Irena Sendler, l’eroina polacca che salvò i bambini del ghetto di Varsavia

Entra nel ghetto, si procura dei documenti falsi e li porta via da quell'inferno e dal destino già segnato. I bambini sono salvi, e lo sono grazie a Irena

Non aveva ancora compiuto 30 anni, Irena, quando arrivata a Varsavia scelse consapevolmente di fare qualcosa, di cambiare per sempre il destino dei bambini. La sua sola attività da infermiera non bastava più, lei quelle persone non voleva solo curarle, ma portarle via da quell'inferno. Così lo fece, si procurò documenti falsi e salvò la vita a 2500 bambini ebrei, portandoli via dal ghetto di Varsavia. Questa è la storia di Irena Sendler, questa è la storia di un'eroina.

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto

Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Irena Sendler, l’eroina polacca che salvò i bambini del ghetto ...