I Parchi Nazionali Italiani più belli per una vacanza nella natura

In Italia sono moltissimi i Parchi Nazionali che meritano di essere visitati almeno una volta nella vita: scopri i più belli e parti subito

L’Italia regala paesaggi assolutamente mozzafiato come, ad esempio, quelli che si possono ammirare nei Parchi Nazionali italiani più belli. Regalati un weekend, che sia in coppia o in famiglia, per scoprire gli scenari migliori di tutto lo stivale: dal Trentino Alto Adige al Piemonte, fino all’Abruzzo e alla Campania. Un’Italia dalle mille ed insostituibili risorse. L’Italia, dunque, possiede un’enorme ricchezza: i Parchi Nazionali i quali, ad oggi, sono una meta molto ambita da grandi e piccini per trascorrere qualche ora all’aria aperta in mezzo alla natura.

Questa è la fortuna di vivere in un paese che, ancora oggi, offre luoghi all’aperto ideali e che risultano essere incontaminati. Ti starai chiedendo quali e quanti sono i migliori Parchi Nazionali Italiani e tra poco lo scoprirai. Prosegui nella lettura di questo articolo e parti alla scoperta dei più bei parchi nazionali che coprono una vasta quantità di territorio tra terra e mare.

La tutela dei Parchi Nazionali Italiani

I parchi Nazionali Italiani, oltre ad essere luoghi dalla bellezza ineguagliabile, svolgono un ruolo di tutela molto importante, soprattutto quelli marini. Infatti, proteggono tratti di costa e meare che presentano caratteristiche paesaggistiche peculiari e valorizzano le realtà locali, esaltandone lo splendore, oltre a preservarne lo sviluppo. La storia dei Parchi Nazionali Italiani è relativamente giovane: risale al XX secolo con la fondazione del parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Questo, infatti, benne inaugurato nel 1922 a Pescasseroli, ove ancora oggi risiede la direzione centrale.

Nello stesso periodo viene inaugurato anche il Parco del Gran Paradiso, quello del Circeo ed il Parco Nazionale dello Stelvio, tra i più famosi senza dubbio. Negli anni Novanta, forte è la sensibilità verso l’ambiente e la natura che sviluppa e che porta i Parchi Nazionali Italiani ad avere tutta l’attenzione che meritano. Oggigiorno, è possibile contare ben 25 parchi nazionali, escludendo quelli ancora da istituire. Insieme scopriremo quali sono i quattro migliori Parchi Nazionali in Italia che meritano una visita almeno una volta nella vita: da Nord a Sud, scoprirai scenari da favola che combinano perfettamente momenti di tranquillità a sport intenso.

Parco Nazionale del Gran Paradiso

È sicuramente il parco più antico del paese ed è stato istituito nel 1922; prende il nome dal famoso Monte del Gran Paradiso e si estende tra Valle d’Aosta e Piemonte, confinando con la Francia ed il Parco Nazionale della Vanoise: stiamo parlando del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Esso si sviluppa in un contesto molto particolare, considerando che è racchiuso da valli famose, quali la Val di Cogne, Val Soana, Valle dell’Orco, Valsavarenche e Val de Rhemes. Il suo panorama è un susseguirsi di selvaggi boschi e praterie alpine che in estate si trasformano in vaste distese di splendidi fiori e, man mano che si scende di quota, si inizia a notare la presenza di suggestivi abeti rossi e bianchi.

Al contrario, salendo e soprattutto nel periodo invernale, potresti incontrare ghiacciai innevati ed una fauna davvero molto particolare: volpi, aquile, poiane, pernici e lo stambecco, simbolo inconfondibile di questo Parco Nazionale Italiano dallo splendore unico. Se sei amante della natura in ogni sua forma, non vorrai certamente perderti cieli blu e limpidi, il profumo della resina dei pini, così come quello del muschio e del legno. Punto forte di questo parco è senz’altro il Giardino Botanico Alpino Paradisia a Valnontey: situato vicino a Cogne, occupa circa 10.000 metri quadrati e vanta pianori e terrazzamenti completamente naturali che garantiscono lo sviluppo di moltissime specie floreali alpine e montane.

Questa è un’area popolata anche da farfalle, animali fondamentali per preservare al meglio l’ecosistema. Curiosa è anche la presenza di un’area dedicata solo ed esclusivamente alle piante officinali più utilizzate del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Il momento migliore dell’anno per visitare il giardino ed ammirare la splendida fioritura degli esemplari è sicuramente quello che va da metà giugno a metà luglio. Cosa stai aspettando? Parti ora alla scoperta di questo importante patrimonio culturale italiano.

Parco Nazionale dello Stelvio

Il Parco Nazionale dello Stelvio è sicuramente tra i più conosciuti ed apprezzati di sempre. Vanta circa 130 mila ettari ed è quindi il più grande di tutto il paese, considerando che si estende su un territorio di ben 24 comuni. Nasce nel 1935 con il primo obiettivo proteggere la flora, la fauna e tutte le bellezze del paesaggio del gruppo Ortles-Cevedale. Promuove poi uno sviluppo sostenibile e costituisce un’enorme area protetta nel cuore delle Alpi. Abita tra le Alpi della Lombardia e del Trentino Alto Adige e si caratterizza per molti ettari di malghe, prati, sentieri, masi, trincee, villaggi ed i famosi ghiacciai del Trentino, dove vola alta l’aquila reale. Ma anche boschi di conifere, prati e rocce rendono questo parco davvero unico. Una meraviglia nel mondo. Se sei alla ricerca di un luogo incontaminato, dove flora e fauna coesistono in un sistema perfettamente equilibrato, questo il parco nazionale italiano che devi assolutamente visitare.

Parco Nazionale del Brenta e dell’Adamello

Tra gli imperdibili, nonché tra i migliori Parchi Nazionali Italiani, vi è il Parco Nazionale del Brenta e dell’Adamello: situato nel centro delle Alpi retiche, è sicuramente tra i più grandi d’Europa. Copre 510 km quadrati e si sviluppa sul versante sinistro della Val Camonica, proprio nella provincia di Brescia. Adamello e Brenta sono i due gruppi montuosi che lo dominano insieme ai 48 laghi che lo abitano, fiore all’occhiello di questo spettacolo della natura. Anche questo è un parco relativamente giovane che nasce solo nel 1967 e che, ad oggi, offre lo spettacolo unico di cascate che nascono dalle sorgenti di Vallesinella e che sfociano nel famoso Lago di Tovel. In questo straordinario parco, potrai goderti in compagnia di amici e famiglia, tramonti indimenticabili che finiscono poi per calare alle spalle delle Dolomiti. Non dimentichiamo poi i fossili della Val d’Ambiez e gli eccezionali funghi della Val Daone.

E se non sei una camminatrice esperta, non temere: moltissimi sono i sentieri percorribili anche dai meno esperti, sia a piedi che a cavallo, ma anche in bici. Proprio qui potrai immergerti in una fauna tipicamente alpina: cervi, camosci, lontre, marmotte, caprioli che popolano gli angoli più selvaggi e nascosti di questo straordinario parco. Inoltre, sapevi che questo parco è stato ritenuto il più adatto per il reinserimento dell’orso bruno? Una specie che ormai, purtroppo, è destinata all’estinzione. Ma qui, l’orso, potrà trovare nuova vita. Infine, la presenza di seggiovie e funivie, consente di salire in alta quota e raggiungere antichi rifugi dove gustare eccellenti piatti della tradizione di zona. Insomma, un luogo eccezionale, quasi magico, che regala la possibilità di vivere un’esperienza davvero unica.

Parco Nazionale del Gran Sasso

Anche il Parco Nazionale del Gran Sasso, fra i più belli d’Italia, vanta un’estensione molto importante che tocca tre regioni e cinque province: Ascoli piceno, Pescara, Rieti, Teramo e l’Aquila. Questo parco è un vero e proprio insieme di ecosistemi e scenari incredibili che coesistono e che lo rendono davvero unico. Il clima, ovviamente, varia a seconda della zona e questo condiziona da sempre lo sviluppo della flora. Infatti, in alcune aree, è possibile incontrare enormi distese verdi circondate da betulle ed abeti, pini neri e specie floreali caratteristiche come, ad esempio, la nota Stella Alpina del Gran Sasso.

La fauna è molto simile a quella presente in altri parchi: camosci, stambecchi, cervi, daini e lupi convivono rendendo il parco selvaggio e caratteristico. Non solo alberi, fiori e animali; moltissimi sono i borghi che vale la pena visitare. Tra i più famosi, appunto, troviamo il borgo di Santo Stefano di Sessanio. È facilmente raggiungibile a piedi e vanta bellezze uniche, quali antiche abbazie e conventi che raccontano di una storia antica ed affascinante. In questo straordinario parco nazionale italiano, natura e cultura formano una combo perfetta.

Parco Nazionale del Circeo

Nell’elenco dei migliori Parchi Nazionali Italiani, rientra anche il Parco Nazionale del Circeo. È forse il più antico tra quelli sopra citati e si estende tra Terracina ed Anzio, nel Lazio. Questo parco è senz’altro il più grande esempio di biodiversità in Italia: moltissime sono le aree verdi che si alternano a spiazzi ideali per fare un bel pic-nic al sole e godersi una giornata di relax. Camminando tra i sentieri di questo bellissimo parco, scoprirai che l’inquilino più noto della zona è proprio il cinghiale, il quale va perennemente alla ricerca di profumatissime piante di alloro. Inoltre, il Parco Nazionale del Circeo è perfetto anche per coloro che amano praticare canottaggio e vela, considerando la presenza di ben quattro laghi: Lago di Fogliano, Lago di Caprolace, Lago di Sabaudia, Lago dei Monaci. E dunque, non solo giornate di riposo, ma anche di intensi momenti di sport per grandi e bambini.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I Parchi Nazionali Italiani più belli per una vacanza nella natura