Nozze alla Casa Bianca, Joe Biden sposa la nipote Naomi e compie 80 anni

Tempo di celebrazioni alla Casa Bianca, dalle nozze della nipote preferita di Joe Biden al compleanno del Presidente degli Stati Uniti

Doppia festa alla Casa Bianca, dove si è celebrato il matrimonio di Naomi Biden, nipote del Presidente degli Stati Uniti. Il tutto è avvenuto sabato 19 novembre, il giorno prima del compleanno di Joe Biden, che ha spento 80 candeline.

Matrimonio alla Casa Bianca

Gli appassionati di numerologia saranno incuriositi dal fatto che il 19 novembre si sia celebrato il 19esimo matrimonio della storia della Casa Bianca. L’onore è stato di Naomi Biden e Peter Neal. Nel South Lawn della residenza presidenziale, Joe Biden ha guardato l’amata nipote sposare il suo amato fidanzato. Un giorno emozionante, vissuto nella totale riservatezza.

Al di là di alcuni scatti di rito e qualche post social, le nozze si sono svolte tra pochi familiari e amici. Un’abitudine un po’ persa, quella dei matrimoni alla Casa Bianca, come dimostrato dalle statistiche. Negli ultimi 100 anni ve ne sono stati appena cinque dei diciotto totali (prima di Naomi Biden). Il più recente, che vide coinvolto un membro della famiglia presidenziale, risale al 1994. Al tempo si festeggiò l’unione di Anthony Rodham, fratello di Hillary Clinton e cognato dell’ex Presidente Bill Clinton.

Ghirlande di fiori bianchi per la figlia di Hunter Biden e la sua ex moglie Kathleen Buhle. Grande curiosità in merito all’abito della splendida sposa e, nonostante la grande riservatezza, è stato svelato come sia stato disegnato da Ralph Lauren. Stessa casa di moda anche per il completo a tre pezzi dello sposo. In corsa vi erano anche Christian Siriano e Valentino, tra gli altri.

Joe Biden compie 80 anni

Il matrimonio della nipote preferita di Joe Biden, Naomi, ha riacceso una vecchia polemica nei confronti del Presidente degli Stati Uniti. Qualcosa di mai sopito negli USA. Si parla del suo compleanno. Le 80 candeline spente rappresentano infatti un record.

L’età dell’anziano POTUS (President of the United States) ha sempre fatto storcere il naso, e non solo tra le fila dei Repubblicani. Giunto dopo gli anni di Donald Trump, era dato come vincitore annunciato, o quasi. Poco dopo l’elezione, però, in tanti hanno sollevato dei dubbi.

Da alcune dichiarazioni a svariate gaffe, fino a qualche indiscrezione mai confermata. Joe Biden è costantemente al centro dell’attenzione per quanto concerne l’aspetto umano, prima che per la carica che ricopre. È storicamente il candidato più anziano a essere stato eletto ed è il primo Presidente USA a festeggiare gli 80 anni mentre è ancora al potere.

Mentre alle porte si paventa una nuova candidatura di Donald Trump, da poco tornato a parlare su Twitter grazie all’operato di Elon Musk, un’eventuale corsa nel 2024 di Biden accenderebbe di certo ulteriori polemiche. Avrebbe infatti 86 anni al termine del suo ipotetico secondo e ultimo mandato.

Sia chiaro come non vi sia nulla nella Costituzione che vieti a un anziano politico di tentare la sorte nella campagna elettorale più discussa, pubblicizzata e complessa al mondo. Non vi sono limiti in tal senso, soltanto un’età minima: 35 anni. In media, però, il giuramento e l’ingresso alla Casa Bianca avviene a 55 anni e non a 78.