in testa la melma viscida.

Come preparare lo slime in casa: 7 ricette

Anche se lo slime può essere tranquillamente acquistato in edicola o nei negozi di giocattoli, è sicuramente più divertente realizzare uno slime personalizzato in casa propria, seguendo le numerose ricette semplici e divertenti che si possono realizzare insieme ai bambini, dando libero sfogo alla loro fantasia.

La ricetta base dello slime prevede l’utilizzo di colla vinilica e del borace, che server a rendere lo slime elastico: il borace però è un ingrediente tossico, che è meglio sostituire con altri elementi non dannosi e facilmente reperibili, come il detersivo per bucato, il bicarbonato mischiato al liquido delle lenti a contatto, l’appretto o amido liquido, il borotalco, i c.d. attivatori della colla.

Anche la colla vinilica, seppure quella in commercio è atossica, può essere sostituita da altri ingredienti naturali come il dentifricio, l’amido di mais, lo shampoo o il sapone di Marsiglia. Per personalizzare lo slime, invece, si possono utilizzare a piacimento ingredienti extra come colorante alimentare, schiuma da barba, olio baby, sapone profumato, glitter e brillantini, e addirittura il latte condensato per realizzare uno slime da mangiare!

Lasciatevi ispirare dalle nostre ricette per creare il vostro slime personale: l’unico limite è la fantasia!

1. Slime con la colla vinilica e borotalco

La prima ricetta è quella dello slime con la colla vinilica, quindi in presenza di bambini è necessaria la supervisione di un adulto, anche se si tratta di un ingrediente atossico. Occorrono 150 ml di colla vinilica, 70 gr di borotalco (in sostituzione del borace) e, a piacere, del colorante alimentare.

Dopo aver messo la colla vinilica in una ciotola, si aggiunge subito un cucchiaino di colorante in modo da farlo assorbire meglio dallo slime, e poi mescolando si aggiunge poco alla volta il borotalco. Quando il composto ha raggiunto una consistenza densa e uniforme, si può lavorarlo con le mani fino ad ottenere un risultato omogeneo.

2. Crunchy Slime

Sempre a base di colla vinilica, questa variante deve il suo nome alla consistenza “pietrosa” e “croccante” del composto. Per questa ricetta si utilizza la soluzione per le lenti a contatto, che funge da attivatore rendendo la colla elastica per realizzare un perfetto slime glitterato. Gli ingredienti necessari sono 100 ml di colla vinilica trasparente, 20 ml di soluzione per lenti a contatto, 50 ml di acqua, 1 cucchiaino di bicarbonato, glitter o brillantini e colorante alimentare.

Il procedimento è molto semplice: basta unire alla colla trasparente un pizzico di bicarbonato, addensarla con il liquido per lenti a contatto, aggiungere un po’ di colorante alimentare e, per ultimi, le pietrine e il glitter, mescolando il tutto fino a ottenere la consistenza elastica dello slime.

3. Slime senza colla con solo due ingredienti

Per chi preferisce realizzare lo slime senza usare la colla vinilica, si possono trovare moltissime ricette con ingredienti alternativi. Le più semplici prevedono l’utilizzo di due soli ingredienti.

Una prima proposta consiste nel mescolare 140 gr di amido di mais (Maizena) con 250 ml di acqua calda con l’aiuto di un cucchiaio, per poi lavorare il composto con le mani fino ad ottenere la consistenza desiderata. Lo slime deve poi riposare in freezer per 10 minuti, controllando che non si indurisca troppo. Per creare uno slime colorato, basta aggiungere il colorante alimentare all’acqua calda prima di aggiungere l’amido di mais.

Con l’amido di mais si può preparare anche lo slime che si muove: basta mescolare 90 gr di amido di mais con 500 ml di olio di semi e far riposare il composto in frigo per almeno mezz’ora: avvicinando e allontanando lo slime da un oggetto con carica elettrostatica, lo si vedrà letteralmente muoversi, con sicuro divertimento dei bambini.

Altra ricetta senza colla con solo due ingredienti è quella a base di shampoo e dentifricio. Anche in questo caso, bisogna mescolare in una ciotola uno shampoo non troppo liquido ed un dentifricio in gel, in parti uguali, fino ad ottenere un composto omogeneo. Dopo 10 minuti di riposo nel freezer, lo slime è pronto.

Per ottenere uno slime viscido ed elastico, ma un po’ più compatto, basta mescolare 1/3 di tubetto di dentifricio in gel con 70 gr di amido di mais e un pizzico di sale.

4. Slime profumato

Utilizzando del semplice sapone, si può realizzare uno slime elastico e profumato! Occorrono 100 gr di scaglie di sapone di Marsiglia, 1/2 litro di acqua calda e 50 gr di amido di mais, a cui si può aggiungere del colorante alimentare a piacimento per dare allo slime il colore preferito. Bisogna mescolare in una ciotola l’acqua bollente con le scaglie di sapone fino a scioglierle, quindi si aggiunge l’eventuale colorante alimentare e si amalgama per bene.

Dopo che il composto ha riposato per circa un’ora, va lavorato di nuovo con una frusta fino a che non avrà una consistenza viscida e spumosa, aggiungendo un po’ di amido di mais se fosse troppo molle.

5. Butter slime

Questa ricetta serve per realizzare un tipo di slime con un colore e una consistenza molto simile al burro, usando acqua, schiuma da barba, soluzione per lenti a contatto, baby oil, colla vinilica, bicarbonato di sodio, amido di mais e un colorante giallo.

Si mescolano insieme colla, schiuma da bagno, acqua, amido di mais e colorante, con qualche grammo di bicarbonato, e poi si aggiunge la soluzione per lenti a contatto. Per ammorbidire un po’ il composto, basta aggiungere altra schiuma da barba e mescolare con il baby oil. E voilà, il butter slime è pronto!

6. Slime commestibile

I più piccoli, si sa, tendono a mettere in bocca qualsiasi cosa, meglio ancora se ha una consistenza molliccia come lo slime. Per evitare qualsiasi inconveniente, basta seguire questa ricetta per realizzare uno slime commestibile, usando 450 ml di latte condensato, 20 gr di amido di mais e, a piacere, del colorante alimentare.

Bisogna scaldare il latte condensato a fuoco basso e aggiungere poco alla volta l’amido di mais, mescolando il tutto fino a che il composto sarà ben amalgamato e addensato. A questo punto, si può togliere il pentolino dal fuoco e far raffreddare la pasta gelatinosa, dopo aver aggiunto l’eventuale colorante alimentare. Il risultato finale avrà meno elasticità rispetto agli altri slime, ma non si dovrà correre al pronto soccorso se i bambini dovessero ingerirlo.

7. Fluffy slime

Per concludere questa carrellata di ricette per slime, non poteva mancare quella del Fluffy Slime: uno slime spettacolare, soffice e dalla consistenza quasi schiumosa, più compatta, elastica, viscida e gommosa del classico slime. Servono pochissimi ingredienti: schiuma da barba, colla trasparente e colla vinilica, detersivo liquido, bicarbonato e colorante per alimenti!

Per prima cosa, bisogna mescolare in una ciotola una tazza di colla vinilica ed una di colla trasparente, unire il colorante, aggiungere mezza tazza di schiuma da barba e mescolare energicamente. Aggiungendo un cucchiaio di bicarbonato, il composto comincerà a indurirsi e a diventare gommoso: è il momento di unire tre cucchiai di detersivo liquido per rendere il Fluffy Slime profumato. Si continua quindi a lavorare il composto con le mani fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Consigli utili per fare lo slime

Al di là delle infinite varianti che si possono trovare in rete, ci sono alcuni semplici trucchetti da adottare sia per personalizzare lo slime, che per conservarlo al meglio e farlo durare più a lungo.

Per uno slime meno appiccicoso e più resistente, basta raddoppiare la dose di attivatore scelto: amido di mais, bicarbonato o detersivo liquido. Per conservare al meglio lo slime, basta metterlo in un contenitore chiuso in un luogo fresco e asciutto: lasciato all’aria aperta, infatti, lo slime si seccherà in poco tempo.

Cercate di evitare di giocare con lo slime sui tappeti: essendo appiccicoso, si riempie facilmente di polvere e sporcizia. Un espediente molto semplice per far divertire i bambini è inserire lo slime in una tazza, magari una mug: provando a schiacciarlo, lo slime produrrà un suono davvero buffo!

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

7 ricette per uno slime fatto in casa