Aforismi e frasi buddiste per vivere meglio

Il buddismo è una delle religioni e filosofie più antiche e diffuse al mondo. Trova la citazione o l’aforisma che possono essere più utili per te

Nel mondo il buddismo è seguito da oltre mezzo milioni di fedeli. Oltre a essere una delle religioni più antiche e diffuse nel mondo, da secoli i suoi insegnamenti vengono ripresi e seguiti anche da chi non è un vero seguace della dottrina. Il pensiero buddista è basato sugli insegnamenti dati oralmente da Buddha Sakyamuni, lo storico Buddha vissuto circa 2500 anni fa. Tra i principi cardine della religione ci sono la ricerca della pace interiore ed esteriore, di una profonda compassione, di rispetto, di dialogo e pazienza per seguire la Via dell’Illuminazione. La dottrina non si concentra sull’esistenza di un Dio, ma su un percorso intimo volto a investigare se stessi e il mondo esterno, attraverso la meditazione. L’obiettivo è eliminare le emozioni negative che sono la causa di ogni tipo di sofferenza. Se stai cercando qualche parola efficace per aiutarti o aiutare qualcun altro a entrare in contatto con la propria anima e ritrovare la serenità, con DiLei, trovi una selezione di frasi buddiste con le citazioni più belle che stimolano a vivere meglio.

Aforismi e frasi buddiste

Il buddismo è nato nel VI secolo a.C. e il suo fondatore è stato il principe Siddartha Gautama. L’uomo, dopo aver avuto la visione di un cadavere, di un anziano, di un malato e di un sacerdote ascetico sereno perché aveva abbandonato il lusso, decise di lasciare gli agi della sua famiglia per prendere un periodo di riflessione, vivendo in estrema povertà. Dopo anni di meditazione, Siddharta riuscì a raggiungere l’illuminazione e proprio per questo motivo fu chiamato Illuminato, o Buddha. I suoi insegnamenti iniziarono quindi a diffondersi e a essere tramandati. Chi vuole entrare a contatto con il buddismo, può prendere spunto da queste frasi e aforismi.

  • Trattenere la rabbia e il rancore è come tenere in mano un carbone ardente con l’intento di gettarlo a qualcun altro: sei tu quello che viene bruciato. (Siddharta)
  • Nella mente ha origine la sofferenza; nella mente ha origine la cessazione della sofferenza. (Siddharta)
  • Con la mancanza di collera si vinca la collera. Con la bontà si vinca la cattiveria. Con la generosità si vinca l’avarizia. Con la verità si vinca il menzognero. (Siddharta)
  • Se apriamo le mani, possiamo ricevere ogni cosa. Se siamo vuoti, possiamo contenere l’Universo. (Siddharta)
  • Affidati al messaggio del maestro, non alla sua personalità. Affidati al senso, non alle parole. Affidati al senso reale, non a quello temporaneo. Affidati alla tua mente di saggezza, non a quella ordinaria che giudica. (Siddharta)
  • Una brocca si riempie goccia a goccia. (Siddharta)
  • Attraverso la violenza forse puoi risolvere un problema, ma pianti i semi per un altro. (Siddharta)
  • Non c’è fuoco ch’eguagli la passione, o squalo l’odio, né trappola la follia, o torrente l’avidità. (Siddharta)
  • Il cambiamento non è mai doloroso. Solo la resistenza al cambiamento lo è. (Siddharta)
  • La pace viene da dentro. Non cercarla fuori. (Siddharta)

Frasi buddiste sulla vita

Gli insegnamenti centrali di Buddha sono conosciuti come le Quattro Nobili Verità: la verità della sofferenza, la verità dell’origine della sofferenza, la verità della cessazione della sofferenza e la verità del sentiero verso la cessazione della sofferenza. I questi principi è racchiuso il percorso che deve portare all’Illuminazione. Di seguito alcuni aforismi e citazioni sul concetto della vita nel buddismo

  • Il primo di tutti i tesori è la vita stessa. È scritto che nemmeno i tesori dell’intero sistema maggiore di mondi possono uguagliare il valore del proprio corpo e della propria vita. Persino tutti i tesori di un intero sistema maggiore di mondi non possono sostituire la vita. (Nichiren Daishonin)
  • Non lasciare che la mente sia turbata da oggetti esterni né che si perda dietro le proprie idee. Sii libero da ogni attaccamento e da ogni timore. Questa è la via per superare la miseria del nascere e del morire. (Siddharta)
  • Non c’è nulla di costante, tranne il cambiamento (Siddharta)
  • Prima di parlare domandati se ciò che dirai corrisponde a verità, se non provoca male a qualcuno, se è utile, ed infine se vale la pena turbare il silenzio per ciò che vuoi dire. (Siddharta)
  • Ciascuno ha perso il proprio centro, ma se conosci te stesso, nessuno può scuotere questa conoscenza! (Siddharta)
  • Viviamo nella paura, ed è così che non viviamo. (Siddharta)
  • Nella mente ha origine la sofferenza; nella mente ha origine la cessazione della sofferenza. (Siddharta)
  • Nè il fuoco né il vento, né nascita né morte possono cancellare le nostre buone azioni. (Siddharta)
  • Ho corso lungo innumerevoli esistenze, cercando il costruttore della casa, né lo ho trovato: eppure è doloroso tornare a nascere ogni volta! O costruttore! Sei stato scoperto, non costruirai di nuovo la casa! Tutte le travi sono spezzate, la capriata è crollata; lo spirito, cancellata ogni concezione, ha estinto la sete! (Siddharta)
  • Non puoi viaggiare su una strada senza essere tu stesso la strada. (Siddharta)

Frasi buddiste sull’amore

Secondo il buddismo, amare significa offrire felicità e essere benevoli, ma senza attaccarsi all’altra persona o pensare che sia un nostro possesso perché questa tendenza, a posteriori, causerebbe sofferenza. Per praticare l’amore non è necessario afferrarsi a nulla, poiché nulla è statico, tutto cambia e si trasforma. Per la dottrina orientale ci sono quattro caratteristiche che rappresentano il vero amore: maitri, la gentilezza; karuna, la compassione; medita, la gioia; upeksha, l’inclusione. Per chi vuole leggere qualche frase sull’amore che non conosce barriere, inizia dentro di noi per abbracciare l’universo, di seguito alcune citazioni e aforismi.

  • L’odio non si spegne con l’odio, ma con l’amore: questa è la legge Eterna. (Siddharta)
  • Puoi cercare in tutto l’universo qualcuno che meriti il tuo amore e affetto più di te stesso, e quella persona non la troverai da nessuna parte. Tu, te stesso, come chiunque altro nell’intero universo, meriti il tuo amore e affetto. (Siddharta)
  • Non ferire gli altri con ciò che causa dolore a te stesso. (Siddharta)
  • Se puoi apprezzare il miracolo che contiene un singolo fiore, tutta la tua vita cambierà.
    Le nostre azioni buone e cattive ci seguono quasi come un’ombra. (Siddharta)
  • Silenzia l’uomo arrabbiato con amore. Silenzio l’uomo maleducato con gentilezza. Silenzia l’avaro con generosità. Silenzio il bugiardo con la verità. (Siddharta)
  • Ama il mondo intero come una madre ama il suo unico figlio. (Siddharta)
  • Non c’è fuoco come la passione: non c’è male come l’odio. (Siddharta)
  • La tua virtù dovrebbe essere quella di professare amore e pace a coloro che ti circondano. (Siddharta)
  • La via non è nel cielo. La via è nel cuore. (Siddharta)
  • I nostri dolori e le nostre ferite vengono guariti solo quando li tocchiamo con compassione. (Siddharta)

Frasi buddiste sulla gratitudine

Gli insegnamenti di Buddha ritengono che la gratitudine apra le porta non solo alla felicità, ma anche all’abbondanza e alla guarigione. Per esempio in Giappone, la terapia buddista Naikan usa la gratitudine come mezzo per curare la depressione, l’ansia e la nevrosi. Inoltre, essere grati per ciò che di buono c’è nella nostra vita, ci permette di restare con i piedi per terra e ci fornisce una base per affrontare e superare le difficoltà. Il monaco buddista del XIII secolo Nichiren Daishonin descrive il sentimento di riconoscenza come una componente essenziale della nostra umanità e l’essenza stessa del Buddismo. Qui alcune delle più belle frasi buddiste sulla gratitudine, con citazioni e aforismi.

  • Calma ed equilibrio sono elementi essenziali in tutte le cose; spezzare il ritmo ogni tanto è importante. Se ne guadagna in vitalità, ci si rinfranca la mente. Non si riesce a creare nessun valore se si lavora in modo da ridursi come stracci. (Daisaku Ikeda)
  • C’è sempre qualcosa di cui essere grati. Non essere così pessimista se ogni tanto le cose non vanno come vorresti. Sii sempre riconoscente per gli affetti e le persone che già hai vicino a te. Un cuore grato ti rende felice. (Siddharta)
  • La gentilezza dovrebbe diventare il modo naturale della vita, non l’eccezione. (Siddharta)
  • Le parole hanno il potere di distruggere e di creare. Quando le parole sono sincere e gentili possono cambiare il mondo. (Siddharta)
  • Alziamoci e ringraziamo, perché se non abbiamo imparato molto oggi, almeno abbiamo imparato poco, e se non abbiamo imparato poco, almeno non ci siamo ammalati, e se ci siamo ammalati, almeno non siamo morti; dunque, siamo tutti grati. (Siddharta)
  • La mattina quando vi alzate, fate un sorriso al vostro cuore, al vostro stomaco, ai vostri polmoni, al vostro fegato. Dopo tutto, molto dipende da loro. (Thích Nhất Hạnh)
  • Nessuna cosa vivente deve essere uccisa, non il più piccolo animale o insetto, perché ogni vita è sacra. (Siddharta)
  • Saggi e uomini ignoranti differiscono radicalmente. Gli uomini ignoranti non apprezzano mai la gentilezza mostrata loro, ma i saggi apprezzano e ne sono grati. I saggi esprimono il loro apprezzamento e la loro gratitudine dagli atti di gentilezza, non solo al loro benefattore, ma anche a tutti gli esseri viventi. (Siddharta)
  • Muoviti nel mondo celebrando, danzando, cantando, simile a un’ape; va da fiore a fiore, soltanto attraversando tutte le esperienze diventi maturo. (Siddharta)

Frasi buddiste sulla felicità

Il buddismo differenzia la felicità relativa da quella assoluta. La prima è l’estasi che si sperimenta quando si raggiunge qualcosa che volevamo, per esempio una promozione, un attestato, l’amore di una persona. Questo tipo di felicità è però fragile e fugace perché dipende da qualcosa che, nel corso del tempo, è soggetta a cambiamenti. La seconda è legata alla vita interiore e non dipende da cause esterne. Presuppone uno stato interiore di serenità e pace che dona forza per affrontare ogni ostacolo si possa incontrare nella vita. Per raggiungere la felicità assoluta si deve essere capaci di trasformare il negativo in positivo ed essere consapevoli che tutto è transitorio. Di seguito, citazioni e aforismi buddisti sulla felicità.

  • La salute è il miglior guadagno, la contentezza è la migliore ricchezza, la fiducia è il miglior parente, l’estinzione è la suprema felicità. (Siddharta)
  • Chi fa del male soffre in questo mondo e nell’altro. Chi fa del bene gioisce in questo mondo e nell’altro. (Siddharta)
  • Migliaia di candele possono venire accese da una singola candela, e la vita della candela non sarà abbreviata. La felicità non diminuisce mai con l’essere condivisa. (Siddharta)
  • Non sottovalutate l’efficacia del bene, pensando: ‘nulla mi aiuterà a progredire’. Una brocca si riempie con un flusso costante di gocce d’acqua; allo stesso modo, il saggio progredisce e consegue la felicità a poco a poco. (Siddharta)
  • Non c’è una via per raggiungere la felicità. La felicità è la via. (Siddharta)
  • Bastando a se stesso è soddisfatto di sé, non desidera sempre qualcos’altro, non possiede nulla. (Siddharta)
  • Chiesero: “Qual è la cosa migliore da possedere?. “Che cosa dà la vera felicità?”. “Qual è la più dolce tra le dolcezze?”. “Qual è il modo più piacevole di vivere?”. Il Buddha rispose: “La fede è la cosa migliore che si possa possedere”. “Seguire la via dà la vera felicità”. “La verità è la più dolce tra le dolcezze”. “La pratica dell’introspezione è il modo più piacevole di vivere”. (Siddharta)
  • Viviamo dunque felici, noi che non possediamo nulla: nutrendoci della gioia come i risplendenti dèi. (Siddharta)
  • Chi ha fatto del bene in questo mondo si rallegra, una volta trapassato si rallegra, in entrambi i mondi si rallegra: costui si rallegra, costui gioisce, contemplando la purità di ciò che lui stesso ha compiuto. (Siddharta)

Frasi buddiste sulla morte

Secondo il buddismo, la vita e la morte sono due manifestazioni della stessa cosa. L’inizio e la fine di qualcosa hanno un’importanza relativa, ciò che è importante è la trasformazione. In questo contesto il trapasso è appunto una trasformazione che rispetto alle altre ha la sola peculiarità di separare l’esistenza dalla materia. Buddha insegna che l’essere continua a esistere, anche senza manifestarsi, almeno fino a quando non si avranno le condizioni per una nuova esistenza nel mondo della materia. Per affrontare un lutto o eliminare la paura del decesso, nel buddismo si trovano numerosi aforismi e citazioni sulla morte.

  • L’attenzione è il sentiero che conduce all’immortalità, la disattenzione è il sentiero della morte; gli attenti non muoiono, i disattenti sono già come morti. (Siddharta)
  • La vita e la morte sono un filo unico, la stessa linea vista da lati opposti. (Lao Tzu)
  • Non odiare la vita e la morte, non amare la vita e la morte. Conserva ogni pensiero libero dall’illusione e, in vita, assisterai all’inizio del nirvana e, alla morte, sperimenterai la certezza di non rinascere. (Bodhidharma)
  • La vita e la morte sono di suprema importanza. Il tempo trascorre velocemente prima che una opportunità sia persa. Ciascuno di noi dovrebbe sforzarsi di risvegliarsi. Svegliati! Fai attenzione, non sprecare la tua vita. (Eihei Dōgen)
  • In quanto mortali, siamo governati dalle circostanze, non da noi stessi. (Bodhidharma)
  • La morte non deve essere temuta da coloro che vivono con saggezza. (Siddharta)
  • Una volta che smetti di attaccarti e lasci essere le cose, sarai libero perfino dalla nascita e morte. Trasformerai tutto. (Bodhidharma)
  • Quando i mortali sono vivi, si preoccupano della morte. Quando sono pieni, si preoccupano della fame. La loro è la Grande Incertezza. Ma i saggi non considerano il passato. E non si preoccupano del futuro. Né si aggrappano al presente. E attimo dopo attimo seguono la Via. (Bodhidharma)
  • Quando qualcosa muore è il più grande insegnamento. (Shunryu Suzuki)
  • La morte è come uno specchio su cui si riflette il vero significato della vita. (Sogyal Rinpoche)
  • La nostra vita e la nostra morte sono la stessa cosa. Quando ci rendiamo conto di questo, non abbiamo più paura della morte e non abbiamo più nessuna vera difficoltà nella nostra vita. (Shunryu Suzuki)